Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

In Italia, un istituto di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS) è un ospedale nel quale vengono svolte attività di ricerca clinica, nonché di gestione dei servizi sanitari, che in virtù del loro contributo alla ricerca ricevono finanziamenti pubblici (150 milioni di euro nel 2017[1]). Gli "istituti di ricovero e cura a carattere scientifico" sono particolari aziende ospedaliere con natura giuridica diversa, pubblica o privata. Gli IRCCS pubblici sono in tutto 21, mentre gli IRCCS privati sono 28.[1]

Funzioni[modifica | modifica wikitesto]

Il decreto legislativo 16 ottobre 2003, n. 288 definisce gli IRCCS come «enti a rilevanza nazionale dotati di autonomia e personalità giuridica che, secondo standard di eccellenza, perseguono finalità di ricerca, prevalentemente clinica e traslazionale, nel campo biomedico e in quello dell'organizzazione e gestione dei servizi sanitari, unitamente a prestazioni di ricovero e cura di alta specialità».[2]

Organi[modifica | modifica wikitesto]

Gli IRCCS sono gestiti da fondazioni, che come organi hanno:

Il direttore scientifico[modifica | modifica wikitesto]

Il direttore scientifico negli IRCCS è nominato dal ministro competente in materia di sanità, sentito il presidente della Regione ove ha sede l'istituto. La nomina dei direttori scientifici è regolamentata dal DPR 42 del 26 febbraio 2007,[3] a seguito delle novità introdotte dal D. Lgs. 288 del 16 ottobre 2003[4] (pur non avendo, a sua volta, previsto alcuna procedura specifica per la nomina dei direttori scientifici degli IRCCS).

Il regolamento prevede che la nomina avvenga a seguito di un bando pubblico con riferimento a:

  • attività di produzione scientifica (impact factor, page rank, citation analysis, posizioni di preminenza nel novero degli autori, continuità dell'attività scientifica, brevetti, ecc.);
  • capacità manageriale (direzione di istituti di ricerca, IRCCS, CNR, università, istituti privati, nazionali o internazionali, per un minimo di cinque anni; organizzazione e mantenimento di laboratori e/o banche di materiale biologico, ecc.);
  • capacità di organizzazione della ricerca e di gruppi produttivi nazionali ed esteri;
  • competenze specifiche.

Al termine della selezione la commissione indicherà una terna di candidati, da cui verrà effettuata la scelta, motivata, da parte del Ministero della salute.

Aree di ricerca[modifica | modifica wikitesto]

Gli IRCCS hanno per oggetto una singola materia o più materie.

I settori in cui questi istituti sono coinvolti:

Le strutture[modifica | modifica wikitesto]

IRCCS pubblici[modifica | modifica wikitesto]

IRCCS privati[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gli IRCCS, 49 centri di eccellenza, su statigeneraliricercasanitaria.it. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  2. ^ D.Lgs. 16 ottobre 2003, n. 288. Riordino della disciplina degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, a norma dell'articolo 42, comma 1, della L. 16 gennaio 2003, n. 3 (PDF), su camera.it. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  3. ^ Decreto del presidente della Repubblica 26 febbraio 2007, n. 42, in materia di "Regolamento recante disposizioni in materia di direttori scientifici degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico - IRCCS"
  4. ^ Decreto legislativo 16 ottobre 2003, n. 288, in materia di "Riordino della disciplina degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, a norma dell'articolo 42, comma 1, della legge 16 gennaio 2003, n. 3"

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]