La guida in cucina: Che si mangia oggi?

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La guida in cucina:
Che si mangia oggi?

videogioco
La guida in cucina- che si mangia oggi? Pack DS.jpg
Il Pack Nintendo DS di:
La guida in cucina: Che si mangia oggi?
Titolo originale世界のごはん しゃべる!DSお料理ナビ
PiattaformaNintendo DS
Data di pubblicazioneFlag of Europe.svg 20 giugno 2008
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 3 luglio 2008
Flag of the United States.svg 24 novembre 2008
Giappone 4 dicembre 2008
GenereEducativo
TemaRicettario di cucina
SviluppoIndies Zero,
Nintendo NSD
PubblicazioneNintendo
Modalità di giocoGiocatore singolo
SupportoCartuccia
Fascia di etàACB: G
CERO: A
ESRB: E
PEGI: 7
USK: 0
Preceduto daShaberu! DS Oryōri Navi

La guida in cucina: Che si mangia oggi? (世界のごはん しゃべる!DSお料理ナビ Sekai no Gohan Shaberu! DS Oryōri Navi?) nota in Nord America come Personal Trainer: Cooking. Libro di ricette digitale per Nintendo DS.

Il tutorial è stato pubblicato per la prima volta in tutta Europa il 20 giugno 2008.[1] Sono poi seguite la pubblicazione in Australia in lingua inglese il 3 luglio 2008,[2] in Nord America il 24 novembre 2008[3] è in Giappone in lingua giapponese, il 4 dicembre 2008. La guida in cucina è un tutorial di ricette sviluppato a partire da un gioco distribuito solo in Giappone nel 2006: "Shaberu! DS Oryōri Navi".[3] La Guida fa parte dei Touch! Generations della Nintendo. In Nord America fa parte della serie, Personal Trainer.[4] Il tutorial è stato doppiato inglese, francese, italiano, tedesco o spagnolo.

Il gioco[modifica | modifica wikitesto]

La versione europea e nordamericana e australiana della guida in cucina è un "aiuto in cucina interattivo" che fornisce istruzioni passo - passo, su come cucinare una serie di 250 ricette, mentre la versione giapponese ne include circa 300.[1][5] L'utente viene guidato attraverso il processo di preparazione e cottura tramite una narrazione audio e video, utilizzando, per procedere attraverso ogni fase della cottura, il riconoscimento vocale Nintendo DS.[6] Gli utenti possono anche scegliere le ricette in base all numero di calorie, o agli ingredienti che in quell'istante si ha a partata di mano. La guida memorizza i piatti che il giocatore ha già preparato. L'applicazione permette inoltre agli utenti di prendere appunti e di compilare una lista della spesa. Funzioni caratteristiche sono un timer di cottura e una calcolatrice.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

L'Edizione Speciale Nintendo DS Lite di Personal Trainer: Cooking USA con custodia personalizzata inclusa (Special Edition Green Nintendo DS).

La prima versione della Guida in Cucina è uscita in anteprima in Giappone nel 2006; venne successivamente presentata negli Stati Uniti durante la conferenza stampa della Nintendo, presso il Kodak Theatre di Hollywood in occasione dell' del 2008.[7][8] In seguito venne mostrata nel mese di ottobre del 2008, in occasione della conferenza stampa dalla Nintendo al Live Blog USA di San Francisco.[9] Dopo aver venduto 600.000 copie in Nord America e in Europa nei primi due giorni successivi alla distribuzione, la Nintendo ha annunciato il 27 aprile 2009 che il tutorial sarebbe stato confezionato in verde, l'ultimo colore aggiunto all'arcobaleno hardware dei Nintendo DS Lite.[10] La versione Nintendo DS Lite di colore verde, lo "Special Edition Green Nintendo DS", venne distribuita solo in Nord America il 3 maggio 2009.

La guida in cucina[modifica | modifica wikitesto]

Programma software[modifica | modifica wikitesto]

Il software, "La Guida in Cucina" fornisce otto utili supporti:[6]

  • Calcolo automatico delle quantità degli ingredienti per 1, 2, 4 o 6 persone.
  • Evidenziazione degli utensili necessari e consigliati per preparare ogni piatto.
  • Video esplicativi e informazioni testuali sulle diverse tecniche di cucina.
  • Suggerimenti di sostituti europei agli ingredienti asiatici, poco utilizzati in occidente.
  • Elenco di tutte le ricette disponibili con gli ingredienti che si hanno a disposizione.
  • Possibilità di passare da una fase all'altra della ricetta semplicemente parlando, grazie al microfono della console.
  • Possibilità di prendere appunti a mano sulle ricette, tramite il touch screen.
  • Un timer per mantenere sotto controllo i tempi di cottura.
  • Creazione di un elenco delle proprie ricette preferite.

Il tutorial permette di personalizzare alcune impostazioni come, le dosi di un ricetta, o la pianificazione del calendario per le ricette programmate nella settimana successiva.[6]

Selezionare ricette[modifica | modifica wikitesto]

Le ricette della guida in cucina sono disposte per Nazione, e forniscono una vasta scelta dei piatti più famosi del mondo. La scelta può essere visualizata in quattro modi diversi: Lista completa, Paese Area, Condizioni e Parola chiave.

  • La selezione, "Lista completa" permette di scegliere le ricette in ordine di tipologia come: Insalate, Minestre, Pasta Riso Pane, Carne, Pesce, Verdure, Contorni e Dolci.
  • La selezione, "Paese Area" permette di scegliere le ricette su una mappa geografica planetaria. Si potrà selezionare la nazione con le frecce ai lati o con la stilo DS. Selezionato il paese vi sarà mostrato in alto sullo schermo basso, una lista delle sue ricette, e nello schermo alto i dettagli sul paese e sulle ricette.
  • La selezione, "Condizioni" permette di scegliere delle condizioni di ricerca dei piatti come: appunti, difficoltà, ingredienti, preparazione, calorie e tempo.
  • La selezione, "Parola chiave" permette di scegliere i piatti tramite l'inserimento di parole chiave, ad esempio: “speziato”, “cremoso”, “bistecca” o anche “aglio”, “agnello”, “alici”.

I piatti[modifica | modifica wikitesto]

Ricette Flag of Argentina.svg Argentine:

Ricette Flag of Australia.svg Australiane e Flag of New Zealand.svg Neozelandesi:

  • Costolette di agnello saltate in padella
  • Insalata di verdure grigliate
  • Patate fritte con panna acida
  • Pavlova (meringa con frutta e panna)
  • Torta salta con ripieno di carne

Ricette Flag of Austria.svg Austriache:

Ricette Flag of Belgium.svg Belghe:

Ricette Flag of the People's Republic of China.svg Cinesi:

Ricette Flag of South Korea.svg Sudcoreane:

Ricette Flag of France.svg Francesi:

Ricette Flag of the United Kingdom.svg Britanniche:

Ricette Flag of Germany.svg Tedesche:

Ricette Flag of Japan.svg Giapponesi:

Ricette Flag of Greece.svg Greche:

Ricette Flag of India.svg Indiane:

Ricette Flag of Indonesia.svg Indonesiane:

Ricette Flag of Italy.svg Italiane:

Ricette Flag of Mexico.svg Messicane:

  • Guacamole (salsa di avocado)
  • Insalata Messicana
  • Nachos con salsa
  • Pozole (zuppa di mais con carne di maiale)
  • Taco (tortilla messicana farcita)
  • Tortilla e uova alla ranchera

Ricette Flag of Morocco.svg Flag of Algeria.svg Flag of Tunisia.svg Flag of Libya.svg Flag of Egypt.svg Nordafricane:

Ricette Flag of Peru (state).svg Peruviane

Ricette Flag of Portugal.svg Portoghesi:

Ricette Flag of Russia.svg Russe:

  • Bortsh (zuppa di barbabietole russa)
  • Manzo alla Striganoff
  • Shchi (zuppa di cavolo)
  • Syrniki (dolcetti al formaggio)
  • Tortino ai funghi

Ricette Flag of Norway.svg Flag of Denmark.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Scandinave:

  • Bistecca di salmone
  • Dessert alle fragole
  • Gratin di pesce
  • Kottbullar (polpette di carne alla scandinava)
  • Pyttipanna (pasticcio di patate)
  • Sandwich aperti alla scandinava
  • Smorrebrod (tartine danesi)
  • Tentazione di Jansson (con acciughe)
  • Zuppa con panna e salmone
  • Zuppa di mare

Ricette Flag of Spain.svg Spagnole:

  • Calamari al sugo nero
  • Crocchette di baccalà
  • Gamberi all'aglio
  • Gazpacho (zuppa fredda di verdure)
  • Merluzzo e vongole in salsa verde
  • Natillas (crema con biscotti)
  • Paella
  • Pollo al chilindròn
  • Polpo alla galiziana
  • Torrija al miele
  • Tortilla di patate
  • Vongole al vino bianco
  • Zuppa all'aglio
  • Zuppa con pasta
  • Zuppa ricca di Lenticchie

Ricette Flag of the United States.svg Statunitensi:

  • Brownie alla banana
  • Chicken pot pie (torta rustica di pollo)
  • Chili con carne
  • Crocchette di granchio
  • Insalata di patate con maionese
  • Jambalaya (riso piccante)
  • Macaroni cheese
  • Pollo fritto
  • Sformato di carne macinata
  • Zuppa di molluschi del New Wngland

Ricette Flag of Switzerland (Pantone).svg Svizzere:

Ricette Flag of Thailand.svg Thailandesi:

  • Patthai (capellini di riso saltati)
  • Perle di tapioca al latte di cocco
  • Pollo al curry rosso
  • Thot man pla (frittelle di pesce thailandesi)
  • Tom yum kung (zuppa thailandese)

Ricette Flag of Turkey.svg Turche:

  • Bollito di manzo con fagioli bianchi
  • Dolmades di peperoni
  • Stufato di agnello con verdure
  • Sutlac (pudding dolce di riso)
  • Zuppa di Pomodoro

Ricette Flag of Hungary.svg Ungheresi:

Ricette Flag of Vietnam.svg Vietnamite:

  • Banh Xeo (crepes di Saigon)
  • Dolce di fagioli mungo
  • Involtini primavera Vietnamiti
  • Involtini Vietnamiti freddi
  • Pho ga (zuppa di tagliatelle con pollo)

Selezionare Dizionario[modifica | modifica wikitesto]

La guida in cucina fornisce un sezione chiamata, “Dizionario”, un glossario utile per spiegare ciò che la guida in cucina possiede, come ingredienti, ingredienti alternativi, utensili, preparazioni di base, tecniche di taglio, terminologia, segreti culinari, impasti e salse, punti fondamentali e video esplicativi.

Impasti e salse è una sezione extra che insegna come creare alcuni ingredienti per le ricette della guida in cucina.

Ricette “Impasti e salse” :

Selezionare Lista della spesa[modifica | modifica wikitesto]

La guida in cucina fornisce anche un sezione chiamata, “Lista della spesa”, sezione che funziona in tutto per tutto come una vera lista della spesa, anche fornita di una calcolatrice elettronica.

Selezionare Impostazioni[modifica | modifica wikitesto]

Le impostazioni della guida in cucina offrono un utile sistema per limitare gli ingredienti per chi soffre di allergie a particolari alimenti, segnalati con un crocetta su tutte le ricette che li contengono.

La collaborazione della Tsuji Cooking Academy[modifica | modifica wikitesto]

Le ricette del La Guida in Cucina sono state accuratamente selezionate e perfezionate dai guru culinari della Tsuji Cooking Academy, accademia di cucina giapponese fondata nel 1917 con sede a Osaka.[11] Inoltre, i “Video esplicativi” sono stati forniti dalla Tsuji Cooking Academy.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Vendite[modifica | modifica wikitesto]

La catena di supermercati ASDA ha dichiarato che La Guida in Cucina ha venduto oltre 10 000 copie nella prima ora di pubblicazione, vendita servita da traino anche sulle vendite dei prodotti utilizzati nelle ricette.[12] La versione Nord Americana, al dicembre 2008. fu il 13° gioco più venduto per Nintendo ed il 3° per Nintendo DS[13]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Accoglienza
Aggregatori di recensioni Giudizio
Eurogamer 8/10 stelle[13]
Gamekult nessun voto[14]
IGN 9/10 stelle[15]
Les Gameuses 2.5/5 stelle[16]
Metacritic 81%[17]
Multiplayer.it nessun voto[18]
Pocket Gamer 7/10 stelle[19]
Riviste Giudizio
Mario & Yoshi’s Friends Megazine 7.8/10 stelle[20]
Official Nintendo Magazine 80%[21]

Recensioni statunitense[modifica | modifica wikitesto]

Il videogioco, La Guida in Cucina e stato ben accolto negli Stati Uniti, ricevendo dal sito statunitense Metacritic una valutazione dell'81%.[17] La rivista ufficiale statunitense della Nintendo: Official Nintendo Magazine, sentì il dovere di mettere in evidenzia alcuni aspetti del gioco, dichiarando che fosse meglio di un consueto libro di ricette. Il tutorial fu elogiato, sia per la facilità dell'uso del software, che per la vasta gamma di ricette che offre, ma ad un certo punto fu ritenuto che il prezzo Europeo al dettaglio fosse troppo basso. La valutazione della rivista Official Nintendo Magazine è stato dell'80%.[21] Il sito statunitense, Pocket Gamer, ha fatto provare La Guida in Cucina a degli chef professionisti. I cuochi, mentre preparavano le ricette, hanno dichiarato di aver utilizzato sporadicamente le istruzioni del videogioco. Nel complesso, La Guida in Cucina fu più utile di altri Touch! Generations testati dalla Pocket Gamer come, Dr. Kawashima's Brain Training.[19] La IGN, sito statunitense ha dato alla Guida in Cucina un voto di 9 su 10, lodando, sia la sua accessibilità all'interfaccia utente, che alle caratteristiche, come la narrazione audio didatta.[15] La Guida in Cucina venne premiato dalla IGN come il titolo di Miglior uso del Suono in un Videogioco nei 2008.[22]

Recensioni francesi[modifica | modifica wikitesto]

Il videogioco venne ben accolto in Francia ottenendo un discreto successo, ma per la sua inaspettata caratteristica di non essere proprio un videogioco, venne criticato pesantemente da critici videoludici francesi. Il sito francese, Gamekult ha ritenuto il tutorial il primo della suo genere ad essere considerato il primo "non videogioco", grazie alle sue caratteristiche di guidare gli utenti nella preparazone delle ricette. il successo del tutorial indusse a sperare ad una nuova versione del videogioco e alla possibilità di scaricare nuovi contenuti per avere una vasta scelta di ricette.[14] Il sito francese Les Gameuses a valutato La Guida in Cucina come un ottimo videogioco per imparare a cucinare per la sua facilita nell'uso, per le spiegazioni molto accurate nei diversi passaggi culinari è per la funzionalità vocale che permette di non toccare la console mentre si cucina, ma per il suo utilizzo non viene considerato un videogioco. Per la sua originalità unica La Guida in Cucina riceve un valutazione dalla Les Gameuses di 2,5 su 5.[16]

Recensioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

Il videogioco La Guida in Cucina non è stato molto atteso in Italia ricevendo numerose critiche positive sull'idea. La rivista italiana Mario & Yoshi's Friends Megazine ha ritenuto il videogioco "incompleto" per le poche ricette presenti e per la quantità di ingredienti non molto reperibili in Italia, ritenendo però il software che dispone il videogioco un capolavoro di programmazione. La Mario & Yoshi's Friends Megazine ha valutato La Guida in Cucina 7,8 su 10.[20] Il sito italiano Multiplayer.it ha ritenuto di non considerare La Guida in Cucina un videogioco, bensì un software che funge da ricettario e da guida nell'esecuzione delle ricette stesse presenti nel programma; non rientrando nei parametri videoludici convenzionali, non ha dato alla Guida in Cucina nessun voto.[18]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

2008

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

La Nintendo in collaborazione con lo show televisivo americano Supermarket Sweep organizzò un evento esclusivo dedicato alla uscita del videogioco La guida in cucina: Che si mangia oggi?. Le dieci squadre gareggiarono in una folle corsa per raccogliere gli ingredienti di un'unica ricetta (scelta a caso) evidenziata sui loro Nintendo DS.[23]

Riconoscimenti di produzione[modifica | modifica wikitesto]

