Peppe Voltarelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Peppe Voltarelli
Peppe Voltarelli.jpg
NazionalitàItalia Italia
GenereFolk rock
Periodo di attività musicale1991 – in attività
Album pubblicati24
Studio15
Live9
Raccolte0
Sito ufficiale

Peppe Voltarelli (Cosenza, 26 dicembre 1969) è un cantautore e attore italiano.

Dal 1990 al 2005 è stato il cantante de Il Parto delle Nuvole Pesanti. Dal 2006 conduce carriera solista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Con Il Parto delle Nuvole Pesanti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1990 fonda a Bologna Il Parto delle Nuvole Pesanti, band di folk-rock sperimentale.

Il primo lavoro Alisifare e una prolifica attività live rivelano il gruppo come una delle realtà più interessanti del folk revival anni 90[1].

Brani come Raggia e Lupo diventano apripista di un genere denominato "tarantella punk"[2][3]

L'ultimo lavoro di Voltarelli con la band si intitola Il Parto e ottiene buoni risultati di vendite e di critica.

Nel 2005 Voltarelli voce e autore dei testi e della musica sin dal 1991 lascia il gruppo per dedicarsi alla carriera da solista.

Carriera solista[modifica | modifica wikitesto]

Il lavoro artistico di Voltarelli "solo" tende alla creazione di un personaggio poliedrico che lavorando sul linguaggio e sulle tradizioni della sua terra d'origine la Calabria costruisce una narrazione ironica pungente e critica della quotidianità in modalità non lamentosa cosi da riconsegnare attraverso i suoi viaggi e i suoi scritti un'immagine nuova e poco stereotipata del cantastorie del sud.[4]

Il primo tassello di questo progetto è il film La vera leggenda di Tony Vilar, del regista Giuseppe Gagliardi[5]. Il film è un road movie che racconta l'epopea degli italiani d'America, seguendo le tracce di Tony Vilar un cantante italiano famoso in Argentina negli anni sessanta e ormai scomparso dalle scene. La storia, che si svolge tra Buenos Aires e New York, rappresenta il primo caso di mockumentary (falso documentario) italiano[6]. Il film viene presentato alla prima edizione della Festa del cinema di Roma (2006)[7]

Distratto ma però il primo lavoro discografico da solista è prodotto da Alessandro Finazzo (Finaz) della Bandabardò) e vede la partecipazione di Roy Paci, Sergio Cammariere, Pau[8] dei Negrita e del regista Giancarlo Cauteruccio. Da questo primo album prende forma la nuova personalità artistica dove alla voce profonda e alla ricercatezza dei testi si affianca una grande ironia nel trattare temi delicati come l'emigrazione e la solitudine.

L'impegno su tematiche sociali si concretizza con Il disco Duisburg Nantes Praga il bootleg live un lavoro di denuncia contro la mafia, registrato dal vivo

durante il tour europeo del 2008

In teatro Voltarelli ha una proficua collaborazione con la Compagnia Krypton di Firenze dei fratelli Giancarlo Cauteruccio e Fulvio Cauteruccio per i quali recita e compone musiche originali per lavori come "Roccu u stortu" "Ico-No-Clast" "Medea e la luna[9]" e "Picchi mi guardi[10]"

Il trasferimento a Berlino di inizio 2009[11] e la decisione di puntare su un suono più scarno ed essenziale segnano l'inizio di una nuova fase creativa che porta alla pubblicazione di Ultima notte a Mala Strana[12][13] album del 2010 pubblicato in Italia da OtrLIve-Universal e in Francia e in Europa da Le Chant du Monde successivamente distribuito anche in Canada ed Argentina l'album prodotto ancora da Finaz vince la Targa Tenco 2010 come miglior album in dialetto, il premio è conferito per la prima volta ad un lavoro in calabrese. Voltarelli dedica la Targa al sindaco ambientalista di Pollica (Salerno) Angelo Vassallo, ucciso in un agguato mafioso[14]

Intanto continua la collaborazione con il regista Giuseppe Gagliardi per il quale firma la colonna sonora originale di Tatanka (2011), film tratto da un racconto di Roberto Saviano

La canzone Onda Calabra[15] scritta per il documentario Doichlanda di Giuseppe Gagliardi viene usata in forma di parodia nel film di Giulio Manfredonia Qualunquemente con Antonio Albanese in una lettera aperta ad Albanese uscita in prima pagina su Calabria Ora fa nascere una diatriba sul brano che Voltarelli rivendica come canzone di passione ed emigrazione[16]non in linea con l'utilizzo che ne viene fatto nel film di Manfredonia.[17]

Lo spettacolo Il viaggio i padri l'appartenenza, monologo di teatro canzone debutta al Teatro Galleria Toledo di Napoli a novembre 2011[18][19]. Sulla scia di questo fortunato spettacolo lo show di Voltarelli si caratterizza sempre più come un recital di teatro canzone nel solco dei grandi cantautori italiani questa formula lo porta a continuare la sua attività live all'estero con concerti e festival in Europa Stati Uniti[20] Canada[21] Australia[22] Messico[23] Argentina[24] Cile[25] Madagascar[26] in Francia per il Festival Avignon Off 2012 e al Montreal International Jazz Festival 2013 con due concerti al Savoy du Metropolis[27]

La sua canzone "Sta citta"(Matka Mest) è tradotta in Ceco da Michal Horacek e inserita nell'album Segrado di Frantisek Segrado[28] N1 nelle chart della Repubblica Ceca[29]

Il 2016 pubblica "Voltarelli canta Profazio" Squilibri Editore tributo al grande cantastorie calabrese[30] Otello Profazio Targa Tenco come miglior disco interprete

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Con Il Parto delle Nuvole Pesanti[modifica | modifica wikitesto]

Peppe Voltarelli in concerto alla Lomax (Catania, 15 maggio 2010)

Solista[modifica | modifica wikitesto]

Il disco è distribuito in Argentina dalla casa discografica Los Anos Luz e finalista alle Targhe Tenco 2007 come opera prima

pubblicato in maniera indipendente vende più di tremila copie tra concerti e vendite online

Il disco è registrato nel corso del tour europeo del 2008 tra Germania Francia e Repubblica Ceca

Pubblicato in Francia da Chante du Monde e distribuito in Europa da harmonia Mundi

Pubblicato in Argentina da Los Anos Luz e in Canada da Prod Casa Nostra

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Festival in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Festival Internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il dialetto è come la focaccia di Altamura. Intervista a Peppe Voltarelli - ladante.it, su ladante.it. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  2. ^ Copia archiviata, su csdim.unical.it. URL consultato il 19 aprile 2013 (archiviato dall'url originale il 23 luglio 2011).
  3. ^ Festival Leggere & Scrivere | Peppe Voltarelli Archivi - Festival Leggere & Scrivere, su festivaleggerescrivere.it. URL consultato il 12 ottobre 2020.
  4. ^ (EN) Peppe Voltarelli, a Calabrian artist between "nomadism" and "belonging", su Yes Calabria, 19 giugno 2015. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  5. ^ Scheda del film su corriere.it.
  6. ^ La vera leggenda di Tony Vilar - Italy For Movies, su www.italyformovies.it. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  7. ^ CINEMA - 1ª Festa Internazionale di Roma - "La Vera legenda di Tony Vilar", di Giuseppe Gagliardi (Extra)
  8. ^ Chi è Paolo Bruni, su Chi è...?, 31 gennaio 2019. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  9. ^ Medea guarda la luna, su lastampa.it, 23 marzo 2010. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  10. ^ iodisegnoilweb.it, Teatro: Picchi mi Guardi si tu si masculu, su www.leucaweb.it. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  11. ^ Peppe Voltarelli a Berlino. Intervista con l'autore | | il Nuovo Berlinese |, su www.ilnuovoberlinese.com. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  12. ^ (EN) Le notti a Malá Strana di Peppe Voltarelli – Café Boheme, su www.cafeboheme.cz. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  13. ^ LA RECENSIONE - Nuovo album per Peppe Voltarelli, su www.erzebeth.it. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  14. ^ Angelo Vassallo News - Il Fatto Quotidiano
  15. ^ Rockol com s.r.l, √ Onda calabra (Testo) di Il Parto delle nuvole pesanti tratto da Il parto - Testi / lyrics delle canzoni su Rockol, su Rockol. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  16. ^ Voltarelli: Onda Calabra non è una macchietta – Peppe Voltarelli, su peppevoltarelli.net. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  17. ^ Cetto-record, polemica in musica Su "Onda Calabra n on c'è da ridere" - Repubblica.it
  18. ^ Scheda su Il viaggio i padri e l'appartenenza, da audiocoop.it.
  19. ^ In viaggio con Voltarelli e i «padri» della canzone, 19 dicembre 2011, da corriere.it.
  20. ^ Peppe Voltarelli in America, su LifeGate, 11 gennaio 2010. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  21. ^ Il Regno: Calabrian Cantautore Peppe Voltarelli Returns to Canada and New York City, su Il Regno, 19 giugno 2013. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  22. ^ (EN) The Weird Mob II Film Festival: The Italian Invasion, su iicsydney.esteri.it. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  23. ^ Cineteca Nacional MEXICO, su www.cinetecanacional.net. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  24. ^ (ES) Clarín.com, Peppe Voltarelli: "Mi misión es meterme un poco en la vida de la gente", su www.clarin.com. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  25. ^ Settimana Italiana presso la Casa de la Ciudadanía Montecarmelo, su iicsantiago.esteri.it. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  26. ^ (FR) PEPPE VOLTARELLI - Concert / Chansons italiennes (2019-11-29), su www.institutfrancais-madagascar.com. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  27. ^ Concert: Peppe Voltarelli - Festival International de Jazz de Montréal Archiviato il 15 giugno 2013 in Internet Archive.
  28. ^ (DE) František Segrado Texty Michal Horáček - Segrado, su Discogs. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  29. ^ (CS) metatags generator, Matka měst – Michal Horáček, su tvorba.michalhoracek.cz. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  30. ^ Squilibri Editore, Massimo De Pascale Otello Profazio, su Squilibri Editore | Libri, CD e DVD di musica, antropologia, storia orale e poesia. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  31. ^ a b Peppe Voltarelli: «Il y a cent ans, nous étions sur les bateaux» – mediacalabria [collegamento interrotto], su mediacalabria.it. URL consultato il 7 novembre 2017.
  32. ^ Alessandro Sgritta, Peppe Voltarelli presenta il bootleg live Duisburg Nantes Praga, in http://www.musicalnews.com/articolo.php?codice=15514&sz=5, 14 aprile 2009.
  33. ^ Laura Bianchi, Lamentarsi come ipotesi, in http://www.mescalina.it/musica/recensioni/peppe-voltarelli-lamentarsi-come-ipotesi, 11 marzo 2014.
  34. ^ (ES) www.grandpixels.com, Café Vinilo › Café Vinilo, Escuchar, Comer, beber, su cafevinilo.com.ar. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  35. ^ Los Años Luz Discos, su www.laldiscos.com. URL consultato il 9 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 29 giugno 2016).
  36. ^ Voltarelli canta Profazio, su Le Palais Du Rire, 12 gennaio 2016. URL consultato il 6 maggio 2016.
  37. ^ “BABYLON SISTERS”, il film di Gigi Roccati con musiche inedite di Peppe Voltarelli, che ne racconta la scrittura prodotte ed edite da Ala Bianca, disponibili nei digital stores | Alabianca Group, su www.alabianca.it. URL consultato il 7 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2017).
  38. ^ «Dio come ti amo» Peppe Voltarelli torna con un classico di Modugno, su Corriere del Mezzogiorno, 6 gennaio 2019. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  39. ^ (EN) Valentina Di Cecco, Io sono l’angelo – gianCarlo Onorato, su Lost Highways. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  40. ^ Manuele Angelini, La Soluzione, La soluzione, su www.mescalina.it. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  41. ^ Musicalnews.com: Magma, il nuovo disco di H.e.r. in uscita il 10 novembre, su www.musicalnews.com. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  42. ^ Manuele Angelini, Les Anarchistes, La musica nelle strade!, su www.mescalina.it. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  43. ^ Canzoni contro la guerra: Apuamater Indiesfolk - Apua natìa, su www.antiwarsongs.org. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  44. ^ Charles Aznavour - Testo della canzone: Io bevo - IT, su lyricstranslate.com. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  45. ^ Società Editrice Athesis S.p.A, «Vanoni, Morandi, Aznavour, Guccini: incontri magici», su Bresciaoggi.it. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  46. ^ Various - (Teresa De Sio Presenta) Riddim A Sud, su Discogs. URL consultato il 10 ottobre 2020.
