Gino Marielli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gino Marielli
Tazenda Marielli.png
Marielli in concerto con i Tazenda nel 2014
NazionalitàItalia Italia
GenereMusica etnica
Pop rock
Folk rock
Pop
Periodo di attività musicale1978 – in attività
Strumentochitarra, voce
Gruppi attualiTazenda
Gruppi precedentiCoro degli Angeli

Gino Marielli, pseudonimo di Luigi Marielli (Olbia, 25 gennaio 1958), è un musicista e cantautore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gino Marielli è noto per essere uno dei tre fondatori del gruppo etno-pop-rock Tazenda.[1]

Il Coro degli Angeli[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1982, insieme ai fratelli Poddighe e Andrea Parodi, Gino Marielli e Giampaolo Conchedda con il Coro degli Angeli, pubblica l'album in studio Canzoni di Mogol - Battisti, Misterios nel 1984 e Shangay nel 1986. Con tre album dal vivo Cantare - Gianni Morandi nel 1980, Live @ RTSI Gianni Morandi nel 1983.

I Tazenda[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1988 ha formato, con Andrea Parodi e Gigi Camedda, suoi compagni nel gruppo degli anni 80 Coro degli Angeli, il gruppo etno-rock sardo Tazenda, di cui è ancora oggi chitarrista e anche seconda voce.[2]

Chitarrista e autore, ha firmato canzoni che ormai fanno parte della storia della musica, oltre ad aver collezionato numerosi riconoscimenti come il Premio Tenco per la miglior canzone con Disamparados, il Telegatto, due partecipazioni a Sanremo e collaborazioni prestigiose con artisti come Bertoli, De Andre', Ramazzotti, Renga, Grignani, i Modà e altri.

Tra i venti e i venticinque anni ha suonato la chitarra come turnista per Gianni Morandi, con cui ha scritto il brano Scivolando. Ha scritto insieme a Mogol Il respiro del silenzio e Ave Maria bella, cantata davanti a Papa Francesco da Gigi Camedda.

In Sardegna ha scritto per Andrea Parodi, Alessandro Catte, i Chichimeca, Claudia Crabuzza, Janas, Maria Giovanna Cherchi, Claudia Denule e altri. Ha scritto per il Giornale di Sardegna come opinionista e per Sardegna Live. Ha scritto e pubblicato il romanzo Il respiro del silenzio e il libro Le mie canzoni per i Tazenda.[3]

Attualmente è direttore e coordinatore artistico del progetto "Umpare". Il brano è stato creato da lui per celebrare i 70 anni dalla nascita della Sardegna come Regione Autonoma.[4]Attualmente dirige il progetto Umpare.

Nel 2021, scrive insieme a Renato Cubo e i Tazenda, l'inno della Dinamo Sassari e cantato da Baz.[5][6]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Coro degli Angeli[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio
Album dal vivo

Tazenda[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Discografia dei Tazenda.
Album in studio
Album dal vivo
Raccolte

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • Le Mie Canzoni per i Tazenda.[7][8]
  • L’Indiana di Luogosanto - 2020.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gino Marielli, in www.tazenda.it. URL consultato il 2021-4-4.
  2. ^ Luigi Camedda, in www.tazenda.it. URL consultato il 2021-4-4.
  3. ^ Le mie canzoni per i Tazenda, in www.tazenda.it. URL consultato il 2021-4-4.
  4. ^ "Umpare", una canzone per i settant'anni dello Statuto sardo, in www.unionesarda.it. URL consultato il 2021-4-4.
  5. ^ Dinamo Sassari, arriva l’inno ufficiale “Di bianco e di blu”, in www.centotrentuno.com. URL consultato il 2021-4-5.
  6. ^ Di bianco e di blu: l’inno ufficiale della Dinamo, in www.tiscali.it. URL consultato il 2021-4-5.
  7. ^ Le mie canzoni per i Tazenda, in www.tazenda.it. URL consultato il 2021-4-4.
  8. ^ Le mie canzoni per i Tazenda, in www.anobii.com. URL consultato il 2021-4-4.
  9. ^ L’Indiana di Luogosanto, in www.tazenda.it. URL consultato il 2021-4-4.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Media