Direttore
  • Hirotaka Watanabe
Direttore del Design
  • Eri Honma
Design
  • Aiko Inada
  • Rie Matsushita
  • Kouchi Takeda
  • Yasuhiro Nakamura
  • Kenta Kubo
Programmatori
  • Kazuyuki Miyata
  • Makoto Nakajima
  • Takahiro Matsuda
Script di dati
  • Mitsuru Shinohara
  • Yuuichi Igarashi
  • Tadayuki Hikida
  • Noriko Miura
Supporto Artwork
  • Sachiko Nakamichi
  • Chiharu Sakiyama
  • Norio Asakura
Debug
  • Ryosuke Yamada
  • Go Endo
  • Super Mario Club
Gestione Localizzazione Europea
  • Andy Fay
  • Takashi Ebiike
  • Jan Kuczynski
  • William Romick
Traduttori
  • Barbara Pisani (Traduttore Italiano)
  • Chiara Botta (Traduttore Italiano)
  • Fabio Costantino (Traduttore Italiano)
Convalida NOE e test
  • Alessio Danieli
  • NOE Test Team
Localizzazione Manuale e Disposizione
  • Adrian Michalski
  • Jens Peppel
  • Peter Swietochowski
  • Silke Sczyrba
  • Dmitrij Sobin
  • Yumie Yamane
  • Monika Humpe
  • Kathrin Grieser
  • Sandra Bialys
  • Bianca Rose
  • Alfiya Alesheva
  • Uschi Lipinski
  • Sascha Nickel
  • Jan Muhl
  • Jasmina Libonati
  • Moni Händschke
  • Oleg Sdarskij
  • Manfred Anton
  • Fabrizio Cattaneo
  • Christopher Caël
Consulenza Ricette e Cottura
  • Tsuji Cooking Academy
Chief supervisore
  • Shinya Shyundo (Professore di cucina, Giapponese)
Creazione di ricette
  • Akihiko Manada (Professore di cucina Spagnola, Giapponese)
  • Arimasa Takemura (Professore di cucina Giapponese, Giapponese)
  • Tomoji Nishio (Professore di cucina Italiana, Giapponese)
  • Daigo Sakanaka (Professore di cucina Cinese, Giapponese)
  • Ryuji Miyake (Professore di cucina Francese, Giapponese)
Produzione Video
  • Tsuji Cooking Academy/DENTSU INC.
Produzione Audio
  • Side UK Ltd.
Supporto Creazione Text
  • Brain corporation
Coordinatori
  • Miyuki Hirose
  • Emi Watanabe
  • Kazumi Kasatani (Tsuji Cooking Academy)
  • Misa Sakurai (Tsuji Cooking Academy)
Gestione del progetto
  • Hiroshi Sato
  • Toshiharu Izuno
Produttori
  • Masanobu Suzui
  • Yoshinori Tsuchiyama
Produttore esecutivo
  • Satoru Iwata

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Il videogioco è stato doppiato in giapponese, inglese, francese, italiano, tedesco e spagnolo.

Personaggio Doppiatore giapponese Doppiatore inglese Doppiatore francese Doppiatore italiano Doppiatore tedesco Doppiatore spagnolo
La voce del Cuoco
-
-
-
-
J. Ignacio Latorre[25]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Le musiche della La guida in cucina: Che si mangia oggi? sono state create da Toshiyuki Sudo.

Altri nomi del videogioco[modifica | modifica wikitesto]

Versione Nome
Giapponese 世界のごはん しゃべる!DSお料理ナビ
Statunitense Personal Trainer: Cooking
Inglese Cooking Guide: Can't decide what to eat?
Francese Leçons de Cuisine: Qu'allons-nous manger aujourd'hui?
Spagnola ¡Cocina conmigo!: ¿Qué preparamos hoy?
Tedesca Kochkurs: Was wollen wir heute kochen?

