Universo Treviso Basket

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Treviso Basket)
Universo Treviso Basket
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit body basketballblankborder.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Casa
Kit body basketballwhiteborder.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Trasferta
Colori sociali Bianco e Azzurro.svg Bianco e blu
Dati societari
Città Treviso
Paese Italia Italia
Confederazione FIBA Europe
Federazione FIP
Campionato Serie A2 Silver
Fondazione 2012
Denominazione Treviso Basket 2012 (2012-2014)
Universo Treviso Basket (dal 2014)
Presidente Italia Paolo Vazzoler
General manager Italia Riccardo Pittis
Allenatore Italia Stefano Pillastrini
Impianto PalaVerde
(5.124 posti)
Sito web www.trevisobasket.it/

L'Universo Treviso Basket è un'associazione sportiva di pallacanestro della città di Treviso.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In seguito al ritiro della Pallacanestro Treviso dal campionato di Serie A a causa dell'abbandono da parte della famiglia Benetton, sotto l'iniziativa di Riccardo Pittis, Claudio Coldebella e altri ex-giocatori di Treviso viene costituito il Consorzio Universo Treviso, con l'intento di dare continuità ad una società storica. Dopo alcune defezioni significative, partì l'idea di un azionariato popolare sul modello di altre società (di calcio) inglesi e spagnole. La raccolta di fondi è partita dalla base dei tifosi, tramite la pagina facebook Treviso "Io ci sono"[1], campagna che ha visto la realizzazione da tutto il mondo di video nei quali ex-giocatori, allenatori, dirigenti, amici e tifosi hanno manifestato la propria solidarietà al progetto. La società nasce ufficialmente il 4 luglio 2012 con il nome di Treviso Basket 2012 srl, con l'intento di acquisire il diritto sportivo da Verde Sport (società della famiglia Benetton che si oppone però a tale passaggio di consegne). La nuova società presentò la propria composizione, con i 4 soci della compagine, Stefano Bordini, Stefano Bottari, Marco e Matteo Fabbrini e Gianantonio Tramet e il Consorzio Universo Treviso, composto da aziende di imprenditori del territorio, rappresentato dal garante Riccardo Pittis. Il Presidente del neonato sodalizio è Paolo Vazzoler. Il Consiglio Federale, sentita la relazione della Comtec e delle Leghe professionistiche riconosciute, diede comunque parere negativo per l'ammissione al campionato professionistico 2012-2013 di Serie A della società Pallacanestro Treviso spa. La Treviso Basket riparte così dalla serie minori, rilevando il settore giovanile da Verde Sport, con l'Under 19 promossa a prima squadra. Sponsorizzata dal gruppo De' Longhi, la società riparte dal campionato Promozione, proponendosi come elemento di continuità per portare avanti la tradizione della Pallacanestro Treviso. La squadra mantiene gran parte della tifoseria precedentemente appartenente alla Benetton basket, totalizzando più volte il tutto esaurito (oltre 1000 presenze) agli impianti del "Natatorio". L'attività di fidelizzazione di Treviso basket si concretizza con l'impiego in gare ufficiali di alcuni giocatori del passato cestistico di Treviso (Iacopini, Minto, Pittis, Nicevic, etc.). Nel suo primo anno dopo la rifondazione, il 30 maggio 2013 la Società conquista il campionato di Promozione, battendo nella doppia finale play-off la Polisportiva San Giorgio Quinto[2]. A fine stagione la squadra viene iscritta come Wild Card alla Divisione Nazionale B, quarto livello del campionato italiano[3]. La De' Longhi chiude la Regular season al 4º posto di girone, ma viene eliminata subito al primo turno per mano della APU Udine. Il 30 giugno 2014 la Società organizza una conferenza stampa che definisce il futuro di Treviso Basket per la stagione 2014-2015: Treviso militerà in Serie A2 Silver (dopo un accordo con la B.N.B Torrevento Corato) con il cambio di denominazione in Universo Treviso Basket.

Nell'aprile del 2014, dopo aver vinto il campionato di A2 silver viene promossa per la stagione 2015-2016 nel campionato di A2 Gold.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Universo Treviso Basket
  • 2012 · Fondazione del Treviso Basket 2012 con sede a Treviso.
  • 2012-2013 · 1ª in Promozione, vince i play-off promozione, Green Arrow Up.svg promossa in Serie D, poi Arrow Blue Up 001.svg ripescata in Divisione Nazionale B.
  • 2013-2014 · 4ª nel girone B di Divisione Nazionale B, quarti di finale dei play-off promozione girone B.
  • 2014 · Acquista il titolo sportivo del Basket Nord Barese, Arrow Blue Up 001.svg ammessa in Serie A2 Silver, diventa Universo Treviso Basket.
  • 2014-2015: 1° in Serie A2 Silver, eliminata al primo turno dei play-off. Green Arrow Up.svg ammessa alla Serie A2 unica.

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori dell'Universo Treviso Basket
Presidenti dell'Universo Treviso Basket

[modifica | modifica wikitesto]

Sponsor ufficiali

Capitani[modifica | modifica wikitesto]

Capitani dell'Universo Treviso Basket

Roster 2014-2015[modifica | modifica wikitesto]

  Naz.   Ruolo Nome Anno Alt. Peso  
7 Stati Uniti G Coron Williams 1990 186
8 Italia P Mauro Pinton 1984 185
9 Croazia A Dorde Malbasa 1995 197
10 Argentina A Agustin Fabi 1995 199
11 Italia PG Paolo Busetto 1996 192
12 Italia A Dario Cefarelli 1993 199
13 Italia P Matteo Fantinelli 1994 195
14 Stati Uniti AC Marshawn Powell 1990 201
15 Italia C Tommaso Rinaldi 1985 204
16 Italia GA Matteo Negri 1991 194
20 Italia C Jacopo Vedovato 1995 205
Italia G Davide Moretti 1998 189 75
Italia C Andrea Ancellotti 1988 213

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Categoria:Cestisti dell'Universo Treviso Basket.

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

A supporto dell'Universo Treviso Basket il tifo organizzato è rappresentato dai I Fioi dea Sud.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Treviso "IO CI SONO".
  2. ^ Stefano Valenti, Treviso torna a far festa con il basket: "Un mese per continuare il progetto" in la Repubblica, 31 maggio 2013. URL consultato il 18 giugno 2013.
  3. ^ Treviso accetta la DNB. URL consultato il 31 luglio 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]