Emanuela Trixie Zitkowsky

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Emanuela Trixie Zitkowsky (Roma, 3 gennaio 1966) è una scenografa italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di Tullio Zitkowsky, scenografo televisivo particolarmente attivo in Italia fin dagli anni sessanta, ha seguito le orme del padre laureandosi in scenografia all'Accademia di Belle Arti di Roma[1].

Negli anni novanta, oltre a lavorare per Telenorba in Piazza d'uomo[2], inizia a collaborare con Mediaset realizzando in particolar modo spot pubblicitari e fondando, insieme al padre Tullio e ad Alessandro Zitkoswky la società Telon[1].

Dal 2000 ha curato le scenografie delle case del Grande fratello, mantenendo l'incarico di allestire l'abitazione del noto reality show per tutte le successive edizioni[3][1]. A seguire, ha realizzato le scenografie per altre trasmissioni come Papirazzo[4], Superstar Show[5], Bisturi! Nessuno è perfetto[6], Cronache marziane[7], Operazione trionfo[8], La fattoria[1], The Bachelor - L'uomo dei sogni[1], Vite allo specchio[1].

Ha collaborato anche per la Rai, per le scenografie di Tatami, Se sbagli ti mollo, Vanoni più che mai, Non perdiamoci di vista, Mi manda Raitre, Articolotre e Superquark;[1] e per LA7 per il programma Telerentola[9], ha realizzato inoltre la scenografia del Festival di Sanremo 2014[10].

Per Sky Italia ha lavorato alla scenografia del Fiorello Show, mentre per Real Time ha realizzato le scenografie di Cucina con Ale e Paint Your Life[1].

Nel 2016, ha realizzato per Canale 5 la nuova scenografia del quiz preserale Caduta libera. Nello stesso anno realizzò per Nove la scenografia del quiz preserale Boom!.

Nel 2018 torna a progettare la scenografia per il Festival di Sanremo 2018, condotto da Claudio Baglioni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h Biografia su abafg.it, su abafg.it. URL consultato il 29 giugno 2017.
  2. ^ Baroni, 348.
  3. ^ Baroni, 198.
  4. ^ Baroni, 338.
  5. ^ Baroni, 465.
  6. ^ Baroni, 50.
  7. ^ Baroni, 121.
  8. ^ Baroni, 329.
  9. ^ Baroni, 488.
  10. ^ Laura Squillaci, Festival di Sanremo 2014, una scenografia da "Grande bellezza", in RaiNews, 12 febbraio 2014. URL consultato il 29 giugno 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]