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Sito ufficiale Blogo, sezione A Bagnomaria: La rubrica di cucina e società di Blogo - "La guida in cucina: Che si mangia oggi?": il nuovo gioco per Nintendo DS, Blogo.it, 5 giugno 2008. URL consultato il 7 febbraio 2012.
  2. ^ (AST) Sito ufficiale Nintendo Australiano - Cooking Guide: Can't decide what to eat?, su nintendo.com.au. URL consultato il 2 ottobre 2013.
  3. ^ a b (EN) Sito ufficiale Nintendic - E³ 2008: Cooking Guide dated for North America, Nintendic.com, 15 luglio 2008. URL consultato il 21 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 3 agosto 2008).
  4. ^ (EN) Sito ufficiale GoNintendo - Nintendo Launches Personal Trainer: Cooking For Nintendo DS, GoNintendo.com, 24 novembre 2008. URL consultato il 21 febbraio 2012.
  5. ^ (JA) Sito ufficiale Nintendo Giapponese - Menu Book di 世界のごはん しゃべる!DSお料理ナビ (PDF), su nintendo.co.jp. URL consultato il 25 febbraio 2012.
  6. ^ a b c Sito ufficiale Blogo, sezione GamesBlog: Il magazine per gamers di Blogo - La guida in cucina - Che si mangia oggi?: anteprima europea del nuovo gioco di cucina per Nintendo DS, Blogo.it, 30 maggio 2008. URL consultato il 22 gennaio 2014.
  7. ^ (EN) Sito ufficiale IGN UK & Ireland - E³ 2008 Cooking Navi Comes to the States: The popular cooking assistant non-game is getting an American localization., IGN, 15 luglio 2008. URL consultato il 1 aprile 2012.
  8. ^ (EN) Sito ufficiale IGN UK & Ireland - E³ 2008 Cooking Guide: Can't Decide What to Eat? Hands-on: Yummy., IGN, 15 luglio 2008. URL consultato il 1 aprile 2012.
  9. ^ (EN) Sito ufficiale IGN UK & Ireland - Nintendo US Press Conference Live Blog: The press conference in San Francisco is on., IGN, 2 ottobre 2008. URL consultato il 1 aprile 2012.
  10. ^ (EN) Blog Ufficiale Popzara Blogs - Nintendo To Announce Lime-Green DS/Personal Trainer Cooking Bundle For Mother's Day, su blogs.popzara.com, 24 aprile 2009. URL consultato il 9 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 17 settembre 2011).
  11. ^ (EN) Sito ufficiale Nintendo Statunitense - Personal Trainer: Cooking: FAQ, su personaltrainercooking.com. URL consultato il 22 febbraio 2012.
  12. ^ (EN) Sito ufficiale Computer and Video Games - Mums go DS mental at Asda: New game causes run on ingredients in Aisle 13, CVG, 20 giugno 2008. URL consultato il 23 febbraio 2012.
  13. ^ a b (EN) Sito ufficiale Eurogamer - DS Roundup: Cooking Guide, Harvest Fishing, My Health Coach, Wacky Races., Eurogamer.net, 11 settembre 2008. URL consultato il 25 gennaio 2014.
  14. ^ a b (FR) Sito ufficiale Gamekult - Fiche du jeu Leçons de Cuisine : Qu'allons nous manger aujourd'hui ?, Gamekult. URL consultato il 24 gennaio 2014.
  15. ^ a b (EN) Sito ufficiale IGN - Personal Trainer: Cooking Review: Game and cook with reckless abandon., IGN, 25 novembre 2008. URL consultato il 22 gennaio 2014.
  16. ^ a b (FR) Sito ufficiale Les Gameuses - Leçons de cuisine: qu'allons-nous manger aujourd'hui? DS, lesgameuses.eu. URL consultato il 24 gennaio 2014.
  17. ^ a b (EN) Sito ufficiale Metacritic - Recensione Personal Trainer: Cooking DS, Metacritic.com. URL consultato il 22 gennaio 2014.
  18. ^ a b Sito ufficiale Multiplayer - La guida in cucina: Che si mangia oggi?: Recensione, Multiplayer.it, 10 luglio 2008. URL consultato il 22 gennaio 2014.
  19. ^ a b (EN) Sito ufficiale Pocketgamer - Cooking Guide: Can't Decide What To Eat? review, Pocket Gamer.co.uk, 27 giugno 2008. URL consultato il 22 gennaio 2014.
  20. ^ a b Sito ufficiale Mario & Yoshi’s Friends Megazine - Recensione di: La guida in cucina: Che si mangia oggi?, Mario & Yoshi’s Friends Megazine. URL consultato il 22 gennaio 2014.
  21. ^ a b (EN) Sito ufficiale Official Nintendo Magazine - Cooking Guide: Can't Decide What To Eat? Review: Forget Delia! The DS will teach you how to cook..., Official Nintendo Magazine, 19 giugno 2008. URL consultato il 22 gennaio 2014.
  22. ^ a b (EN) Sito ufficiale IGN - IGN DS: Best Use of Sound 2008, IGN. URL consultato il 22 gennaio 2014.
  23. ^ (EN) Sito ufficiale UGO - Personal Trainer: Cooking meets Supermarket Sweep: Grab a shopping cart and fill it with all the goods from Nintendo's latest event., UGO, 21 novembre 2008. URL consultato il 25 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 9 settembre 2010).
  24. ^ La guida in cucina: Che si mangia oggi?, su antoniogenna.net. URL consultato il 22 gennaio 2014.
  25. ^ (ES) Sito ufficiale Doblaje Videojuegos - Cocina conmigo: ¿Qué preparamos hoy?, su doblajevideojuegos.es. URL consultato il 24 gennaio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]