Guido Mazzetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guido Mazzetti
Guido Mazzetti - Associazione Calcio Perugia.jpeg
Mazzetti alla guida del Perugia a fine anni 1960
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1950 - giocatore
1986 - allenatore
Carriera
Giovanili
1932-1933 Bologna
1933-1934 Altedo
1934-1936 Bologna
Squadre di club1
1936-1937 Parma 18 (2)
1937-1938 Stabia 18 (5)
1938-1939 Perugia 13 (2)
1939-1940 Borzacchini Terni 19 (3)
1940-1942 Perugia 45 (9)
1942-1943 Udinese 19 (2)
1944-1945 Napoli 16 (1)
1945-1946 Savoia 16 (1)
1946-1948 Siracusa 26 (3)
1948-1949 Perugia 7 (1)
1949-1950 Acireale 9 (0)
Carriera da allenatore
1946-1948 Siracusa
1949-1950 Acireale
1950-1954 Perugia
1954-1956 Foligno
1956-1958 Perugia
1958-1960 Parma
1960-1962 Perugia
1962-1965 Livorno
1965-1972 Perugia
1972-1973 Reggina
1973-1974 Catania
1974-1975 Taranto
1975-1976 Catania
1976-1977 Livorno
1977-1978 Catania
1978-1979 Taranto
1979-1980 Città di Castello
1980-1982 Catania
1982-1984 Monza
1984-1985 Sambenedettese
1985-1986 Catania
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Guido Mazzetti (Bologna, 24 giugno 1916Perugia, 14 febbraio 1997) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Mazzetti (ultimo da sinistra) nella stagione 1948-1949, calciatore dei Grifoni. Assieme a lui, Luigi Gioacchino Nebbia (secondo da sinistra).

È stato un calciatore di discreto livello durante gli anni 1930 e 1940, militando fra l'altro nelle file di Parma, Perugia, Borzacchini Terni,[1] Udinese, Napoli, Savoia, Stabia,[2] Siracusa e Acireale.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

I maggiori successi della carriera li ha raggiunti come allenatore.

Ha guidato il Siracusa (1946-1947 e 1947-1948), l'Acireale (1949-1950) il Parma (1958-1959 e 1959-1960), il Perugia in più riprese e per parecchie stagioni (14 campionati: 4 in quarta serie, 5 in Serie C e 5 in Serie B, centrando nel 1966-1967, con Lino Spagnoli come presidente, una storica promozione in Serie B e sfiorando negli anni successivi anche la promozione in Serie A). La carriera segue sulla panchina di Livorno per 4 campionati (1962-1963, 1963-1964 con promozione in Serie B, 1964-1965 e 1976-1977), Reggina (1972-1973), Catania per 6 campionati (1973-1974, 1975-1976, 1977-1978, 1980-1981, 1981-1982, 1985-1986), Sambenedettese (1984-1985), Taranto per 2 campionati (1974-1975 e 1978-1979), Monza per 2 campionati (1982-1983 e 1983-1984), Foligno per 2 campionati (1954-1955 e 1955-1956) e Città di Castello (1979-1980).

Oltre che per la longevità professionale, si è distinto anche per il fatto di non essere mai retrocesso in carriera e di annoverare vari salvataggi di squadre in lotta per la retrocessione. Detiene il record di panchine in Serie B tra gli allenatori italiani, 626. È stato anche Presidente Nazionale dell'Associazione Allenatori.

Mazzetti sulla panchina del Foligno a metà degli anni 1950

È deceduto a Perugia il 14 febbraio 1997. Nella partita di Serie A Perugia-Milan (1-0) è stato dedicato un minuto di raccoglimento alla sua memoria, in virtù delle quattro stagioni da calciatore e delle quattordici da allenatore dei Grifoni.

Nell'aprile del 2011, la III Commissione Consiliare del Comune di Perugia ha approvato all'unanimità la mozione di intitolare una via o una piazza della città con il nome di Guido Mazzetti;[3] nell'agosto del 2013 la scelta è caduta sul piazzale d'ingresso allo Stadio Renato Curi.[4]

Suo figlio, Guglielmo Mazzetti, è uno dei più valenti giornalisti sportivi di Perugia.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Livorno: 1963-1964 (girone B)
Perugia: 1966-1967 (girone B)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tutti i giocatori - 1939/40-Serie C Girone F, databaserossoverde.it. URL consultato il 26 gennaio 2011.
  2. ^ Elenco dei giocatori italiani autorizzati a cambiare società nell'anno 1938-1939, in Il Littoriale, 6 agosto 1938, p. 4.
  3. ^ Barbara Isidori, Sarà intitolato a Guido Mazzetti il piazzale dietro la gradinata del Curi, in umbrialeft.it, 12 aprile 2011.
  4. ^ Moreno Castellani, Dal Santa Giuliana il "Sor" Guido Mazzetti ricompare al Curi, ma nessuno sapeva niente..., in giornaledellumbria.it, 8 agosto 2013.