Manfredo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Manfredo è un nome proprio di persona italiano maschile[1] [2].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Deriva dal nome germanico Meginfrid[2], composto dai termini magan (o magin, "forza", "potenza") e frid (o frithu, "pace")[2][4]; può essere interpretato come "colui che assicura la pace con la forza", o come "forza della pace". Alcune fonti, identificando il primo elemento con mann ("uomo")[3][5], danno al nome il significato di "uomo pacifico"[1], "uomo di pace"[3][6], tuttavia questa composizione di elementi è di gran lunga meno attestata nell'onomastica germanica rispetto alla prima[4].

Sebbene portato in Inghilterra dai normanni, si diffuse solamente alcuni secoli dopo, grazie all'opera di George Gordon Byron Manfredi[5]. In Italia, il nome si è affermato soprattutto per il prestigio di Manfredi di Sicilia[senza fonte], figlio dell'imperatore Federico II di Svevia, morto a Benevento nel 1266 contro gli Angioini, rievocato da Dante nel III canto del Purgatorio.

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

L'onomastico si può festeggiare il 27 ottobre in memoria di san Manfredo, priore a Eberbach[6], oppure il 27[3][7] o 28 gennaio[8][9], in ricordo del beato Manfredo Settala, sacerdote ed eremita sul Monte San Giorgio.

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Variante Manfredi[modifica | modifica wikitesto]

Variante Manfred[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Persone di nome Manfred.

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Accademia della Crusca, p. 675.
  2. ^ a b c d e f g h i (EN) Manfredo, su Behind the Name. URL consultato il 15 gennaio 2014.
  3. ^ a b c d Burgio, p. 244.
  4. ^ a b c d e f g h i j Förstemann, coll. 422, 890, 904
  5. ^ a b c d e f g h Sheard, p. 377.
  6. ^ a b Manfredo, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 15 gennaio 2014.
  7. ^ Beato Manfredo Settala, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 15 gennaio 2014.
  8. ^ Jud, Steiger, p. 262
  9. ^ Spiess, p. 327

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi