Gravine di Matera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Gravina di Matera)
Gravine di Matera
Class. internaz. Sito di interesse comunitario (cod. SIC: IT9220135)
Stati Italia Italia
Regioni Basilicata Basilicata
Province Matera Matera
Comuni Matera, Montescaglioso
Superficie a terra 6.968,49[1] ha
Provvedimenti istitutivi D.M 25/03/2005
Gravina presso Matera.JPG
Mappa di localizzazione
Sito istituzionale

Le Gravine di Matera sono incisioni erosive simili a canyon che si trovano in provincia di Matera. Le gravine sono tipiche morfologie carsiche della Murgia, quelle di Matera sono alcune delle gravine della Basilicata e della Puglia.

Il sito di interesse comunitario[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 le Gravine di Matera sono state inserite nella lista del Ministero dei Siti di interesse comunitario.[2] Si trovano all'interno del territorio del Parco della Murgia Materana, e quindi sono ricomprese all'interno dell'area definita patrimonio UNESCO.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La Gravina di Matera nasce nei ristagni bonificati in località Pantano, a nord della città di Matera; costeggia i Sassi di Matera, dove scorre nel profondo canyon e riceve dalla sponda sinistra la confluenza del torrente Jesce, che nasce in territorio di Altamura. Superata la città di Matera, sfiora l'abitato di Montescaglioso e sfocia nel fiume Bradano dopo circa venti chilometri.

La Gravina di Picciano nasce in territorio di Gravina in Puglia e dopo aver attraversato la piana del borgo La Martella sfocia nel fiume Bradano, immediatamente a valle della Riserva regionale San Giuliano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mario Tommaselli, Il Parco della Murgia Materana - guida all'escursionismo, Matera, Edizioni Giannatelli, 1992.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]