Francesco Vitucci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francesco Vitucci
FrancescoVitucci.jpg
Francesco Vitucci nel 2010
Nazionalità Italia Italia
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Squadra N.B. Brindisi
Carriera
Carriera da allenatore
1986-1993 Reyer Venezia (vice)
1993-1996 Reyer Venezia 39-46
1996-2001 A. Costa Imola 74-78
2002-2004 Scafati Basket 35-29
2001-2007 Treviso (vice)
2007 Treviso 1-1
2007-2009 Treviso (vice)
2009-2010 Treviso 6-7
2010-2012 Scandone Avellino 32-30
2012-2013 Varese 23-7
2013-2015 Scandone Avellino 20-33
2015-2017 Auxilium Torino 22-27
2017- N.B. Brindisi
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 dicembre 2017

Francesco Vitucci detto Frank (Venezia, 5 aprile 1963) è un allenatore di pallacanestro italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato ad allenare le giovanili della Reyer Venezia e, sempre per la squadra orogranata, a ricoprire il ruolo di vice, per sette anni a cavallo degli anni ottanta e novanta, di tecnici del calibro di Primo, Zorzi, Skansi e De Sisti. In seguito diviene anche lui stesso head coach della squadra lagunare, centrando l'obiettivo della promozione in A1 nel 1996.

Dopo il fallimento della Reyer Venezia, passa all'Andrea Costa Imola. Con la squadra romagnola, in quel momento al "top", riesce a partecipare ai play-off scudetto e alla Coppa Korać e alla Coppa Saporta. Poi dal 2002 al 2004 fa una esperienza a Scafati.

Dal 2003 è assistant-coach alla Benetton Treviso. Nel novembre 2007, dopo l'esonero di Alessandro Ramagli, per un breve periodo è head-coach dei verdi della Marca. Nel gennaio 2010, Vitucci viene esonerato dal ruolo capo allenatore della Benetton dopo sette anni di onorata appartenenza allo staff biancoverde prima come assistente poi come capo-allenatore.

Nell'estate 2010 la società Scandone Avellino gli affida la panchina per la stagione 2010/2011 e 2011/2012 di serie A, in sostituzione di Cesare Pancotto.[1]

Il 7 giugno 2012 diventa il nuovo allenatore della Pallacanestro Varese, firmando un contratto valido per due stagioni[2]. Con Vitucci alla guida, Varese vince il girone d'andata della stagione 2012-2013 con 26 punti (13 vittorie, 2 sconfitte) davanti alla Dinamo Sassari. Al termine del campionato la squadra è sempre prima con 46 punti finali[3], accedendo ai play-off in cui viene eliminata da Siena in semifinale (4-3 a favore dei toscani). Il 2 luglio rescinde il contratto con la società lombarda[4] per poi passare alla Scandone Avellino, con la quale firma un contratto biennale[5]. Il 25 marzo 2015 rescinde il contratto con la società irpina[6].

Il 14 dicembre 2015 diventa allenatore dell'Auxilium Torino in Serie A[7]. Lascia la società piemontese il 22 maggio 2017, dopo una stagione e mezzo in cui ha collezionato 22 vittorie su quarantanove partite totali.[8]

Il 14 dicembre diventa il nuovo coach dell'Happy Casa Brindisi, ultima in classifica con due vittorie in dieci partite, sostituendo l'esonerato Sandro Dell'Agnello e firmando un contratto valido fino al 2019.[9]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Squadra[modifica | modifica wikitesto]

Treviso: 2006

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Varese: 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]