Fiore di cactus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fiore di cactus
Titolo originaleCactus Flower
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1969
Durata103 min
Rapporto1,85 : 1
Generecommedia
RegiaGene Saks
SoggettoPierre Barillet, Abe Burrows, Jean-Pierre Grédy
SceneggiaturaI. A. L. Diamond
ProduttoreMike Frankovich
Casa di produzioneFrankovich Production, Columbia Pictures
FotografiaCharles Lang (come Charles E. Lang)
MontaggioMaury Winetrobe
MusicheQuincy Jones
ScenografiaEdward G. Boyle
CostumiMoss Mabry
TruccoJohn O'Gorman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

«Lei è spinosa come quel suo maledetto cactus!»

(dai dialoghi del film)

Fiore di cactus è un film diretto dal regista Gene Saks, è il riadattamento di una pièce teatrale scritta da Abe Burrows e presa in prestito da Fleur de cactus.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il dentista Julian ha una relazione con una giovane e intraprendente ragazza, Toni Simmons, che lo crede sposato e con tre figli. Successivamente lei tenterà il suicidio e verrà salvata dal vicino di casa, Igor, uno spiantato scrittore invaghito di lei. Julian, pentito del suo comportamento, le dice di volerla sposare ma che deve prima divorziare dalla moglie. Toni, che vuole assicurarsi che anche la moglie voglia effettivamente il divorzio, gli impone di fargliela conoscere: a questo punto Julian deve trovare una persona che possa impersonare la moglie inesistente e lo chiede a Stefania, la sua gelida e poco attraente infermiera, segretamente innamorata di lui. Ma l'incontro tra Toni e Stefania complica di non poco le cose: prima Julian si inventa che la moglie ha un amante e Stefania ne approfitta per farlo ingelosire; Toni regala a Stefania una stola che Julian ha regalato a lei con tanto di bigliettino, e alla fine, a furia di tenerli vicini, Julian si innamora di Stefania. Perduto l'interesse reciproco, Toni si consola con Igor.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film si ispira alla piece teatrale omonima di Abe Burrows, inaugurata a Broadway al Royale Theatre l'8 dicembre 1965 con 1234 repliche; gli interpreti principali erano Lauren Bacall (Stephany) e Barry Nelson (Julian).

Il film venne girato interamente a New York, tra febbraio e agosto 1969.

La realizzazione di questo film ha segnato il ritorno di Ingrid Bergman a Hollywood dagli anni '40; tutti i suoi film successivi fino a quel momento erano stati realizzati in Europa, anche quelli di produzione statunitense.

Goldie Hawn viene annunciata come all'esordio sul grande schermo; in realtà la sua prima interpretazione avvenne nel film Una pazza banda di famiglia (1968), dove però compare con il nome Goldie Jeanne. La Hawn vinse un Oscar come miglior attrice non protagonista per la sua interpretazione di Toni Simmons (unica nomination di questo film).

Il ruolo di Toni venne offerto originariamente a Tuesday Weld, ma lei rifiutò.

Nella scena del negozio di dischi, un cliente si avvicina a Toni (Goldie Hawn) e le fa una domanda. L'album che sta tenendo è la registrazione originale del cast del musical "Mame" con Angela Lansbury: è un omaggio al regista del film Gene Saks, che diresse "Mame" a Broadway nel 1966.

Verso la fine del film, quando Walter Matthau e Ingrid Bergman entrano dall'edificio per uffici dentistici da lati opposti, Matthau entra al 730 della Fifth Avenue, il Crown Building; l'edificio si trova direttamente di fronte a Tiffany & Co, dove Audrey Hepburn girò Colazione da Tiffany (film). Jack Weston e Audrey Hepburn apparvero insieme due anni prima in un altro film, Gli occhi della notte (1967).

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film venne distribuito nelle sale cinematografiche americane dalla Columbia Pictures Corporation il 16 dicembre 1969.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il titolo fa riferimento al cactus che Stefania tiene sulla sua scrivania, e al fiore delicato e bellissimo che sboccia una sola volta all'anno.
  • Il film del 2011 Mia moglie per finta con Adam Sandler e Jennifer Aniston, è la versione hollywoodiana di una pellicola di Bollywood a sua volta ispirata al film.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

  • A Time for Love Is Anytime (Cynthia Weil, Quincy Jones) - Sarah Vaughan
  • I Needs To Bee'd With (Ernie Shelby, Quincy Jones) - Johnny Wesley
  • The Star Spangled Banner (John Stafford Smith) - artista non accreditato
  • I Wonder What She's Doing Tonight (Tommy Boyce, Bobby Hart) - artista non accreditato
  • She Hangs Out (Jeff Barry) - artista non accreditato
  • To Sir, With Love (Mark London) - artista non accreditato
  • I'm A Believer (Neil Diamond) - artista non accreditato

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema