Itaker - Vietato agli italiani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Itaker - Vietato agli italiani
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno2012
Durata87 min
Generedrammatico
RegiaToni Trupia
SoggettoToni Trupia, Michele Placido e Leonardo Marini
SceneggiaturaToni Trupia, Michele Placido e Leonardo Marini
ProduttoreMichele Placido, Federica Vincenti e Bobby Paunescu
Casa di produzioneMandragora Movies e Goldenart Production
Distribuzione in italianoCinecittà Luce
FotografiaArnaldo Catinari
MontaggioConsuelo Catucci
MusicheDavide Cavuti e Marco Biscarini
ScenografiaNino Formica
CostumiAndrea Cavalletto
Interpreti e personaggi

Itaker - Vietato agli italiani è un film italiano del 2012 diretto da Toni Trupia e interpretato tra gli altri da Francesco Scianna, Michele Placido e dall'attrice rumena Monica Bîrlădeanu. Il film, secondo lungometraggio del regista, racconta l'emigrazione degli italiani nel 1960 verso la Germania. Itaker (si potrebbe tradurre italianacci) è un termine dispregiativo usato dai tedeschi nei confronti degli italiani emigrati in Germania.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Germania, 1960. Pietro è un bambino rimasto orfano dopo la morte della madre; si ritrova in viaggio verso l'emigrazione insieme ad uno sconosciuto di nome Benito. Quando arrivano in terra tedesca l'uomo gli promette di fargli rivedere suo padre, emigrato da tempo, ma in realtà gioca d'inganno usando il bambino per ottenere il suo lasciapassare per il confino e cercando presto di sbarazzarsene. Il piccolo si ritrova quindi sballottato in piccoli villaggi usati dagli operai delle fabbriche dove vive esperienze felici e dolorose. Finisce infatti per conoscere la malavita del posto guidata dal boss locale Pantanò, venditore di stoffe oltre che truffatore. Insieme a lui conosce anche Doina, donna materna che gli fa rivivere l'affetto di quella madre che avrebbe tanto voluto conoscere e vivere fino in fondo.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito nelle sale italiane il 29 novembre 2012 da Cinecittà Luce.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Baff premia "Itaker" del giovane talento Toni Trupia, in VareseNewsgiorno=21, aprile 2013. URL consultato il 22 aprile 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema