Kōji Murofushi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kōji Murofushi
lang=it
Murofushi festeggia l'oro di Taegu 2011.
Nazionalità Giappone Giappone
Altezza 187 cm
Peso 89 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Lancio del martello
Record
Martello 84,86 m Record asiatico (2003)
Società Mizuno Track Club
Carriera
Nazionale
1992- Giappone Giappone
Palmarès
Giochi olimpici 1 0 1
Mondiali 1 1 1
Campionati asiatici 1 3 0
Giochi asiatici 2 1 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 6 agosto 2012

Kōji Alexander Murofushi (室伏 広治 アレクサンダー Murofushi Kōji Arekusandā?; Numazu, 8 ottobre 1974) è un martellista giapponese, campione olimpico e campione mondiale della specialità.

Sin dal 2001, quando vinse la medaglia d'argento ai Mondiali di Edmonton, è considerato fra i migliori lanciatori in attività.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel suo palmarès figurano inoltre gli ori nei Campionati asiatici 2002 e nei Giochi asiatici del 1998 e 2002 oltre al bronzo ai campionati del mondo di atletica leggera 2003 svoltisi quell'anno a Parigi. Quello stesso anno raggiunse la distanza di 84,86 metri, risultando il miglior lancio negli ultimi 10 anni, prestazione che gli è valso il 5º posto nella classifica dei migliori lanciatori di martello di tutti i tempi.

Nel 2004 si laurea campione olimpico grazie all'oro conquistato ad Atene in seguito alla squalifica di Adrián Annus.

A seguito della squalifica per doping di Vadzim Dzevjatoŭski e Ivan Cichan, rispettivamente vincitori della medaglia d'argento e di bronzo, si è aggiudicato quest'ultimo metallo alle Olimpiadi di Pechino del 2008; tuttavia il 10 giugno 2010 il Tribunale Arbitrale Sportivo di Losanna ha annullato la decisione, restituendo ai martellisti bielorussi Dzevjatoŭski e Cichan le medaglie d'argento e di bronzo conquistate a Pechino, giudicando non validi i test antidoping che avevano trovato positivi al testosterone i due atleti e a disporre la revoca dei piazzamenti ottenuti. Cichan, dopo un ulteriore controllo dei prelievi fatti ad Atene, nel 2004, è successivamente sospeso per 2 anni, dal 2012 fino ad agosto 2014.

Il 29 agosto 2011 vince il titolo mondiale a Taegu.

Murofushi viene da una famiglia di lanciatori, infatti anche il padre Shigenobu Murofushi partecipò da martellista ai Giochi olimpici e detenne il record giapponese per decenni, dal 1971, fin quando non fu proprio Kōji a migliorare il primato nazionale, mentre la sorella Yuka Murofushi è discobola oltre che lanciatrice di martello. La madre, la rumena Serafina Moritz, fu lanciatrice di giavellotto.

Record nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Seniores[modifica | modifica wikitesto]

  • Lancio del martello: 84,86 m (Rep. Ceca Praga, 29 giugno 2003) Record asiatico

Progressione[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Misura Note
1994 Giochi asiatici Giappone Hiroshima Lancio del martello Argento Argento 67,48 m
1997 Mondiali Grecia Atene Lancio del martello 10º 74,82 m
1998 Giochi asiatici Thailandia Bangkok Lancio del martello Oro Oro 78,57 m
1999 Universiadi Spagna Palma di Maiorca Lancio del martello 77,14 m
2000 Olimpiadi Australia Sydney Lancio del martello 76,60 m
2001 Mondiali Canada Edmonton Lancio del martello Argento Argento 82,92 m
2002 Giochi asiatici Corea del Sud Pusan Lancio del martello Oro Oro 78,72 m
2003 Mondiali Francia Parigi Lancio del martello Bronzo Bronzo 80,12 m
2004 Olimpiadi Grecia Atene Lancio del martello Oro Oro 82,91 m
2007 Mondiali Giappone Osaka Lancio del martello 80,46 m
2008 Olimpiadi Cina Pechino Lancio del martello 80,71 m
2011 Mondiali Corea del Sud Taegu Lancio del martello Oro Oro 81,24 m
2012 Olimpiadi Regno Unito Londra Lancio del martello Bronzo Bronzo 78,71 m
2013 Mondiali Russia Mosca Lancio del martello 78,03 m Miglior prestazione personale stagionale

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN252203770 · ISNI (EN0000 0003 7571 0966