Filibello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Quel lieve tuo candor, neve, / discende lieto nel mio cuor. / Nella notte santa / il cuore esulta / d'amor: è Natale ancor! »
(Filibello, Bianco Natale)

Filibello, nome d'arte di Filippo Bellobuono (Milano, 16 ottobre 1900Tokyo, 1º gennaio 1995), è stato un paroliere, giornalista e compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la laurea in lettere inizia l'attività di giornalista; occupandosi spesso di spettacolo, entra in contatto con il mondo dell'editoria musicale, ed inizia a scrivere testi per canzoni iscrivendosi alla Siae con lo pseudonimo Filibello (le prime lettere del suo nome unite con quelle del cognome).

I suoi maggiori successi li ottenne nel dopoguerra, con Vecchie mura (che partecipò al Festival di Sanremo 1952, interpretata da Achille Togliani), Vicino a tte che partecipò al Festival di Napoli 1961, E si nun fosse vero?, scritta con Pinchi e Gino Ingrosso, che partecipò al Festival di Napoli 1964 e A New Orleans, successo di Adriano Celentano (che nel 1963 diede anche il titolo al suo quarto LP).

Ma il suo testo più noto è quello di Bianco Natale, cover di White Christmas, successo scritto da Irving Berlin e cantato da Bing Crosby.

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: White Christmas (brano musicale).

Nel 1965 si trasferisce a Marina di Massa, abbandonando Milano, e lascia l'attività nel mondo musicale.

Canzoni scritte da Filibello[modifica | modifica wikitesto]

1958 Primo premio Festival di La Spezia Filibello-A-Nunziante-Olivares Fiorella Bini- Narciso Parigi

Gli interpreti di Bianco Natale [modifica | modifica wikitesto]