Grammofono

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un grammofono

Il grammofono è uno strumento in grado di riprodurre un suono, inventato da Emile Berliner 1887.[1]

A differenza del già esistente fonografo di Edison, che leggeva un suono inciso su dei cilindri, il grammofono sfruttava le incisioni presenti su un disco (detto disco fonografico). Per la sua maggior popolarità rispetto al primo, il grammofono è solitamente considerato un perfezionamento del fonografo,[1][2] e talvolta i due termini sono usati interscambiabilmente.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Funzionamento[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b grammofono, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  2. ^ fonografo, in Dizionario delle scienze fisiche, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1996.
  3. ^ Ernesto Cauda, Grammofono, in Enciclopedia Italiana, II Appendice, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1933.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 1930 · GND (DE4174890-6 · BNF (FRcb11979254z (data)