Il letto racconta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il letto racconta
Titolo originalePillow Talk
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneUSA
Anno1959
Durata102 min
Rapporto2,35 : 1
Generecommedia
RegiaMichael Gordon
SoggettoRussell Rouse e Clarence Greene
SceneggiaturaStanley Shapiro e Maurice Richlin
ProduttoreRoss Hunter, Martin Melcher
Produttore esecutivoEdward Muhl (non accreditato)
Casa di produzioneArwin Productions presents Universal International Pictures (UI) (con il nome Universal International)
FotografiaArthur E. Arling
MontaggioMilton Carruth
MusicheMaurice De Packh orchestratore (non accreditato)
ScenografiaRichard H. Riedel Russell A. Gausman e Ruby R. Levitt (arredatori)
CostumiBill Thomas (non accreditato) Jean Louis per Miss Day
TruccoBud Westmore e, non accreditato, Nick Marcellino
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Il letto racconta (Pillow Talk) è un film del 1959, diretto da Michael Gordon.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jan Morrow, un'arredatrice giovane e casta, ha la linea telefonica in comune con Brad Allen, un uomo bello e corteggiatissimo: pur non avendolo mai visto lo detesta. Brad decide allora di spacciarsi per "Rex Stetson", un ingenuo texano e di corteggiare Jan, che ne è assai contenta. La situazione si complicherà alquanto quando Jan scoprirà la vera identità del suo corteggiatore.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dall'Arwin Productions (presents) e dall'Universal International Pictures (UI) (con il nome Universal International).

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dall'Universal Pictures, il film uscì nelle sale cinematografiche USA il 7 ottobre dopo una prima tenuta a New York il 6 ottobre 1959. In Italia, il film venne distribuito l'11 febbraio 1960[1].

Nel 2009 è stato scelto per essere conservato nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN176454302 · GND: (DE7693787-2
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema