Gino Marielli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Luigi Marielli)
Jump to navigation Jump to search
Gino Marielli
Tazenda Marielli.png
NazionalitàItalia Italia
GenereMusica etnica
Pop rock
Folk rock
Pop
Periodo di attività musicale1978 – in attività
Strumentochitarra, voce
Gruppo attualeTazenda
Gruppi precedentiCoro degli Angeli

Gino Marielli, all'anagrafe Luigi Marielli (Olbia, 25 gennaio 1958), è un musicista e cantautore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gino Marielli, olbiese, ma da sempre vissuto a Sassari è noto soprattutto per essere uno dei tre fondatori dei Tazenda. Chitarrista e autore dei testi e delle musiche della sua band sin dal 1988, ha firmato canzoni che ormai fanno parte della storia recente della musica in Sardegna e in Italia. 4 dischi d’oro e uno di platino. Il Premio Tenco nel ’91 come miglior canzone con “Disamparados”. Il Telegatto, due partecipazioni a Sanremo e collaborazioni prestigiose come Bertoli, De Andre’, Maria Carta, Eros Ramazzotti, Francesco Renga, Grignani, i Modà ed altri. Concerti in tutto il mondo. In Italia all’Olimpico e a San Siro con il pezzo Cuore e vento insieme ai Modà. Spunta la luna dal monte, Mamojada, Domo mia, Madre terra, Pitzinnos in sa gherra, Cuore e vento sono solo alcune delle sue canzoni che sono andate ai primi posti nelle classifiche nazionali e sono diventate delle “classics”. Tra i venti e i 25 anni ha suonato la chitarra come turnista in giro per il mondo con Gianni Morandi con cui ha scritto il brano Scivolando. Ha scritto insieme a Mogol “Il respiro del silenzio”, “Scivolando” e “Ave Maria bella” cantata davanti a Papa Francesco da Gigi Camedda. In Sardegna ha scritto per Andrea Parodi, Alessandro Catte, i Chichimeca, Claudia Crabuzza, Janas, Maria Giovanna Cherchi, Claudia Denule e altri. Ha scritto per il Giornale di Sardegna come libero opinionista e ora scrive per Sardegna Live. Ha scritto e pubblicato il romanzo “Il respiro del silenzio” ed il libro “Le mie canzoni per i Tazenda. Attualmente è direttore e coordinatore artistico del progetto “Umpare”. Il brano è stato creato da lui proprio per celebrare i 70 anni dalla nascita della Sardegna come Regione Autonoma.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]