La Capannina (locale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Coordinate: 43°57′05.47″N 10°10′26.26″E / 43.95152°N 10.17396°E43.95152; 10.17396

La Capannina di Franceschi

La Capannina di Franceschi, detta semplicemente La Capannina, è uno storico locale di Forte dei Marmi in provincia di Lucca molto famoso negli anni sessanta e settanta. La discoteca è in attività ed è aperta tutto l'anno[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu aperto nell'agosto 1929, quando Achille Franceschi, albergatore del posto, allestì un capanno sulla spiaggia, fino ad allora usato da un falegname come rimessa di attrezzi, sistemando tavolini, un bancone per servire bevande e un grammofono a manovella[2].

Si dice che Franceschi abbia fondato il locale per giocare a carte con gli amici investendoci gli ultimi risparmi rimasti dopo le enormi spese per costruire un Grand Hotel ed un Casinò, falliti dopo soli due mesi. L'origine del nome sarebbe dovuta alla frase “Bello questo posto, sembra proprio una capannina" detta a Franceschi da una sua amica contessa[3].

Il locale ebbe un grande successo fin dall'inizio. Presso la Capannina si ritrovavano nobili (Della Gherardesca, Rospigliosi, Rucellai, Sforza, i baroni Casana o il conte Spartaco Manni,assiduo frequentatore), intellettuali (Montale, Ungaretti, Primo Levi e Leonida Repaci erano ospiti fissi per l'aperitivo prima del tramonto)[4] ed esponenti di spicco del regime fascista, da Ettore Muti[5] a Italo Balbo. Quest'ultimo in particolare amava planare con il suo idrovolante direttamente davanti al locale e fu tra i primi a sorseggiare il famosissimo cocktail Negroni[6]. In breve La Capannina divenne uno dei più prestigiosi ritrovi dell'Italia estiva.

Dopo un grosso incendio, avvenuto nel 1939, La Capannina fu completamente ricostruita su progetto di Maurizio Tempestini (1906-60).

Negli anni del boom economico, il locale ospitò spettacoli degli artisti nazionali e internazionali più in voga (Édith Piaf, Patty Pravo, Ray Charles, Peppino di Capri, Fred Bongusto, Gloria Gaynor) ed ebbe come ospiti i maggiori industriali del momento (Agnelli, Barilla, Marzotto, Moratti)[7].

Nel 1961, Franceschi scritturò la nuova orchestra del maestro Marcello Cortopassi (figlio dell'illustre maestro Domenico) per ripercorrere i fasti del suo locale.

Dopo il periodo di massimo splendore negli anni sessanta-settanta, La Capannina fu ceduta da Franceschi a Gherardo e Carla Guidi, che tuttora gestiscono il locale nel solco della tradizione, senza aver effettuato rilevanti modifiche nella struttura che è praticamente ancora quella del dopoguerra.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Ad oggi la Capannina di Forte dei Marmi ha il primato come locale da ballo con ristorante più antico del mondo e non ha mai cambiato nome dall'apertura[8].

Nel corso degli anni il locale ha fatto da set ad alcuni film estivi tra i quali Sapore di mare e Abbronzatissimi con Jerry Calà, ospite fisso in Capannina con le sue serate di piano bar per molti anni[9].

Al momento è in lavorazione un film-documentario sulla vita di Nevio Franceschi (interpretato dall'attore Ivano Marescotti), figlio dell'ideatore della Capannina Achille, che verrà girato in Versilia[10].

Esiste, ed è merce preziosa per i collezionisti, un LP del 1963, interamente registrato dal vivo alla Capannina dal gruppo beat italiano I Quartetto di Lucca (I 4 di Lucca a La Capannina RCA PML).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Capannina di Franceschi Forte dei Marmi, su La Capannina di Franceschi Forte dei Marmi. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  2. ^ Forte dei Marmi: il famosissimo locale La Capannina, in Sempreinviaggio.it, 5 aprile 2011. URL consultato il 14 luglio 2011.
  3. ^ Capannina, 75 anni di divertimento, in TGCom, 29 luglio 2004. URL consultato il 14 luglio 2011.
  4. ^ La Capannina compie 80 anni, in Corriere della Sera, 14 agosto 2009. URL consultato il 14 luglio 2011.
  5. ^ Gian Antonio Stella, Versilia, la riviera della trasgressione, in Corriere della Sera, 26 agosto 1999, p. 16. URL consultato il 14 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2015).
  6. ^ Paola Bottelli, La Capannina, simbolo della "nuova" Italia, in Il Sole 24 ORE. URL consultato il 2 febbraio 2012.
  7. ^ Gli 80 anni della 'Capannina' tra notti d'estate e drink in riva al mare [collegamento interrotto], in Adnkronos, 23 agosto 2009. URL consultato il 14 luglio 2011.
  8. ^ Gli ottant'anni della Capannina, in Il Giornale, 27 agosto 2009. URL consultato il 14 luglio 2011.
  9. ^ Jerry Calà festeggia i suoi dieci anni di Capannina con Eva Henger, in Lo Schermo Lucca, 18 luglio 2007. URL consultato il 14 luglio 2011.
  10. ^ Marescotti sarà Nevio Franceschi [collegamento interrotto], in Il Tirreno, 7 giugno 2011. URL consultato il 14 luglio 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]