European Space Research Organization

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'European Space Research Organization (Organizzazione Europea per la Ricerca nello Spazio - ESRO) è un'organizzazione creata da alcuni paesi europei il 14 giugno 1962 (sebbene poi l'esistenza legale venne sancita solo il 20 marzo 1964) allo scopo di avviare progetti in campo satellitare indipendenti dalle due potenze spaziali dell'epoca, la NASA e l'agenzia spaziale sovietica.

Tra il 1968 e il 1972 l'ESRO poté festeggiare i primi successi: sette satelliti di ricerca vennero posti in orbita grazie all'utilizzo di lanciatori statunitensi.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

L'idea della creazione in Europa di un potere indipendente nel campo spaziale risale all'inizio degli anni sessanta. Nel 1962, fermamente convinti che "l'unione fa la forza", 6 paesi europei (Belgio, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi e Regno Unito) con la partecipazione dell'Australia, crearono l'ELDO (European Launcher Development Organisation) con lo scopo di progettare e costruire un lanciatore indipendente dalle due potenze spaziali dell'epoca. Nello stesso anno (e precisamente il 14 giugno), gli stessi paesi, più la Danimarca, la Spagna, la Svezia e la Svizzera firmarono un accordo per la fondazione dell'ESRO, che venne poi creata ufficialmente il 20 marzo 1964 allo scopo di avviare progetti in campo satellitare.

Le missioni dell'ESRO[modifica | modifica wikitesto]

I primi programmi spaziali scientifici europei furono sviluppati sotto l'egida dell'ESRO che tra il 1968 e il 1972 mise in orbita, per mezzo di lanciatori americani, 7 satelliti:

Unificazione di ESRO e ELDO: nasce l'ESA[modifica | modifica wikitesto]

Dieci anni più tardi, i membri di queste 2 organizzazioni decisero di riunire le loro diverse attività in un unico ente. Nel luglio del 1973 durante una conferenza interministeriale dei 10 paesi europei svoltasi a Bruxelles, si delinearono i principi costitutivi dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA). Nel 1975 venne lanciata la prima missione da parte dell'Agenzia che sarebbe poi diventata l'ESA; si trattava della sonda Cos-B che aveva lo scopo di analizzare le emissioni di raggi gamma dell'universo. Nello stesso anno, l'Irlanda divenne membro dell'ESA e il 30 ottobre 1980 la ratifica dell'accordo sancì l'esistenza legale dell'ESA.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN149683285 · ISNI (EN0000 0001 0064 1973 · LCCN (ENn50079616 · GND (DE1265-8 · BNF (FRcb11877791w (data)