Federazione dei Giovani Socialisti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Federazione dei Giovani Socialisti
FGS Logo.jpg
PresidenteDaniele Coccia
SegretarioEnrico Maria Pedrelli
VicesegretarioNiccolò Musmeci

Alberto Caruso

StatoItalia Italia
AbbreviazioneFGS
Fondazione20 ottobre 1994
PartitoSocialisti Italiani
Socialisti Democratici Italiani
Partito Socialista Italiano
IdeologiaSocialismo democratico
Socialdemocrazia
Socialismo liberale
Socialismo umanitario
Socialismo riformista

Ecosocialismo
Internazionalismo
Europeismo

CollocazioneCentro-sinistra
Partito europeoYoung European Socialists
Affiliazione internazionaleInternational Union of Socialist Youth
Colori     Rosso
Sito webfederazionegiovanisocialisti.com

La Federazione dei Giovani Socialisti (FGS) è l'organizzazione giovanile del Partito Socialista Italiano e, in precedenza, dei Socialisti Italiani e Socialisti Democratici Italiani, fondata nel 1994.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Federazione Giovanile Socialista Italiana.

L'organizzazione si proclama erede della Federazione Giovanile Socialista Italiana, organizzazione giovanile del Partito Socialista Italiano nata inizialmente a Firenze il 6 e il 7 settembre 1903 e rifondata dopo il Ventennio fascista nel 1944, per opera dei militanti antifascisti Eugenio Colorni, Giorgio Lauchard, Matteo Matteotti, Leo Solari e Mario Zagari.

Con Tangentopoli, la situazione politica italiana - e dunque anche quella dei giovani socialisti - entra in un periodo di grande caos. Ottaviano Del Turco, segretario del PSI dal 1993 al 1994 (anno del suo scioglimento), diede l’incarico all’allora vicepresidente della Iusy e responsabile delle campagne di politica internazionale del MGS, Luca Cefisi, di svolgere il ruolo di coordinatore nazionale in questa situazione d’emergenza: quadri e dirigenti, scioccati, abbandonavano infatti la militanza politica, oppure passavano, a seconda delle personali inclinazioni, a Forza Italia o al Partito Democratico della Sinistra[1]; altri invece abbandonarono la politica.

La Ricostituzione come federazione autonoma e la Seconda Repubblica[modifica | modifica wikitesto]

Dopo lo scioglimento del Partito Socialista Italiano, la Federazione dei Giovani Socialisti fu ricostituita nell'ottobre del 1994, tra gli altri proprio da Luca Cefisi[1]; la nascente Federazione terrà poi il suo primo congresso nel 1996, eleggendo Marco Di Lello Segretario Nazionale, e Claudio Carotti, vice segretario. La Federazione dei Giovani Socialisti, che rimane affiliata all'International Union of Socialist Youth e all'European Community Organisation of Socialist Youth, si federa dapprima ai Socialisti Italiani e successivamente allo SDI. Tiene il 1º congresso a Grottaferrata il 18-20 ottobre 1996.

La FGS ha partecipato da cofondatore alla costituzione della Rosa nel Pugno, con segretario Gianluca Quadrana, in seguito ha aderito all'esperienza della Costituente Socialista conclusasi il 4-5-6 luglio 2008 con il I Congresso del Partito Socialista; nell'ambito del quale, pur con qualche divergenza, guidata da Francesco Mosca, ha ufficialmente appoggiato la candidatura di Pia Locatelli alla segreteria, e ha sostenuto la mozione numero 2 "Prima la politica".

Logo FGS
(–2013)

Nell'ottobre del 2008 la direzione nazionale dei giovani socialisti decide di celebrare il proprio congresso il 31 gennaio e 1º febbraio 2009 a Salerno; congresso a mozione unica nel quale Luigi Iorio (29 anni, laureato in legge di Foggia) viene eletto Segretario nazionale. Dall'11 al 13 novembre 2011 si è tenuto a Roma il VI Congresso dell'FGS, che ha visto Claudia Bastianelli, 28 anni perugina, eletta all'unanimità Segretario nazionale. Nella storia dell'organizzazione giovanile socialista è la prima donna ad assumerne la guida. Alcune iniziative promosse in questi anni dalla FGS, come lo ius soli, la lotta al gioco d'azzardo ed al precariato giovanile, sono approdate in Parlamento con esiti positivi.

Roberto Sajeva, palermitano, è stato eletto all'unanimità Segretario della FGS durante il VII Congresso, tenutosi a Ravenna tra il 9 e l'11 gennaio 2015.[2][3] La nuova segreteria ha un'impostazione formativa, e vengono organizzate più scuole di formazione in tutta Italia.[4][5]

Nel 2016 la Federazione ospita lo YES Summer Camp, incontro estivo di tutte le giovanili politiche aderenti agli Young European Socialists.[6][7] In questa occasione la FGS adotta anche un nuovo simbolo (attuale) ad opera di Camillo Bosco: un sole, la "stella dell'avvenire", e tre frecce.[8]

Logo attuale della FGS (2016-)

Dal 19 al 21 ottobre 2018 si è tenuto a Roma l'VIII Congresso nazionale, che ha portato all'elezione a segretario del ventiduenne romagnolo Enrico Maria Pedrelli.[9][10]

Il 12 aprile 2019 la Federazione dei Giovani Socialisti si scontrò con il PSI a seguito dell'accordo politico che vide quest'ultimo partito, facente parte del PSE, allearsi e concorrere per le europee del 2019 con il partito +Europa, affiliato a Renew Europe. La presa di posizione fu molto criticata dal partito, ma molti furono gli esponenti che manifestarono, dentro e fuori dal partito, la propria solidarietà alla FGS.[11]

In vista del Referendum confermativo del 20 e 21 settembre 2020 sul taglio dei parlamentari si schiera a sostegno del No e facendo campagna attiva in prima persona su tutto il territorio nazionale e lanciando due manifesti politici tra agosto e settembre[12][13].

Dal 22 al 24 ottobre 2021, l'organizzazione tiene il proprio IX congresso nazionale[14], durante il quale viene Pedrelli è confermato segretario[15]

Logo del IX Congresso nazionale FGS a Roma
Logo del VII Congresso FGS di Ravenna

Segretari nazionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Luca Cefisi (1994-1996)
  • Marco Di Lello (1996-1999)
  • Claudio Accogli (1999-2003)
  • Gianluca Quadrana (2003-2006)
  • Francesco Mosca (2006-2008)
  • Luigi Iorio (2009-2011)
  • Claudia Bastianelli (2011- 2015)
  • Roberto Sajeva (2015-2018)
  • Enrico Maria Pedrelli (2018-in carica)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Luca Cefisi, Lunga vita alla Fgs (PDF), in Mondoperaio, n. 2/2004.
  2. ^ Roberto Sajeva elettosegretario della Fgs | Avanti!, su avantionline.it. URL consultato il 31 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 31 ottobre 2018).
  3. ^ (EN) Mozione Sajeva, in Issuu. URL consultato il 31 ottobre 2018.
  4. ^ fgsprovinciadifrosinone, La “Scuola di formazione politica” dei Giovani Socialisti di Frosinone, su Giovani Socialisti Frosinone, 5 novembre 2017. URL consultato il 15 giugno 2019.
  5. ^ “A letto con il nemico”: scuola di formazione FGS, su FEDERAZIONE DEI GIOVANI SOCIALISTI, 26 novembre 2017. URL consultato il 15 giugno 2019.
  6. ^ (EN) YES Summer Camp 2016, in Young European Socialists (YES), 24 marzo 2016. URL consultato il 31 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2018).
  7. ^ Terrasini, a Città del Mare prende vita lo "Yes SummerCamp 2016", in PalermoToday. URL consultato il 31 ottobre 2018.
  8. ^ Federazione dei Giovani Socialisti - FGS, su facebook.com. URL consultato il 15 giugno 2019.
  9. ^ La rinascita riparte dai Giovani Socialisti | Avanti!, su avantionline.it. URL consultato il 31 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 31 ottobre 2018).
  10. ^ (EN) MOZIONE PEDRELLI FGS, in Issuu. URL consultato il 31 ottobre 2018.
  11. ^ Federazione Giovani Socialisti, Accordo PSI/+Europa: la posizione della FGS, su federazionegiovanisocialisti.com, 12 aprile 2019. URL consultato il 9 aprile 2020.
  12. ^ PERCHÉ VOTARE NO, su federazionegiovanisocialisti.com, 9 settembre 2020. URL consultato il 12 ottobre 2020.
  13. ^ Federazione Giovani Socialisti, INFINITE RAGIONI PER IL NO!, su federazionegiovanisocialisti.com, 31 agosto 2020. URL consultato il 12 ottobre 2020.
  14. ^ PROGRAMMA DEFINITIVO – IX CONGRESSO NAZIONALE FGS, su federazionegiovanisocialisti.com. URL consultato il 30 marzo 2022.
  15. ^ Congresso della FGS: Pedrelli confermato segretario, su avantionline.it, 23 ottobre 2021. URL consultato il 31 marzo 2022.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]