Enzo Cheli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Enzo Cheli

Enzo Cheli (Arezzo, 10 maggio 1934) è un costituzionalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Allievo di Paolo Barile, si è laureato in giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Siena nel 1956, con una tesi su "Realtà e diritto dei partiti politici nell'ordinamento costituzionale italiano".

Libero docente in diritto costituzionale nel 1963, ha vinto il concorso a cattedra nella stessa materia nel 1967. Ha insegnato Diritto costituzionale e Istituzioni di diritto pubblico nelle Università degli Studi di Cagliari (1963-1968), Siena (1968-1970) e Firenze (19711999). Ha insegnato Dottrina dello Stato presso l'Università LUISS di Roma (1997-1998 ) e Diritto dell’informazione e della comunicazione presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli (2000-2001)[1]. Attualmente insegna Diritto dell’informazione e della comunicazione presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università La Sapienza di Roma.

Giudice della Corte Costituzionale dal 1987 al 1995 e Vice Presidente della stessa Corte dal 1995 al 1996.

Presidente dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni dal 1998 al 2005.

Ha partecipato fin dalla fondazione alle attività del "Seminario parlamentare", istituito presso le Facoltà di Giurisprudenza e Scienze politiche di Firenze.[2]

Autore di oltre 200 lavori (monografie, saggi, articoli, note a sentenza, recensioni) dedicati ai settori fondamentali del diritto costituzionale, ha orientato la sua produzione scientifica essenzialmente verso l'analisi delle funzioni di governo, del sistema delle fonti, della giustizia costituzionale, dell'ordinamento regionale, delle libertà connesse all'uso dei mass-media. Alcuni suoi scritti sono dedicati a temi di storia costituzionale[3].

È stato relatore in numerosi convegni scientifici in Italia ed all'estero (Francia, Spagna, Portogallo, Regno Unito, Germania, Stati Uniti, Canada, Argentina, Brasile, Venezuela, Ungheria, Polonia). Ha partecipato quale relatore ai Convegni indetti dall'Accademia dei Lincei su “Lo stato delle Istituzioni italiane” (1994), su “Dalla Costituente alla Costituzione” (1997) e su “La Convenzione del Consiglio d'Europa per la protezione dei diritti umani e delle libertà fondamentali” (2000).

Ha diretto dal 1981 al 1987 la Rivista «Quaderni costituzionali» e fa parte dei comitati di direzione delle maggiori riviste giuspubblicistiche.

Ha collaborato come opinionista con “Il Giorno”, “Il Messaggero” e “La Stampa”.

Ha partecipato a varie Commissioni ministeriali per la riforma della legislazione.

È fondatore e presidente dell'Associazione Eunomia, ente attivo a Firenze nel campo dell'alta formazione delle giovani classi dirigenti[4].

Dal 2004 è socio corrispondente dell'Accademia dei Lincei.[5]

Dal 2007 partecipa, insieme con i prof. Angelo Falzea e Paolo Grossi, alla Direzione scientifica degli «Annali dell'Enciclopedia del diritto», edita da Giuffrè.

Dal 2012 è Presidente dell'Associazione di cultura e politica «Il Mulino».

Nel 2013 ha fatto parte della Commissione di esperti istituita dal Governo Letta per le riforme costituzionali.

Dal 2015 è componente del Comitato scientifico dell'Enciclopedia italiana Treccani.

Nel 2016 riceve il XLIII Premio Scanno - Riccardo Tanturri Provincia de L'Aquila. Sezione Diritto

Incarichi istituzionali[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1976 al 1980 è stato componente del Consiglio di amministrazione della RAI.

Dal 1987 al 1995 è stato giudice costituzionale e dal 1995 al 1996 Vice Presidente della stessa Corte.[6].

Dal 1997 al 1998 ha presieduto la Commissione per la riforma del Ministero per i beni culturali e ambientali.

Dal 1998 al 2005 è stato Presidente dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni[7].

Dal 2006 al 2008 ha presieduto la Commissione per la riforma dell'editoria.

Dal 2007 al 2010 è stato Presidente del Consiglio Superiore delle Comunicazioni[8].

Dal 2005 al 2012 è stato Presidente del Gabinetto scientifico-letterario G. P. Vieusseux di Firenze[9].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Giudice della Corte costituzionale»
— 19 novembre 1987[10]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Scritti monografici[modifica | modifica wikitesto]

  • Atto politico e funzione d'indirizzo politico, Milano, Giuffrè, 1961 (rist. 1968).
  • Potere regolamentare e struttura costituzionale, Milano, Giuffrè, 1967.
  • Costituzione e sviluppo delle istituzioni in Italia, Bologna, Il Mulino, 1978.
  • Il giudice delle leggi: la Corte costituzionale nella dinamica dei poteri, Bologna, Il Mulino, 1996 (rist. 1999).
  • La riforma mancata: tradizione e innovazione nella Costituzione italiana, Bologna, Il Mulino, 2000.
  • Lo Stato costituzionale. Radici e prospettive, Napoli, Editoriale Scientifica, 2006.
  • Il problema storico della Costituente, Napoli, Editoriale Scientifica, 2008.
  • Istituzioni di diritto pubblico, (in collaborazione con P. Barile e S. Grassi), 13ª ed., Padova, Cedam, 2011.
  • Nata per unire. La Costituzione italiana tra storia e politica, Bologna, Il Mulino, 2012.
  • Il taccuino di un costituzionalista, a cura di M. Manetti, Quaderni de «Lo Stato», Modena, Mucchi, 2015.

Articoli e saggi scelti[modifica | modifica wikitesto]

  • L'informazione giornalistica in Italia: linee di una ricerca e proposte di riforma, in La stampa quotidiana tra crisi e riforma. Problemi giuridici e organizzativi, a cura di P. Barile e E. Cheli, Bologna, Il Mulino, 1976, pp. 7-30.
  • Introduzione a Corte costituzionale e sviluppo della forma di governo in Italia, a cura di P. Barile, E. Cheli e S. Grassi, Bologna, Il Mulino, 1982, pp. 11-18.
  • Tendenze evolutive nel ruolo e nei poteri del Capo dello Stato, in «Quaderni Costituzionali», n. 1/1985, pp. 29-45. (Pubblicato anche in La figura e il ruolo del Presidente della Repubblica nel sistema costituzionale italiano, Messina-Taormina, 25-27 ottobre 1984, Milano, Giuffrè, pp. 93-109.
  • Methods and criteria of judgement on the question of rights to freedom in Italy, con Filippo Donati, in Human rights and judicial review: a comparative perspective, a cura di D. M. Beatty, Boston, Martinus Nijhoff, 1994; pp.227-265.
  • I fondamenti dello ‘Stato costituzionale’, in Lo Stato costituzionale. I fondamenti e la tutela, a cura di L. Lanfranchi, Roma, Istituto Enciclopedia Treccani, 2006, pp. 41-49.
  • Piero Calamandrei e la ricerca dei valori fondamentali della nuova democrazia repubblicana, in Piero Calamandrei e la costruzione dello Stato democratico. 1944-1948, a cura di S. Merlini, Bari, Laterza, 2007, pp.15-26. (Pubblicato anche in «Rassegna parlamentare», n. 2/2007, pp. 275-279).
  • Libertà d'informazione e pluralismo informativo negli indirizzi della giurisprudenza costituzionale, in Giurisprudenza costituzionale ed evoluzione dell'ordinamento italiano, Atti dei Convegni dei Lincei, Roma, Bardi Editore, 2007, pp. 103-116. (Pubblicato anche in Poteri, garanzie e diritti a sessanta anni dalla Costituzione. Scritti per Giovanni Grottanelli De' Santi, a cura di A. Pisaneschi e L. Violini, Milano, Giuffrè, 2008, pp. 1405-1420).
  • Tra conservazione e riforme. La Costituzione alla prova del tempo, in «Il Mulino», n. 4/2008, pp. 755-760.
  • Intervento su Eurosistema. Omaggio a Giuseppe Guarino, a cura di G. Morbidelli, Firenze, Passigli Editori, 2008, pp. 37-46.
  • Osservazioni conclusive su Mezzi di comunicazione e riservatezza. Ordinamento comunitario e ordinamento interno, a cura di R. Zaccaria e G. De Minico, Napoli, Jovene, 2008, pp. 475-481.
  • L'innesto costituzionale delle Autorità amministrative indipendenti: problemi e conseguenze, in Studi in onore di Vincenzo Caianiello, Napoli, Editoriale Scientifica, 2008, pp. 111-119.
  • Ricordo di Leopoldo Elia, in «Il Mulino», n. 6/2008, pp. 1140-1141.
  • Intervento* su La riforma della Costituzione francese, Seminario Astrid del 19 novembre 2008, in http://www.astrid-online.it/Dossier--R2/La-riforma/index.htm.
  • La Costituzione ha 60 anni, Inaugurazione dell'anno accademico 2007-2008 della Scuola Superiore dell'Amministrazione dell'Interno, Roma, 10 dicembre 2007, in Dossier Astrid, in http://www.astrid-online.it/Dossier--r/Studi--ric/60-anni-de/.
  • Stato in Io parlo da cittadino. Viaggio tra le parole della Costituzione italiana. I principi fondamentali, a cura di M. Bossi e N. Maraschio, Firenze, Regione Toscana/Consiglio Regionale, 2008, pp. 239-242.
  • Il percorso storico della Carta repubblicana. Attuazione, riforme e interpretazioni del modello costituzionale, Quaderno n. 19, Associazione per gli Studi e le Ricerche parlamentari, Torino, G.Giappichelli Editore, 2008.
  • La forma di governo italiana: perché confermarla, come riformarla, in Per una moderna democrazia europea. L'Italia e la sfida delle riforme istituzionali, a cura di F. Bassanini e R. Gualtieri, Firenze, Passigli Editore, 2009, pp. 73-77.
  • Parere pro veritate sul Ddl n. 1145 in tema di intercettazioni telefoniche (in collaborazione con C. F. Grosso), in Ddl Alfano: se lo conosci lo eviti, I Quaderni dell'Unci, Roma, 2009, pp. 193-204.
  • Unità nazionale e prospettiva federale nelle ipotesi di riforma del bicameralismo italiano, in Il diritto costituzionale come regola e limite al potere. Scritti in onore di Lorenza Carlassare, a cura di G. Brunelli, A. Pugiotto e P. Veronesi, Napoli, Jovene, 2009, vol. 2, pp. 527-538.
  • La Costituzione italiana: radici, sviluppi, prospettive, in Valore e attualità della Carta costituzionale (Spi-Cgil, Perugia, 3 luglio 2009), supplemento al n. 28/2009 della rivista «Rassegna sindacale», pp. 6-11.
  • Per orientare il sistema e non per registrare equilibri di fatto, in Politiche pubbliche per le comunicazioni*', a cura di S. Rolando, Etas, 2009, pp. XI-XIV.
  • Regole comuni, intervista su «Mondoperaio», n. 3/2009, pp. 38-40.
  • La forma di governo secondo la Costituzione e nella prassi più recente, Tavola rotonda, Brescia, 12 dicembre 2008, in Il governo sopra tutto. Cattiva politica e Costituzione, a cura di A. D'Andrea, Brescia, Bibliofabbrica, 2009, pp. 40-48.
  • Introduzione a 'La democrazia dei partiti e la democrazia nei partiti, a cura di S. Merlini, Firenze, Passigli Editori, 2009, pp. 269-271.
  • Dalla Costituzione alla Carta dei Valori, con Carlo Cardia, in Dalla Costituzione alla Carta dei Valori. Esperienze didattiche laboratoriali, a cura di F. P. Firrao, A. Moreni e C. Picchi, Firenze, Regione Toscana/Consiglio Regionale, 2009, pp. 9-14.
  • Note conclusive a Democrazia partecipativa. Esperienze e prospettive in Italia e in Europa, a cura di U. Allegretti, Firenze, University Press, 2010, pp. 415-416.
  • Le riforme costituzionali tra politica e storia, in Le riforme per l'Italia. Atti del Convegno di Firenze, venerdì 5 marzo 2010, a cura della Provincia di Firenze, Firenze, Legautonomie Toscana, pp. 4-11.
  • Condizioni dello straniero e immigrazione: Costituzione e diritto UE tracciano la strada', 'in «Libertà civili», n. 1/2010, pp. 7-11.
  • Riforme per superare le disfunzioni del modello costituzionale o la perdita della qualità della nostra democrazia?, in Forma di governo, legge elettorale, riforma del bicameralismo paritario, Seminario promosso dal Forum Riforma dello Stato - Camera dei deputati, Sala della Regina, 14 giugno 2010, Collana coordinata dal Forum Centro Studi Pd, Milano, Giuffrè, 2010, pp. 111-114.
  • Il contributo di Egidio Tosato alla formazione della Carta repubblicana, in Egidio Tosato costituzionalista e costituente, a cura di M. Galizia, Archivio di Storia costituzionale e di Teoria della Costituzione, Milano, Giuffrè, 2010, pp. 251-258.
  • Presentazione a Mario Di Ciommo, Dignità umana e Stato costituzionale. La dignità umana nel costituzionalismo europeo, nella Costituzione italiana e nelle giurisprudenze europee, a cura di Astrid, Firenze, Passigli Editori, 2010, pp. 11-13.
  • Prefazione a Dalla tecnologia ai diritti. Banda larga e servizi a rete, a cura di G. De Minico, Napoli, Jovene, 2010, pp. VII-IX.
  • Fisiologia e patologia negli sviluppi recenti del nostro “sistema” delle fonti, in www.osservatoriosullefonti.it, fascicolo n. 2/2010.
  • Diritti fondamentali degli immigrati: premesse costituzionali, a cura del Centro Interuniversitario di Ricerca sui Diritti Umani e sul Diritto dell'Immigrazione e degli Stranieri – CIRDUIS, Editoriale scientifica, 2010, parte prima, capitolo primo.
  • Il ruolo “politico” della Corte costituzionale italiana nella prospettiva comparatistica, in «Giustizia costituzionale e politica», n. 2-3/2010, pp. 31-36.
  • Democrazia e legalità: un percorso storico, in http://www.astrid-online.it/rassegna/29-04-2011/index.htm.
  • Alcuni spunti per una storia della Corte costituzionale italiana, in Studi in onore di Franco Modugno, Napoli, Editoriale Scientifica, 2011, pp. 805-812.
  • Stato costituzionale e ragionevolezza, Napoli, Editoriale Scientifica, 2011, pp. 7-40. (Pubblicato anche in spagnolo, con il titolo, El Estado constitucional y la racionalidad, in Atti del IX Congreso Nacional de Amparo, Merida, Yucatàn, 2011).
  • La persona e le Istituzioni, in http://www.unipd.it/unipdWebServices/ShowBinary/wwwunipd/PAGE/scuolacostituzionale/La_Persona_e_le_Istituzioni.pdf.
  • Diritti fondamentali degli immigrati: premesse costituzionali, in Diritti umani degli immigrati. Tutela della famiglia e dei minori, a cura di R. Pisillo Mazzeschi, P. Pustorino, A. Viviani, Napoli, Editoriale Scientifica, 2011, pp. 3-6.
  • Emigrazione, immigrazione: i percorsi incrociati della legislazione italiana, in «Libertà civili», n. 3/2011, pp. 13-17.
  • Le autorità amministrative indipendenti: sviluppo di un percorso e problemi aperti, in «Rassegna Parlamentare», n. 2/2011, pp. 479-484.
  • Una legge quadro per i partiti, in «Il Mulino», n. 6/2011, pp. 932-938.
  • Democrazia e legalità nello «Stato costituzionale» (linee di un percorso storico), in Alle frontiere del diritto costituzionale. Scritti in onore di Valerio Onida, a cura di M. D'Amico e B. Randazzo, Milano, Giuffrè, 2011, pp. 487-495.
  • Relazione di sintesi, in Lo statuto giuridico delle informazioni, Atti del Convegno, Milano 24 maggio 2010, a cura di G. Cocco, Milano, Giuffrè, 2012, pp. 207-212.
  • I giuristi alla Costituente, in Enciclopedia italiana. Il contributo italiano alla storia del pensiero. Diritto, VIII appendice, Roma, Istituto Enciclopedia Treccani, 2012, pp. 583-588.
  • Forma di governo e indirizzo politico, in Lezioni Magistrali di Diritto Costituzionale. Anno accademico MMXI – MMXII, vol. II, a cura di A. Vignudelli, Modena, Mucchi, 2012, pp. 49-56.
  • Sovranità popolare e legittimazione parlamentare, in Il parlamento nell'evoluzione costituzionale nazionale ed europea, Palazzo Montecitorio – Sala della Lupa, 6 ottobre 2011, Roma, Camera dei Deputati, 2012, pp. 89-95.
  • La personalità politica e giuridica di Leonetto Amadei, in Il contributo di Leonetto Amadei alla nascita e sviluppo dell'Italia democratica, a cura di S. Panizza, Pisa, Pisa University press, 2012, pp. 31-39.
  • Il pluralismo informativo nell'esperienza costituzionale italiana, in Il diritto al pluralismo dell'informazione in Europa e in Italia, a cura di R. Pisillo Mazzeschi, A. Del Vecchio, M. Manetti, P. Pustorino, Roma, Rai Eri, 2012, pp. 233-237.
  • La Costituzione del 1948: appunti per un bilancio a sessant'anni dalla sua nascita, in Scritti in onore di Alessandro Pace, vol. I, Napoli, Editoriale Scientifica, 2012, pp. 137-149.
  • Considerazioni conclusive, in Nuovi mezzi di comunicazione e identità. Omologazione o diversità?, a cura di M. Villone, A. Ciancio, G. De Minico, G. Demuro, F. Donati, Roma, Aracne editrice, 2012, pp. 677-682.
  • Legalità costituzionale e legalità ordinaria come frontiere storiche per l'azione del giudice, in La Costituzione come fonte direttamente applicabile dal giudice, Seminario conclusivo del dottorato in Scienze Giuridiche, Firenze-18 maggio 2012, a cura di Vittoria Barsotti, Rimini, Maggioli, 2013, pp. 9-12.
  • Il capo dello Stato: un ruolo da ripensare?, in «Il Mulino», n. 3/2013, pp. 436-443.
  • Presentazione, in Il ruolo degli apparati serventi delle assemblee legislative tra tradizione e linee di sviluppo, Atti del Convegno tenuto a Palermo, 20 gennaio 2012 - XVI legislatura 2013 - Quaderni dell'ARS, Napoli, Jovene, 2013, pp. IX-XIV.
  • Politica delle fonti e ruolo del Parlamento, in Politica della legislazione, oltre la crisi, a cura di Lino Duilio, Bologna, Il Mulino, 2013, pp. 299-304.
  • Osservazioni introduttive in ordine al potere sanzionatorio delle Autorità amministrative indipendenti, in «Giurisprudenza commerciale», n. 2/2013, pp. 329-330.
  • Scorciatoie che non servono, in «Mondoperaio», n. 7-8/2013, pp. 64-67.
  • Intervento su Le stagioni del contratto, di G. Alpa, in «Quaderni Fiorentini per la storia del pensiero giuridico moderno», n. 42/2013, pp. 555-558.
  • Intervento su Riforma delle province e sistema delle autonomie locali, a cura di M. Manetti e A. Frosini, Atti del Convegno Monteriggioni, 28 giugno 2012, Rimini, Maggioli, 2013, pp. 85-87.
  • L'esperienza italiana delle autorità amministrative indipendenti, in Associazione per gli Studi e le Ricerche Parlamentari, Quaderno n. 22, Torino, Giappichelli, 2013, pp. 69-84.
  • La giustizia elettorale, in La giustizia elettorale, a cura di E. Catelani, F. Donati, M. C. Grisolia, Atti del Seminario svoltosi a Firenze – 16 novembre 2012, Napoli, Editoriale Scientifica, 2013, pp. XIX-XX.
  • Forma di governo e legge elettorale, in «il Mulino», n. 2/2014, pp. 199-205.
  • Il servizio pubblico radiotelevisivo: il senso di un percorso e le prospettive di una riforma, in Astrid Rassegna, n. 6/2014 (pubblicato anche in “Studi in onore di Giuseppe de Vergottini”, Tomo II, Padova, Cedam, 2015, pp. 1675-1681).
  • La «dottrina Pertini» e la nomina di Giovanni Spadolini a Senatore a vita, in «Nuova Antologia», n. 2/2014, pp. 26-34.
  • Mario Galizia e la tradizione giuspubblicistica, in «Nomos», n. 3/2014, pp. 15-18.
  • Internet e la ricerca della piattaforma costituzionale per il suo esercizio, in AA.VV, Studi in onore di Maurizio Pedrazza Gorlero, vol. II: La libertà di informazione e la democrazia costituzionale, Napoli, ESI, 2014, pp. 133-138.
  • Ma questo è vero bicameralismo? (dubbi e suggerimenti in ordine al progetto di riforma costituzionale presentato dal Governo), Speciale I - Riforme costituzionali, Firenze, 26 maggio 2014, (fasc. n. 2).
  • Sulla riforma costituzionale approvata dal Senato nel luglio 2014, Speciale II Riforme costituzionali – Pisa, 8 settembre 2014, www.osservatoriosullefonti.it, n. 3.
  • Costituente e costituzione. I fattori originari dell'esperienza italiana e i loro riflessi sul percorso delle riforme costituzionali, in La politica come scienza. Scritti in onore di Giovanni Sartori, a cura di Stefano Passigli, Firenze, Passigli Editori, 2015, pp. 179-190.
  • La riforma costituzionale all'esame del Senato, in http://www.osservatoriosullefonti.it, n. 1/2015.
  • Riflessioni postume intorno ad un'esperienza. La prima legislatura dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, in La regolamentazione dei contenuti digitali. Studi per i primi quindici anni dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (1998-2013), a cura di Ernesto Alpa e Oreste Pollicino, 2015, Rimini, Aracne, pp. 31-37.
  • Il bicameralismo differenziato e il Senato quale perno della forma di Stato regionale, in Astrid rassegna n. 15/2015.
  • Vi saranno ancora le Costituzioni?, in «il Mulino», n. 6/2015, pp. 1116-1124.
  • Livio Paladin, giudice costituzionale, «Quaderni costituzionali», n. 4/2015, pp. 911-917.
  • Il lavoro che fonda la costituzione, in CapoLavoro – lavori in corso.Atti dei convegni collegati alla mostra CapoLavoro, Brescia, Camera del lavoro di Brescia - CGIL, 2015, pp. 77-82.
  • Luci e ombre di una riforma costituzionale, «il Mulino», n. 1/2016, pp. 21-26.
  • Introduction to the roundtable, in Resilience of art cities to flooding: success and failure of the Italian experience. Resilienza delle città d'arte alle catastrofi idrogeologiche: successi e insuccessi dell'esperienza italiana, Atti dei Convegni dei Lincei, Roma, Bardi Edizioni, 2016, pp. 305-306.
  • Legislatori e giudici nella difesa dei diritti, in Il rapporto tra giudice e legislatore nella tutela dei diritti: verso un nuovo equilibrio. Lectio magistralis di Paolo Caretti, a cura di A. Cardone, F. Donati, M.C. Grisolia, G. Tarli Barbieri, Napoli, ESI, 2016, pp. 53-58.
  • Rileggendo «Intorno alla legge» di Gustavo Zagrebelsky: osservazioni sulla natura del diritto e sulla funzione del giurista, in Il costituzionalista riluttante. Scritti per Gustavo Zagrebelsky, Einaudi, Torino, 2016, pp. 263-267.
  • Che cosa significa cambiare una Costituzione, «il Mulino», n. 4/2016, pp. 622-624.
  • Il perché di una riproposta, in P. Barile, Orientamenti per la Costituente, Bologna, il Mulino, 2016, pp. 9-12.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "biografie online", whoswho.eu. URL consultato il 28-12-2011.
  2. ^ Con decreto rettorale n. 777 del 17 novembre 2003 l'Associazione per gli Studi e le Ricerche Parlamentari è riconosciuto quale Centro di Ateneo per la Ricerca, Trasferimento e Alta formazione dell'Ateneo Fiorentino con la denominazione "Centro per gli Studi e le Ricerche Parlamentari" [1]
  3. ^ Centro Studi Parlamentari
  4. ^ Eunomia | Home page
  5. ^ Accademia Nazionale dei Lincei
  6. ^ Come giudice della Corte Costituzionale ha redatto circa duecento tra sentenze e ordinanze in tema di diritti di libertà, informazione, ordinamento regionale, pubblica amministrazione, processo penale e ambiente. Tra le sentenze di maggior rilievo si possono ricordare: la n. 229 del 21 aprile 1989 in tema di annullamento straordinario degli atti amministrativi regionali, in «Nomos»,1989, fasc.1, p. 194; la n. 453 del 15 ottobre 1990 sul principio di imparzialità nei concorsi pubblici, in «Giurisprudenza costituzionale», 1991, p. 1516; la n. 470 del 24 novembre 1992 sui referendum consultivi regionali, in «Giurisprudenza costituzionale», 1992, p. 4252; la n. 466 del 28 dicembre 1993 in tema di controllo della Corte dei conti sugli enti privatizzati, in «Foro Italiano», 1994, I, 325; la n. 161 del 10 maggio 1995 in tema di par condicio nelle campagne referendarie, in «Giurisprudenza costituzionale», 1995, p. 3146; la n. 360 del 24 ottobre 1996 relativa al divieto di reiterazione dei decreti-legge, in «Giurisprudenza costituzionale», 1996, p. 3147
  7. ^ Istituita ai sensi della L. 31 luglio 1997, n. 249 "Istituzione dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo"
  8. ^ Tlc: Enzo Cheli presidente del Consiglio Superiore delle Comunicazioni | Radiocor, venerdi' 2 novembre 2007 (articolo 577754)
  9. ^ Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux - informazioni e contatti
  10. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Caretti - Maria Cristina Grisolia, (a cura di), Lo Stato Costituzionale. La dimensione nazionale e la prospettiva internazionale. Scritti in onore di Enzo Cheli, Bologna, Il Mulino, 2010, pp. 647-668

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN71466171 · LCCN: (ENn81114299 · SBN: IT\ICCU\RAVV\000551 · ISNI: (EN0000 0000 8392 7506 · BNF: (FRcb12352213c (data)