Lasciami entrare (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lasciami entrare
Titolo originaleLåt den rätte komma in
AutoreJohn Ajvide Lindqvist
1ª ed. originale2004
1ª ed. italiana2006[1]
Genereromanzo
Sottogenerehorror
Lingua originale svedese
AmbientazioneSvezia

Lasciami entrare (Låt den rätte komma in) è un romanzo horror del 2004 dello scrittore svedese John Ajvide Lindqvist.

Le vicende si svolgono nell'inverno del 1981 a Blackeberg, sobborgo di Stoccolma, dove nasce un rapporto d'amicizia tra il dodicenne Oskar e una ragazzina vampiro di nome Eli. Il libro si concentra sul lato più oscuro dell'umanità, trattando temi attuali come il bullismo, la sociopatia, la droga, la diffusione della criminalità giovanile, la pedofilia, la prostituzione e l'omicidio, il tutto alla luce di un racconto che si fonda su una base evidentemente soprannaturale.

Questo romanzo, accostato in qualche caso ad opere dello scrittore statunitense Stephen King, rappresenta in effetti una sorta di ideale evoluzione del suo romanzo Le notti di Salem del 1977, in cui, in modo analogo, si utilizzava il racconto di terribili vicende di vampirismo come occasione per interrogarsi anche su alcuni aspetti negativi e inquietanti che dominano il tessuto sociale contemporaneo.

La parte iniziale del libro, con una descrizione accurata dell'ambiente sociale in cui si muovono i personaggi, si contrappone in modo inatteso allo sviluppo spaventosamente orrorifico che domina la seconda metà dell'opera, dove la narrazione cinica e distaccata dell'autore acuisce lo smarrimento e l'effetto spaesante provocato da non poche situazioni di estrema violenza.

Il romanzo è stato un best seller in Svezia e successivamente è stato tradotto in diverse lingue, tra cui tedesco, russo e inglese. È stato tradotto in italiano da Marsilio Editore il 26 ottobre 2006.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Oskar è un bambino di dodici anni vittima di atti di bullismo a scuola. Stringe amicizia con Eli, una bambina che da poco abita nell'appartamento accanto con un vecchio uomo di nome Håkan. Nel quartiere dove abitano iniziano a verificarsi efferati e inquietanti omicidi, che gettano nel terrore l'intera comunità. Solo Oskar, collezionista di articoli di giornali riguardanti argomenti crudi, rimane affascinato dalle gesta di questo killer (all'inizio è anche preoccupato di essere autore degli omicidi per qualche via soprannaturale quando, a causa della sua abitudine di colpire con un coltello un albero simboleggiante alcuni bulli, in contemporanea al suo attacco all'albero, un giovane viene ucciso in un paese vicino), e immedesimandosi in questo immagina di poter uccidere i suoi aguzzini. Intanto l'amicizia con Eli si fa sempre più profonda, nonostante la ragazzina manifesti alcuni lati inquietanti: esce solo di notte, sembra insensibile al freddo, ha una strana agilità e un'abilità straordinaria nel risolvere i puzzle. Intorno ai due protagonisti della vicenda si snodano le vicissitudini di molti altri personaggi, solo apparentemente secondari. Tra essi spicca proprio l'anziano e misterioso compagno della bambina Eli, Håkan, ma anche Tommy, un altro vicino di casa di Oskar, di poco più vecchio: uno dei pochi coetanei con cui il protagonista riesca ad avere un buon rapporto.

Titolo[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo originale, che tradotto significa Fai entrare quello giusto, fa riferimento alla canzone di Morrissey Let the Right One Slip In, inserita nell'edizione speciale dell'album Viva Hate, ma fa anche riferimento alla caratteristica dei vampiri, secondo cui non possono entrare in una casa se non espressamente invitati a farlo.

Adattamento cinematografico[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 è stato realizzato un adattamento cinematografico diretto dal regista svedese Tomas Alfredson, distribuito in Italia con il titolo identico al libro, Lasciami entrare. La Bad Robot Productions ha acquistato i diritti del romanzo per realizzare un remake di produzione americana affidando la regia a Matt Reeves: Blood Story (Let Me In) è uscito negli Stati Uniti il 10 ottobre 2010.[2].

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]