  47. ^ La Brigata Lolli, su www.bielle.org. URL consultato il 10 ottobre 2020.
  48. ^ Artisti vari, su dischivolanti.ch. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  49. ^ La buona creanza, by Marco Calliari, su Marco Calliari. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  50. ^ ALBUM SALE DI CARLO MURATORI, su www.carlomuratori.it. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  51. ^ Canzoni contro la guerra: anonimo - … E sugnu 'talianu, su www.antiwarsongs.org. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  52. ^ GIORGIA DEL MESE Anteprima Streaming, su rockerilla.com. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  53. ^ Squilibri Editore, Io credevo. Le canzoni di Gianni Siviero, su Squilibri Editore | Libri, CD e DVD di musica, antropologia, storia orale e poesia. URL consultato il 12 ottobre 2020.
  54. ^ Musica. Targhe Tenco, trionfano Brunori Sas e Tosca, su www.avvenire.it, 1º luglio 2020. URL consultato il 12 ottobre 2020.
  55. ^ PEPPE VOLTARELLI - YouTube, su www.youtube.com. URL consultato il 12 ottobre 2020.
  56. ^ Descrizione EMIR, su Rockit.it. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  57. ^ Il ritorno di Peppe Voltarelli, su corrieredellumbria.corr.it. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  58. ^ (Libro) Ad esempio a me piace..., su Rubbettino Editore. URL consultato il 3 novembre 2020.
  59. ^ Stampa alternativa
  60. ^ (Libro) La Calabria si racconta, su Rubbettino Editore. URL consultato il 26 settembre 2020.
  61. ^ I libri di Rubbettino Editore - Home, su Rubbettino Editore. URL consultato il 26 settembre 2020.
  62. ^ Peppe Voltarelli canta Profazio, su XL Repubblica.it. URL consultato il 6 maggio 2016.
  63. ^ Home - Squilibri Editore, su www.squilibri.it. URL consultato il 6 maggio 2016.
  64. ^ DOICHLANDA - 2003 - documentari - film & docu, su Filmitalia. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  65. ^ Partenopress – Agenzia di Stampa Video e Foto Giornalistica – La vera leggenda di Tony Vilar, in prima visione su Rai Uno, su partenopress.com. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  66. ^ Peter Oliva : Writer, su www.peteroliva.com. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  67. ^ Vino Para Robar (2013) | EscribiendoCine
  68. ^ redazione, Las Candidaturas, su premiosgoya.academiadecine.com.
  69. ^ redazione, Carlos Benpar, su imdb.com.
  70. ^ gigi roccati, Biografia (PDF), su gigiroccati.it (archiviato dall'url originale il 29 maggio 2014).
  71. ^ Voleva fare l'artista
  72. ^ Teatro Metastasio di Prato
  73. ^ Grecia, mia cara Grecia - Mondogreco.net
  74. ^ patrizia zappa mulas [1]
  75. ^ Peppe Voltarelli canta Strati
  76. ^ PICCHI' MI GUARDI SI TU SI MASCULU? - regia Giancarlo Cauteruccio
  77. ^ ANGOLO SOMMA ZERO, su Teatro Pubblico Pugliese. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  78. ^ Graziano Graziani, La morte in busta paga. Alessandro Langiu e Nicola Lovecchio, su STATI d'ECCEZIONE – micronazioni, teatro, reportage, 12 maggio 2008. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  79. ^ Musicalnews.com: Peppe Voltarelli parte in tour nei teatri con Il Viaggio I Padri e L'Appartenenza, su musicalnews.com. URL consultato il 19 aprile 2013 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  80. ^ Fatti e misfatti dei beni culturali nello spettacolo di Voltarelli - Firenze - Repubblica.it, su Firenze - La Repubblica, 15 luglio 2013. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  81. ^ Met - Storia Di Un Bene Comune
  82. ^ 50+1 - Luisa Corcione, su Rivista Segno. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  83. ^ https://www.alguer.it/notizie/n.php?id=20324
  84. ^ https://www.shomano.it/artisti-shomano/targhe/
  85. ^ MeiWeb, su MeiWeb, 23 ottobre 2013. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  86. ^ https://www.rockit.it/news/targhe-tenco-vincitori-2016
  87. ^ https://ildispaccio.it/fronte-del-palco/205916-il-cantautore-peppe-voltarelli-vince-il-premio-rambaldi-2019
  88. ^ Notte Tricolore: il programma dello show, su Quotidiano Piemontese, 16 marzo 2011. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  89. ^ 1 MAGGIO Seicentomila in piazza Vasco e Bregovic in trionfo - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  90. ^ Rockol com s.r.l, √ ’Primo Maggio 2005’: ecco il cast completo, su Rockol. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  91. ^ Il popolo del rock al Primo maggio oltre 800mila, tutti per Vasco - Spettacoli & Cultura - Repubblica.it, su www.repubblica.it. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  92. ^ Romina Greggio, Il concerto del Primo Maggio - Il colore delle parole: le foto dei protagonisti 1/2, su NonSoloCinema, 7 maggio 2010. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  93. ^ Concerto del Primo Maggio: si inizia con Eugenio Finardi, su RomaToday. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  94. ^ rockonit, BAREZZI Festival 2016: la 10ª edizione dal 3 al 14 Novembre a Parma e dintorni, su Rockon.it, 2 novembre 2016. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  95. ^ XXIV FESTIVAL DI MUSICA POPOLARE - CACOevents Eventi Romagna Ravenna Rimini Forlì Cesena Imola, su cacoevents.com. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  96. ^ Torna il “Quarrata Folk Festival”, su www.comunequarrata.it. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  97. ^ TENCO 1998, su Club Tenco. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  98. ^ TENCO 1999, su Club Tenco. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  99. ^ TENCO 2001, su Club Tenco. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  100. ^ TENCO 2007, su Club Tenco. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  101. ^ TENCO 2010, su Club Tenco. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  102. ^ Edoardo Esposito- www.edo-design.com, Francesco Facconi- www.mdsol.it, Premio Tenco 2011: Seconda serata - L'Isola della Musica Italiana, su www.lisolachenoncera.it. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  103. ^ Premio Tenco 2016, va' dove ti porta la canzone d'autore, su Spettacoli - La Repubblica, 20 ottobre 2016. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  104. ^ Premio Tenco 2017, gli ospiti: da Brunori Sas a Carmen Consoli, da Rondelli al 'migliore' Capossela, su Repubblica Spettacoli, 22 ottobre 2017. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  105. ^ Benvenuti nel nuovo sito web del Club Tenco, su Club Tenco. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  106. ^ Kaulonia Tarantella Festival, su Caulonia, 16 giugno 2013. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  107. ^ Al Carpino Folk Festival 2016 l’Italia cantata dal Sud, su Il Resto del Gargano. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  108. ^ Sponz Fest - Sabato il concerto di Vinicio Capossela, su Irpinianews.it, 22 agosto 2014. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  109. ^ Peppe Voltarelli | Artisti - Ariano Folkfestival Winter Edition 2019, su Ariano Folkfestival. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  110. ^ L’importanza di essere piccoli 2014 – SassiScritti, su sassiscritti.org. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  111. ^ Festival Leggere & Scrivere | Peppe Voltarelli Archivi - Festival Leggere & Scrivere, su festivaleggerescrivere.it. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  112. ^ Maurizio De Fazio, Lamezia, oggi per Trame Festival: Save the children, Pif, #Tramedicolorfest e Peppe Voltarelli- Aggiornato, su Calabria News, 17 giugno 2016. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  113. ^ Rockol com s.r.l, √ Dallo Sciamano allo Showman 2018: al via il 3 agosto la nuova edizione del Festival della Canzone umoristica d'autore, su Rockol. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  114. ^ L’estate di Loano è Musica, su Il Secolo XIX, 17 giugno 2008. URL consultato il 7 ottobre 2020.
  115. ^ Massimiliano Maurino, Settembre al Borgo, il programma 2017 nel segno di Fausto Mesolella – Livenet News, su livenet.it. URL consultato il 5 ottobre 2020.
  116. ^ Mare e Miniere 2 | I concerti e le generazioni, su Il giornale della musica. URL consultato il 7 ottobre 2020.
  117. ^ BUITONI ITALIAN FILM FESTIVAL, su iicdublino.esteri.it. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  118. ^ Risultato della ricerca immagini di Google per https://media.gettyimages.com/photos/director-alison-thompson-writer-peppe-voltarelli-and-producer-oscar-picture-id74012059?s=612x612, su www.google.com. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  119. ^ repubblica.it, 'La leggenda di Tony Vilar' sbarca al Festival Manhattan, su trovacinema.repubblica.it. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  120. ^ Peppe Voltarelli porta in Canada la canzone italiana, su Corriere del Mezzogiorno, 8 luglio 2019. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  121. ^ (ES) Peppe Voltarelli in concerto, su iicbarcellona.esteri.it. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  122. ^ Peppe Voltarelli recital a Varsavia, su Riviera Web, 30 marzo 2012. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  123. ^ Film Italiani: Festival del Cinema Italiano di Belgrado 2008 - CinemaItaliano.info, su www.cinemaitaliano.info. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  124. ^ Tatanka (2010 - 100'). Regia di Giuseppe Gagliardi, su iicbudapest.esteri.it. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  125. ^ (EN) La corsa di Avignone, su iItaly.org. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  126. ^ (FR) Eleonorzastavia Dit, LA LIGNE DE GIULIETTA # 05 : PEPPE VOLTARELLI, ITALIEN D’EXPORTATION, su LE BRUIT DU OFF, 21 luglio 2012. URL consultato il 6 ottobre 2020.
  127. ^ Editoriale Duesse S.p.A, Dal 9 al 30 marzo il London Italian Film Festival, su E2S. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  128. ^ Il Festival International de Jazz di Montréal raccontato da Peppe Voltarelli, su XL Repubblica.it. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  129. ^ (FR) Gaspé métissé, su Le Devoir. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  130. ^ A Colonia il festival “ITALIANA 2014 Kulturbrücke am Rhein” (4 ottobre – 5 novembre 2014) | www.comunicazioneinform.it, su comunicazioneinform.it. URL consultato il 6 ottobre 2020.
  131. ^ (EN) Calabrian Cantautore Peppe Voltarelli Soon in Chicago, su Italians in Chicago, 30 marzo 2014. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  132. ^ Vagabond Booking presenta Peppe Voltarelli in concerto a Berlino il 4 dicembre 2017, su BerlinItaly POST, 1º dicembre 2017. URL consultato il 6 ottobre 2020.
  133. ^ (EN) Facebook, Twitter, Show more sharing options, Facebook, Twitter, LinkedIn, San Diego Italian Film Festival's ‘FeStivale’ shows the Italy of today, su San Diego Union-Tribune, 27 settembre 2018. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  134. ^ (FR) Peppe Voltarelli | Festival International des Rythmes du Monde 2019 | Festivals au Saguenay Lac-Saint-Jean, su www.saguenaylacsaintjean.ca. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  135. ^ Fabrizio Intravaia, Peppe Voltarelli: per divertirsi, ballare ma anche per pensare!, su Corriere Italiano, 13 agosto 2019. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  136. ^ (DE) La grande bellezza, su iiczurigo.esteri.it. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  137. ^ (FR) Le Carnaval Rital, su La Marbrerie, 15 febbraio 2020. URL consultato il 2 ottobre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Curiosita[modifica | modifica wikitesto]

  • dal 2006 Voltarelli è direttore artistico del festival Back to Cropalati[1]
  • al Joe's Pub[2] di New York Voltarelli è ospite del Canzoniere Grecanico Salentino cantando "Raggia" per l'occasione Jon Pareles dedica un articolo alla serata sulle pagine del New York Times del 28 giugno 2013.[3]
Controllo di autoritàVIAF (EN167538401 · ISNI (EN0000 0001 1501 0189 · BNF (FRcb16268783z (data) · WorldCat Identities (ENviaf-167538401
  1. ^ Cropalati si riappropria del Borgo con Back to Cropalati, su Castrum Cropalatum *جميع المعلومات الجيدة, 18 settembre 2011. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  2. ^ (EN) Joe's Pub, su publictheater.org. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  3. ^ (EN) Jon Pareles, Dipping Into Eastern Modes, Spicing Up the Tarantella, in The New York Times, 28 giugno 2013. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  4. ^ Adriana Varela | Artisti | Romaeuropa, su romaeuropa.net, 15 settembre 2010. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  5. ^ (EN) Author admin, L’Argentina di Peppe Voltarelli, su largentinablog, 5 novembre 2010. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  6. ^ MARC URSELLI - Producer / Engineer / Mixer / FOH Sound, su www.marcurselli.com. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  7. ^ Manuele Angelini, Peppe Voltarelli, Distratto ma però, su www.mescalina.it. URL consultato il 2 ottobre 2020.