Domenico Cortopassi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Domenico Cortopassi (Sarzana, 8 ottobre 1875La Spezia, 15 ottobre 1961) è stato un compositore e direttore d'orchestra italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò con il padre Alemanno (1838-1909) e poi all'Istituto musicale Boccherini di Lucca, perfezionandosi infine a Milano.

Come direttore d'orchestra, esordì in Svezia e, rientrato in Italia, svolse la sua carriera soprattutto in Toscana e Liguria. Diresse anche nell'Africa del Nord, a Tunisi e Tripoli. In quest'ultima città inaugurò il Politeama dirigendo il melodramma La Fanciulla del West di G. Puccini.

Le opere[modifica | modifica wikitesto]

È stato compositore di opere liriche, operette, musica sacra, per banda e da camera. Ma la sua vena lo portò anche a comporre musica per cinegiornali, documentari e film.

Fu anche maestro di banda, direttore di varie società filarmoniche, maestro di cappella della Cattedrale di Borgo S. Lorenzo, organista e maestro di cappella della chiesa abbaziale a La Spezia e della Cattedrale di Sarzana, nonché direttore di vari cori e Istituti musicali.

La sua opera più importante è considerata Santa Poesia, su libretto di Augusto Novelli e Giovacchino Forzano, ambientata durante le Cinque giornate di Milano, che debuttò al Politeama Duca di Genova della Spezia il 2 dicembre 1909, poi a Lucca, Livorno,Sarzana e a Milano.

Fu autore della marcia delle marce Rusticanella (Quando passan le Legion) nel 1919, del primo fox-trot italiano, intitolato Marion del 1917 (1924), che ebbe notevole successo in Argentina; la canzone Romantico slow, cantata dal Tenore Tito Schipa nel film Vivere; vincitore del primo premio al carnevale di Viareggio nel 1925 con la canzone Baccanale scapigliato, mentre a Pistoia nel 1939 con la canzone Vien dei baci la stagion e infine a Venezia, nel 1952 con la canzone Tose Veneziane; fu vincitore del primo premio a Trieste con l'operatta Bombardella Tiritera.

Molte città italiane gli hanno donato una strada a ricordo delle sue intramontabili melodie: La Spezia, Viareggio, Roma, Prato,Latina, Trapani,Trieste.

Il Comune di Lucca per onorare la sua figura artistica gli ha donato una tomba privilegiata nel cimitero monumentale; nella stessa nel Famedio vi è la sua effigie insieme ai grandi Bocchierini, Catalani, Puccini e altri.

Il figlio, Marcello Cortopassi, divenne un apprezzato compositore, principalmente di canzoni.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN166502920 · ISNI (EN0000 0001 1725 6772