Frenesia del delitto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Frenesia del delitto
Frenesia del delittо.png
una scena del film
Titolo originale Compulsion
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1959
Durata 103 min
Dati tecnici B/N
Genere drammatico
Regia Richard Fleischer
Soggetto Richard Murphy
Produttore Richard D. Zanuck
Casa di produzione Twentieth Century Fox
Musiche Lionel Newman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Frenesia del delitto (Compulsion) è un film drammatico americano del 1959 diretto da Richard Fleischer. Il film è basato sul romanzo omonimo Compulsion di Meyer Levin, ispirato al caso giudiziario Leopold e Loeb, qui trasposto in un resoconto finzionale del processo per omicidio.

Nonostante il ruolo dei protagonisti, il primo nome in cartellone andò a Orson Welles.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I due amici Judd Steiner (basato su Nathan Leopold e interpretato da Dean Stockwell) e Artie Strauss (basato su Richard Loeb e interpretato da Bradford Dillman) uccidono un ragazzo, che torna da scuola verso casa, per commettere il delitto perfetto. Strauss cerca di coprirlo, ma vengono presto scoperti da una prova ritrovata - gli occhiali di Steiner, il quale li aveva inavvertitamente sulla scena del crimine. Il famoso avvocato Jonathan Wilk (basato su Clarence Darrow e qui impersonato da Orson Welles) assume la difesa dei due imputati: li salverà dalla forca pronunciando un'appassionante arringa finale contro la pena capitale.

Ricezione[modifica | modifica wikitesto]

Fu presentato in concorso al 12º Festival di Cannes, dove Orson Welles, Dean Stockwell e Bradford Dillman vinsero il premio per la miglior interpretazione maschile.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Awards 1959, festival-cannes.fr. URL consultato il 10 giugno 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema