Lasciami entrare (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lasciami entrare
Lasciami entrare - trailer.jpg
Una scena tratta dal trailer del film
Titolo originale Låt den rätte komma in
Lingua originale svedese
Paese di produzione Svezia
Anno 2008
Durata 114 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere orrore, drammatico
Regia Tomas Alfredson
Soggetto John Ajvide Lindqvist
Sceneggiatura John Ajvide Lindqvist
Distribuzione (Italia) Bolero Film
Fotografia Hoyte Van Hoytema
Montaggio Tomas Alfredson, Daniel Jonsäter
Musiche Johan Söderqvist
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi
« Uccido perché devo vivere. »
(Tagline del film)

Lasciami entrare (svedese: Låt den rätte komma in, inglese: Let the Right One In) è un film horror diretto da Tomas Alfredson, adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di John Ajvide Lindqvist, che è anche autore della sceneggiatura. Il film ha vinto numerosi premi tra cui un Best Narrative Feature al Tribeca Film Festival.

Il film è stato distribuito nelle sale italiane il 2 gennaio 2009.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

1981. In una fredda notte di Stoccolma, Oskar, un ragazzino di 12 anni maltrattato e picchiato dai compagni di scuola nell'indifferenza sia della madre che del padre, conosce Eli, una strana ragazzina dai lineamenti gitani, che si è trasferita da poco nel suo quartiere con un uomo di mezza età, di nome Håkan.

A Blackeberg, quartiere dove abitano, iniziano a verificarsi efferati e misteriosi omicidi, che gettano nel terrore l'intera comunità. Oskar rimane affascinato dagli omicidi, manifestando pensieri funesti e sperando che l'autore di tali crimini possa punire i bulli che gli rendono la vita impossibile. Nel frattempo l'amicizia tra Eli e Oskar si fa sempre più profonda, nonostante la ragazzina manifesti un lato inquietante.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene ambientato a Blackeberg, sobborgo di Stoccolma, il film è stato girato a Luleå, nel nord della Svezia, per garantire ambientazioni più nevose e dal clima estremamente rigido.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato per la prima volta il 26 gennaio 2008 al festival del cinema di Göteborg, successivamente è stato presentato in altri festival di tutto il mondo, guadagnandosi di volta in volta premi e critiche favorevoli. Negli Stati Uniti è stato distribuito con una restrizione di tipo R, a causa di alcune scene sanguinose e violente e per alcune immagini di breve nudità.

In Italia, dopo essere stato presentato al Torino Film Festival, è uscito nelle sale il 2 gennaio 2009 distribuito dalla neonata Bolero Film. La Bolero ha scelto il film di Alfredson, assieme a L'ospite inatteso di Tom McCarthy, per iniziare la propria attività nella distribuzione cinematografica.[1]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Il film contiene le seguenti canzoni:

  • Försonade di Agnetha Faltskog
  • Kvar i min bil di Per Gessle
  • Flash in the night di Tim Norrel e Björn Håkanson

Remake[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Blood Story (film 2010).

Nel 2010 è stato realizzato un remake in lingua inglese, frutto dell'accordo tra Overture Films e Hammer Films. Il film, intitolato Blood Story (Let Me In), è diretto da Matt Reeves e ha per protagonisti Kodi Smit-McPhee e Chloë Moretz.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nasce la Bolero Film, giornaledellospettacolo.it. URL consultato il 23 novembre 2008.
  2. ^ Le nomination degli ottavi Italian Directing Award (IDA) - CinemaItaliano.info

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema