Indulf di Scozia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Indulf di Scozia
An Ionsaighthigh.jpg
Indulf di Scozia
Re di Scozia
Stemma
In carica 954 - 962
Predecessore Costantino II di Scozia
Successore Dubh di Scozia
Nome completo Idulb Mac Causantín
Altri titoli Re di Alba
Morte 962
Luogo di sepoltura Iona
Casa reale Casato degli Alpin
Padre Aedh
Religione cattolica

Idulb Mac Causantín, o in inglese Indulf MacCausantin (... – 962), è stato re di Scozia dal 954 al 962.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Aedh. "Indulf" è un vecchio nome irlandese, che deriva dall'antico Norvegese Hildulfr o dal vecchio inglese Eadwulf, il nome è stato storpiato dall'influenza francese.

Regno[modifica | modifica wikitesto]

Si pensa che Indulf fosse il re di Strathclyde, molto probabilmente perché è durante questi anni il regno di Indulf si unì con il regno di Alba. Le cronache dei re di Alba recitano:

«In his time oppidum Eden»

(dalle Cronache dei re di Alba)

Eden starebbe a significare l'attuale Edimburgo, che è stata abbandonata agli scozzesi. Sarebbe in questo periodo che Lothian, o una gran parte di esso sarebbe passata in mano agli scozzesi. Tuttavia la conquista del regno di Lothian sarebbe un passaggio piuttosto lento, piuttosto che una conquista.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

La morte di Idulb è segnalata nelle cronache scozzese: la sua morte avvenne mentre combatteva contro i vichinghi vicino a Cullen. La profezia di Berchan sostiene che è morto nella casa dell'apostolo santo dove morì già suo padre, cioè nel monastero di San Andra. Fu sepolto a Iona.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN316739277 · GND (DE1023169916 · WorldCat Identities (EN316739277