Gruppo Sportivo Falck

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
G.S. Falck
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Bianco e Celeste (Strisce Orizzontali).png fino al 1934
Verde Flag.png
dopo il 1934
Dati societari
Città Sesto San Giovanni
Paese Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Fondazione 1921
Rifondazione 1945
Scioglimento 1952
Stadio
( posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il Gruppo Sportivo Falck è nato a Sesto San Giovanni nel 1945 dalle ceneri del vecchio Gruppo Sportivo Acciaierie e Ferriere Lombarde Falck sorto nel 1921.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Si trattava del Dopolavoro delle Acciaierie e Ferriere Lombarde Falck, gruppo aziendale nato a Sesto San Giovanni nel 1906.

La squadra viene però iscritta con denominazione Gruppo Sportivo Acciaierie e Ferriere Lombarde Falck alla FIGC soltanto all'inizio della stagione 1927-1928 partendo direttamente dalla Terza Divisione (evitando l'iscrizione alla Quarta Divisione ancora in vita, ma in fase di chiusura in Lombardia) avendo a disposizione da subito un terreno di gioco di dimensioni ottimali (90x50) per la disputa anche dei campionati di categoria superiore.

La sezione calcio in breve tempo, attraverso promozioni e ripescaggi, nel 1932 conquista la Prima Divisione, attuale Serie C.

Già nel secondo campionato arriva alle finali per la promozione il Serie B, così come nel campionato seguente, quando vince il proprio girone superando nello spareggio di Brescia il Lecco e nel girone finale viene preceduto solo dal Taranto.

L'ultimo campionato di alto livello è stato quello del 1938-39, quando arriva terzo dopo aver a lungo comandato la classifica.

Il 4º posto ottenuto nel 1942-43 permette dopo la guerra all'U.S. Pro Sesto, nata dalla fusione tra Giovani Calciatori Sestesi e il Dopolavoro Aziendale Falck, di iscriversi al campionato di Serie B-C Alta Italia 1945-46.

Rifondata nel 1945 con la nuova denominazione Gruppo Sportivo Falck, l'attività della "Sezione Calcio" prosegue fino al 1951-52, prima in Serie C, poi in Promozione e quindi in Prima Divisione Lombarda.

In seguito il Gruppo Sportivo si dedicò ad attività sportive meno onerose, soprattutto al ciclismo.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Acciaierie e Dopolavoro Falck[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del G.S. Acciaierie e Dopolavoro Aziendale Falck
  • 1921 - Nasce il Gruppo Sportivo Acciaierie e Ferriere Lombarde Falck.
  • 1921/27 - Attività sportiva in ambito locale.
  • 1927-28 - 7° nel girone F della Terza Divisione Lombarda.
  • 1928-29 - 3° nel girone C della Terza Divisione Lombarda.
  • 1929-30 - 2° nel girone H della Terza Divisione Lombarda. Ammesso in Seconda Divisione per allargamento dei quadri.
  • 1930-31 - 7° nel girone A della Seconda Divisione Lombarda.
  • 1931-32 - 3° nel girone B della Seconda Divisione Lombarda, 1° nel girone A delle finali. Promosso in Prima Divisione, campionato organizzato dal D.D.S.
  • 1932-33 - 12° nel girone A della Prima Divisione.
  • 1933-34 - 3° nel girone B della Prima Divisione, 4° nel girone finale A.
  • 1934-35 - 1° nel girone B della Prima Divisione, 2° nel girone finale A. Cambia denominazione in Dopolavoro Aziendale Falck.
  • 1935-36 - 5° nel girone B della Serie C.
  • 1936-37 - 7° nel girone B della Serie C.
  • 1937-38 - 11° nel girone B della Serie C.
  • 1938-39 - 3° nel girone B della Serie C.
  • 1939-40 - 9° nel girone B della Serie C.
  • 1940-41 - 9° nel girone B della Serie C.
  • 1941-42 - 6° nel girone B della Serie C.
  • 1942-43 - 4° nel girone C della Serie C.
  • 1943-44 - 3° nel girone C del Torneo Misto Serie C-Prima Divisione indetto dal Direttorio II Zona (Lombardia).
  • 1944-45 - Vince il Torneo delle Squadre Minori indetto dal Direttorio II Zona (Lombardia).
  • 1945 - Si fonde con i Giovani Calciatori Sestesi nella nascente U.S. Pro Sesto che parte dalla Serie C, categoria di merito acquisita dalla Falck alla fine della stagione sportiva 1942-43.

Gruppo Sportivo Falck[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Gruppo Sportivo Falck
  • 1945 - A settembre la squadra viene rifondata e iscritta alla Serie C della Lega Nazionale Alta Italia con la nuova denominazione Gruppo Sportivo Falck.
  • 1945-46 - 3° nel girone F della Serie C dell'Alta Italia.
  • 1946-47 - 10° nel girone E della Lega Interregionale Nord della Serie C.
  • 1947-48 - 9° nel girone F della Lega Interregionale Nord della Serie C. Retrocessa in Promozione.
  • 1948-49 - 14° nel girone C della Lega Interregionale Nord della Promozione. Rinuncia al campionato e sospende l'attività.
  • 1949-51 - Attività sospesa per decisione aziendale.
  • 1951-52 - 13° nel girone O della Prima Divisione Lombarda. A fine stagione cessa l'attività calcistica.


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Diego Colombo, Carlo Fontanelli, Pro Sesto: 100 anni insieme. Con Breda, Falck e Marelli, storie di calcio aziendale, Empoli, Geo Edizioni Srl, 2013, pp. 530, 531 e da 534 a 541.
  • Sesto sportiva edito in occasione del CINQUANTENARIO dello SPORT SESTESE (1907-1957) pubblicato nel 1958.
  • Annogol varie edizioni, dalla stagione 1928-29 al 1942-43 - GEO Edizioni, Empoli (FI).
  • Scudetto a Spezia - Partite e protagonisti del campionato di guerra 1943-44 di Carlo Fontanelli e Daniele Cacozza - Mariposa Editrice, Fornacette (PI) - gennaio 1998.
  • Assicurazioni Generali Venezia - Agendina del Calcio edizioni dal 1935-36 al 1941-42, compilato a cura di Rinaldo Barlassina e stampato presso la tipografia della Gazzetta dello Sport - Milano Via Galileo Galilei. Conservate presso la Biblioteca Comunale "Sormani" e Biblioteca Nazionale Braidense, entrambe di Milano.
  • Enciclopedia e Almanacco illustrato del calcio italiano edizioni dal 1939 al 1942-43 edito dal Calcio illustrato a Milano.
    Conservate presso la Biblioteca Comunale "Sormani" e Biblioteca Nazionale Braidense, entrambe di Milano.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]