Francesco Paolo Tronca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
23 luglio 2013, Francesco Paolo Tronca e Giuliano Pisapia alla commemorazione del ventesimo anniversario della strage di via Palestro.

Francesco Paolo Tronca (Palermo, 31 agosto 1952) è un prefetto italiano, già Commissario straordinario di Roma Capitale dal 1º novembre 2015 al 22 giugno 2016, membro del Consiglio di Stato della Repubblica Italiana dal 3 agosto 2017.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Trascorre l'infanzia e l'adolescenza in diverse città italiane, seguendo il padre in servizio presso la Polizia di Stato. Terminati gli studi di base a Sansepolcro, dove il padre era dirigente del locale commissariato di polizia, e quelli superiori, si laurea nel 1975 in Giurisprudenza a Pisa e nel 1986 in Storia presso lo stesso ateneo.[1] Tronca è abilitato all'esercizio della professione forense.[2] È autore di diverse pubblicazioni giuridiche[2] ed è cultore di storia del diritto italiano all'Università degli Studi di Milano.[3]

Sposato, ha un figlio.

Attività professionale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver svolto il servizio militare come ufficiale della Guardia di Finanza, supera il concorso di Commissario di pubblica sicurezza nel 1977, prendendo servizio a Varese.

Nel 1979 diviene Consigliere di Prefettura, iniziando la sua carriera a Milano, dove nel 1993 diviene Capo di gabinetto della Prefettura. Sempre a Milano tra il 2000 e il 2003 è viceprefetto vicario.

Nel 2003 è nominato Prefetto della Repubblica e diviene titolare della Prefettura di Lucca; nel 2006 viene trasferito a Brescia per poi divenire, nel 2008, Capo del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile del Ministero dell'interno.[2]

L'8 agosto 2013 è nominato prefetto di Milano. Durante l'ultimo semestre del suo mandato si è svolta l'Expo Milano 2015.

Il 30 ottobre 2015, decaduto il sindaco di Roma Ignazio Marino per le dimissioni della maggioranza dei consiglieri, e giunta ormai al termine l'Expo, il Governo nomina Tronca Commissario straordinario del Comune di Roma, dove si insedia il 1º novembre.[4] Lascia l'incarico il 22 giugno 2016, dopo l'elezione di Virginia Raggi a sindaco della Capitale.

Dal 4 novembre 2016 è al vertice della Struttura di missione istituita dal Ministero dell'Interno con il compito di verificare la documentazione antimafia degli operatori economici impegnati nei lavori di ricostruzione nei territori del Centro Italia colpiti dal sisma nel 2016.[5]

In data 08 giugno 2017 è stato nominato Commissario Straordinario dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, ente di diritto pubblico istituito con D.P.R. 1 marzo 1955 n. 357.

Dal 2017 è presidente della Biblioteca europea di informazione e cultura di Milano, succedendo ad Antonio Padoa-Schioppa.[6]

Il 23 giugno 2017 il sindaco Alberto Di Girolamo gli ha conferito la "Cittadinanza Onoraria" di Marsala, quale "personalità di elevate qualità umane, professionali e culturali; un uomo delle Istituzioni che ha sempre svolto brillantemente le sue funzioni e che ricopre attualmente incarichi di notevole responsabilità”.

Con D.P.R. 3 agosto 2017 è stato nominato Consigliere di Stato.[7]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • La condizione dello straniero nella codificazione statutaria pisana (tesi di laurea), 1987.
  • Le attività industriali a rischio di incidente rilevante: analisi e commento della direttiva Seveso del D.P.R. 17 maggio 1988 n. 175 e del D.P.C.M. 31 marzo 1989, coautore Sergio Fusaro, Padova, CEDAM, 1990, ISBN 88-13-16895-0.
  • Garibaldi: le immagini del mito nella collezione Tronca - catalogo generale, contributi di Cesare Calamandrei, Brescia, Grafo, 2007, ISBN 88-7385-734-5.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 2 giugno 2012 [8][9]
Cavaliere dell'Ordine della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Legion d'Onore
— Roma— 3 maggio 2016 [10]
Cavaliere di gran croce dell'Ordine di San Gregorio Magno - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine di San Gregorio Magno
— 29 giugno 2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://roma.repubblica.it/cronaca/2015/10/30/news/dall_expo_al_giubileo_tronca_commissario_a_roma-126276716/
  2. ^ a b c Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo di Milano, Il Prefetto – Biografia, su prefettura.it, 26 settembre 2013. (archiviato dall'url originale il 18 agosto 2014).
  3. ^ A Roma arriva il commissario, è il prefetto di Milano Francesco Paolo Tronca, su www.adnkronos.com. URL consultato il 28 aprile 2017.
  4. ^ Roma, Tronca si insedia in Campidoglio: è il nuovo commissario della città
  5. ^ Ricostruzione post terremoto, Tronca a capo della struttura di controllo contro infiltrazioni, su interno.gov.it, 7 novembre 2016.
  6. ^ Fondazione BEIC, Francesco Paolo Tronca nuovo presidente della Fondazione Beic, su beic.it, aprile 2017.
  7. ^ Segretariato generale della Presidenza della Repubblica - Servizio sistemi informatici - reparto web, Gli atti firmati dal Presidente Sergio Mattarella, su Il Presidente. URL consultato il 1° novembre 2017.
  8. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  9. ^ Nominato grande ufficiale il 27 dicembre 2005, commendatore il 2 giugno 1996 e cavaliere il 2 giugno 1995.
  10. ^ https://it.ambafrance.org/Francesco-Paolo-Tronca-cavaliere-della-Legion-d-onore-7775

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Commissario straordinario di Roma Capitale Successore
Ignazio Marino (Sindaco) 1º novembre 2015 - 22 giugno 2016 Virginia Raggi (Sindaco)
Predecessore Prefetto di Milano Successore
Camillo Andreana 8 agosto 2013 - 31 ottobre 2015 Alessandro Marangoni
Predecessore Capo del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile Successore
Giuseppe Pecoraro 2 dicembre 2008 - 8 agosto 2013 Alberto Di Pace
Predecessore Prefetto di Brescia Successore
Maria Teresa Cortellessa 6 aprile 2006 - 1º dicembre 2008 Narcisa Brassesco Pace
Predecessore Prefetto di Lucca Successore
Marcello Carnimeo 23 maggio 2003 - 5 aprile 2006 Carmelo Aronica
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie