Gyula Zsivótzky

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gyula Zsivótzky
Gyula Zsivótzky 1967.jpg
Nazionalità Ungheria Ungheria
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Lancio del martello
Record
Lancio del martello 73,76 (Record del Mondo, 1968)
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Città del Messico 1968 Martello
Argento Roma 1960 Martello
Argento Tokyo 1964 Martello
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Oro Belgrado 1962 Martello
Argento Budapest 1966 Martello
Bronzo Stoccolma 1958 Martello
Statistiche aggiornate al 14 febbraio 2008

Gyula Zsivótzky (Budapest, 25 febbraio 1937Budapest, 29 settembre 2007) è stato un atleta ungherese, specialista del lancio del martello.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Uno dei massimi lanciatori di martello della storia dell'atletica non soltanto europea ma pure mondiale, ha vinto l'oro olimpico nel 1968, "disintegrando" il primato dei Giochi e portandolo da m. 69.74 a ben m.73.36, oltre a guadagnarsi tre medaglie d'argento fra Olimpiadi e campionati d'Europa. In più, ha vinto anche un altro fondamentale oro ai Campionati d'Europa di Belgrado 1962, occasione in cui evidenziò grande tempra di lottatore combattivo e capace di concentrarsi ottimamente, stabilendo nel corso della gara, colla misura di m.69,64, il nuovo primato sia d'Europa sia, ovviamente, anche personale.

Emblematica poi, soprattutto, la sua vittoria olimpica del 1968, a pochi giorni dalla repressione della primavera di Praga, che richiamava certo alla mente la rivolta ungherese del 1956, schiacciata nel sangue dai carri armati sovietici: Gyula Zsivótzky - "guardacaso", appunto un Magiaro; e proprio di Budapest dodici anni prima invasa, per giunta ! - riuscì a rimontare quasi alla fine senza mai scoraggiarsi, pur opposto ad un un rivale agguerritissimo e considerato pressoché imbattibile fino ad allora, vincendo al quinto lancio appunto contro il sovietico Romuald Klim, campione uscente; ottenne per giunta il nuovo primato delle Olimpiadi, a metri 73.36 come detto.

Zsivòtzky, oltre a quello citato europeo del 1962, nel lancio del martello ha stabilito anche due primati mondiali: con m. 73,74 nel 1965 a Debrecen, poi con m.73,76 nel 1968. Specialmente il primo è degno di nota: un'impresa atletica davvero al di fuori del comune, storica e proprio straordinaria, se si tien conto che il record assoluto precedente, un m. 71,26 dello statunitense Harold Connolly, venne superato il 4 settembre dall'Ungherese di ben 248 centimetri, il massimo progresso d'ogni epoca nella specialità in una sola volta !

Si può notare, in importante aggiunta, che non è mai stato il tipo del lanciatore cosiddetto "enorme", essendo alto m. 1,90 per un peso di 90 chili circa soltanto: la rapidità di lancio, la tecnica ottima e la grande capacità agonistica hanno più che compensato il suo non essere affatto "un bestione" (pur con un fisico assai rispettabile, ad ogni modo !).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]