Fleur de cactus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Fleur de cactus è una commedia scritta da Pierre Barillet e Jean Pierre Grédy, andata in scena per la prima volta il 23 settembre del 1964 al Théâtre des Bouffes-Parisiens. Ha ispirato la commedia Cactus Flower di Abe Burrows, andata in scena per la prima volta nel 1965 al Royale Theatre di Broadway, dove, dato il grande successo grazie alla performance di Lauren Bacall affiancata da Barry Nelson, rimase in scena per due anni e nove mesi.

In Italia sono state realizzate tre celebri edizioni: la prima alla fine degli anni '70 con Valeria Valeri ed Alberto Lupo; la seconda 1981/1982 con Valeria Valeri, Paolo Ferrari, Enzo Garinei, Carla Romanelli, Fausto Lombardi e Aurora Trampus e la terza 2008/2009, con Remo Girone, Eleonora Giorgi, Fabrizio Barbone, Andrea Garinei e Giorgia Trasselli,  con repliche nel 2009/2010 e 2010/2011, con  Franco Castellano al posto di Remo Girone,  musiche di Mario Nascimbene,  traduzione di Gerardo Guerrieri, scene di Lucio Lucentini 1981/1982 e Alessandro Chiti  2008/2009, costumi di Vittoria Izzi 1981/1982 e Maurizio Millenotti 2008/2009, prodotte da Natale Barbone.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Julien, dentista scapolo e donnaiolo, per evitare che le sue amanti gli chiedano di sposarle si finge già sposato. La sua ultima fiamma, la giovanissima Antonia, per disperazione tenta il suicidio e viene salvata dal vicino Igor, suo coetaneo e segretamente innamorato di lei. Il rimorso spinge Julien a chiederle di sposarlo, e per liberarsi della moglie immaginaria annuncia ad Antonia che divorzierà da lei. Ma la sensibile Antonia vuole conoscere la moglie di Julien per sincerarsi che ella acconsenta volentieri al divorzio. Pertanto Julien chiede alla segretaria Stephanie, sua coetanea e segretamente innamorata di lui, di interpretare il ruolo della moglie e rassicurare Antonia sulla propria disponibilità al divorzio. Stephanie acconsente, ma presto il coinvolgimento in questa vicenda la stressa al punto che ella decide di dire ad Antonia la verità. Adirata per l'inganno, Antonia lascia Julien e si accorge finalmente di Igor. Julien, a sua volta, finalmente si accorge di Stephanie, e l'amore sboccia improvviso, proprio come un fiore di cactus, unendo le due coppie di coetanei nel tradizionale lieto fine.

Trasposizioni cinematografiche[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Teatro Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro