Maciste contro tutti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maciste contro tutti
ArtistaÜstmamò, Disciplinatha, Consorzio Suonatori Indipendenti
Tipo albumLive
Pubblicazione1993
Durata72:34
Dischi1
Tracce12
GenereRock
EtichettaI dischi del mulo
ProduttoreGianni Maroccolo, Giovanni Lindo Ferretti, Massimo Zamboni
RegistrazioneFestival delle Colline, Prato, 18 settembre 1992
Üstmamò - cronologia
Album precedente
Album successivo
Disciplinatha - cronologia
Album precedente
Album successivo
Consorzio Suonatori Indipendenti - cronologia
Album precedente
Album successivo

«Vedo là al calar del mondo, Feticcio dal color losco
Progresso ti riconosco, hai il tuo marchio impresso in fronte»

(Giovanni Lindo Ferretti)

Maciste contro tutti è il disco con cui viene pubblicata la registrazione di un concerto tenuto dal Consorzio Suonatori Indipendenti (C.S.I.), dai Disciplinatha e dagli Üstmamò il 18 settembre 1992 all'interno del Festival delle Colline, presso il Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci di Prato; inizialmente, avrebbe dovuto essere un concerto unico; in seguito, si è invece svolto un mini-tour nel febbraio 1993.

Il 10 settembre 2017, in occasione del venticinquesimo anniversario del celebre concerto, ne viene riproposta una nuova versione celebrativa, con la presenza di tutti i membri storici dei CCCP, eccetto Giovanni Lindo Ferretti, Annarella Giudici, lo scomparso Ringo De Palma, Alla formazione ufficiale si aggiungono come ospiti Peppe Voltarelli, Angela Baraldi, Ginevra Di Marco (già membro del Consorzio Suonatori Indipendenti, nato dalle ceneri dei CCCP), Francesco Di Bella e Max Collini (vocalist e frontman degli Offlaga Disco Pax).

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

È l'album con cui viene sancita la nascita del Consorzio Suonatori Indipendenti (C.S.I.), con la formazione che incise l'album Epica Etica Etnica Pathos a nome CCCP Fedeli alla linea, fatta eccezione per Ringo de Palma, deceduto, Danilo Fatur e Annarella Giudici. Da notare che le canzoni eseguite dal vivo dai C.S.I. risalgono al repertorio dei disciolti CCCP.

L'ultima traccia, Aghia Sophia, termina in realtà con uno spezzone, non cantato, di Punk Islam.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Üstmamò[modifica | modifica wikitesto]

  1. Üstmamò
  2. Amminramp
  3. Vietato vietato
  4. Finkela barkava - (rifacimento punk-rock di "Finché la barca va" di Orietta Berti)

Disciplinatha[modifica | modifica wikitesto]

  1. I love you
  2. Addis Abeba
  3. Crisi di valori

C.S.I.[modifica | modifica wikitesto]

  1. Emilia paranoica
  2. Spara Jurij
  3. Mozzill'o Re
  4. Valium Tavor Serenase
  5. Morire
  6. Madre
  7. Depressione Caspica
  8. Maciste contro tutti
  9. Aghia Sophia
  10. Punk Islam

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica