Caduta libera (programma televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Caduta libera
Caduta Libera.jpg
Logo del programma
PaeseItalia
Anno2015 – in produzione
Generegame show
Edizioni9
Puntate866 nel preserale + 5 in prima serata (al 18 novembre 2020)
Durata50 min (preserale)[1]
120 min (prima serata)
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreGerry Scotti
RegiaFerran Armengol (2015)
Giancarlo Giovalli (2016-in corso)
Aiuto regiaRaffaella Pederzoli
AutoriAlvise Borghi, Riccardo Di Stefano, Davide Cottini, Barbara Ancillotti, Samanta Chiodini, Stefania De Finis, Guglielmo Fiamma, Angelo Mandelli, Stefano Mastrosimone, Tania Nucera, Daniele Piccinini
MusicheStefano Caprioli e Dino Ceglie
ScenografiaEmanuela Trixie Zitkowsky
CostumiLoretta Bottioni
FotografiaRiccardo Barbaglio, Andrea Mantovani
LuciMMS
ProduttoreMix Carola (Mediaset)
Andrea Tresoldi (EndemolShine Italy), Gabriella Del Gaiso
Produttore esecutivoEdmondo Conti (Endemol)
Antonella Carbone (EndemolShine Italy), Enrico Oggioni
Casa di produzioneEndemolShine Italy
Rete televisivaCanale 5

Caduta libera è un gioco televisivo italiano in onda dal 4 maggio 2015 su Canale 5 nella fascia preserale con la conduzione di Gerry Scotti.[2][3]

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Edizione Periodo Conduzione Puntate Studio Telespettatori Share
Inizio Fine
nel preserale in prima serata
4 maggio 2015 26 giugno 2015 Gerry Scotti 48 - Studi Antena 3, Barcellona 2.637.000 16,72%
4 gennaio 2016 15 luglio 2016 182 1 Studio 20 del Centro di produzione Mediaset di Cologno Monzese 3.567.000 20,07%
10 settembre 2016 14 gennaio 2017 123 2 3.534.000 18,76%
30 aprile 2017 14 luglio 2017 70 2.602.000 18,44%
11 settembre 2017 19 novembre 2017 - 3.389.000 18,04%
23 aprile 2018 13 giugno 2018 52 Studio Pala 20 del Centro di produzione Infront 3.086.000 19,25%
9 settembre 2018 18 novembre 2018 71 Studio 20 del Centro di produzione Mediaset di Cologno Monzese 3.586.000 19,36%
21 aprile 2019 17 novembre 2019 197 3.777.000 20,06%
7 settembre 2020 18 novembre 2020 53 3.838.000 18,77%

Storia del programma[modifica | modifica wikitesto]

Il programma, tratto dal format israeliano La'uf al HaMillion (Still Standing) creato dall'Armoza Formats, nasce come esperimento estivo nel preserale del palinsesto di Canale 5, partendo il 4 maggio 2015 con la conduzione di Gerry Scotti. Questa prima edizione viene registrata in Spagna, presso gli studi dell'emittente Antena 3 a Barcellona. La prima edizione termina il 26 giugno 2015.

La seconda edizione di Caduta libera va in onda dal 4 gennaio al 15 luglio 2016 e le riprese si trasferiscono in Italia, presso lo studio 20 del Centro di produzione Mediaset di Cologno Monzese. Dal 30 maggio al 15 luglio 2016 il programma prende il nome di Caduta libera Smile. Questa edizione è completamente nuova rispetto alla prima: oltre alle modifiche al regolamento, il montepremi è più alto, lo studio viene completamente rinnovato (è il primo quiz Mediaset ad avere uno studio in alta definizione) e le musiche sono completamente nuove.

La terza edizione va in onda dal 12 settembre 2016 al 14 gennaio 2017.

La quarta edizione va in onda dal 30 aprile al 14 luglio 2017. Da quest'edizione il montepremi sale a 500.000 €.

La quinta edizione va in onda dall'11 settembre al 19 novembre 2017. In quest'edizione viene introdotto Lo sparo nel buio dove ci sono nuovi giochi che occasionalmente sostituiscono le classiche domande dei giochi.

La sesta edizione va in onda dal 23 aprile al 13 giugno 2018. In questa edizione il programma va in onda dallo Studio Pala 20 del Centro di produzione Infront di Via Deruta a Milano, ma con la stessa scenografia delle edizioni precedenti.

La settima edizione va in onda dal 9 settembre al 18 novembre 2018. In questa edizione il programma torna nello studio 20 del Centro di produzione Mediaset di Cologno Monzese e la scenografia subisce qualche modifica, diventando più colorata e moderna.

L'ottava edizione va in onda dal 21 aprile al 17 novembre 2019. In questa edizione per la prima volta il programma è andato in onda anche per tutta l'estate con il titolo Caduta libera Splash dal 24 giugno all'8 settembre.

La nona edizione (la cui partenza era prevista per il 4 maggio 2020 ma poi rinviata a causa della pandemia da COVID-19), va in onda dal 7 settembre al 18 novembre 2020. In questa edizione viene notevolmente ridotto il pubblico in studio per mantenere la distanza di un metro tra le persone del pubblico stesso e per rispettare le misure di contenimento della pandemia da COVID-19; inoltre, lo studio del programma (lo studio 20 del Centro di produzione Mediaset di Cologno Monzese) si modifica, con un nuovo design dei "leccalecca" con i montepremi, e con delle nuove grafiche per i giochi presenti all'interno del quiz. In questa edizione il programma va in onda solamente dal lunedì al venerdì, dato che il sabato e la domenica vanno in onda le repliche con il nome di Ri-Caduta libera. Dal 14 settembre 2020, all'interno del quiz, viene introdotto un nuovo gioco chiamato Chissà chi sarà[4]. L'edizione viene bruscamente interrotta il 18 novembre 2020 dopo 53 puntate, dato che Gerry Scotti dopo esser stato positivo al COVID-19 non è riuscito a riprendere le registrazioni delle nuove puntate che erano previste per l'inizio del mese. Dal 19 novembre 2020 vengono trasmesse le repliche delle scorse edizioni tutti i giorni, proprio come già accadeva da inizio stagione nel weekend, sempre nello stesso periodo delle repliche il programma mantiene il proprio titolo, mentre quelle del fine settimana vengono intitolate Caduta libera Weekend.

Collocazione[modifica | modifica wikitesto]

Il programma va in onda nella fascia preserale su Canale 5. Occasionalmente si presentano delle versioni speciali in prima serata.

Nella prima edizione, il programma andò in onda inizialmente dal lunedì al sabato saltando la domenica, in seguito tutti i giorni e infine dalla domenica al venerdì saltando il sabato. Nella seconda edizione il programma andò in onda inizialmente dal lunedì al sabato, mentre dal 7 febbraio 2016 conquistò anche la giornata della domenica. Dal 30 maggio 2016 fino a luglio nei giorni feriali andò in onda la versione estiva Caduta libera Smile. Dalla terza all'ottava edizione, il programma andava in onda sempre tutti i giorni. Occasionalmente (ad esempio nei fine settimana estivi) vanno in onda repliche intitolate Ri-Caduta libera (questa serie di repliche nell'estate 2019 è andata in onda anche nel periodo ferragostano dal 14 al 18 agosto proponendo delle repliche di puntate speciali del programma con i concorrenti VIP). Tra giugno e luglio 2018 andò in onda un'altra serie di repliche con il nome Caduta libera Special. Nella nona edizione il programma va in onda con le puntate inedite (con una ridotta presenza del pubblico in studio a causa delle misure di contenimento della pandemia da COVID-19) dal lunedì al venerdì, mentre nel fine settimana vanno in onda delle repliche di puntate del weekend di varie edizioni intitolate Ri-Caduta libera (con una maggiore presenza del pubblico in studio, essendo state registrate prima dell'emergenza da COVID-19), ma dal 19 novembre 2020 vengono trasmesse le repliche tutti i giorni, mantenendo lo stesso titolo del programma.

Vincite[modifica | modifica wikitesto]

Il concorrente che ha vinto di più nella storia del programma è stato Nicolò Scalfi, studente universitario di Brescia, che ha totalizzato in tutto 727.000 € partecipando al quiz per 88 puntate consecutive da ottobre 2018 a luglio 2019 (oltre ad altre 2 puntate nel torneo "Campionissimi") dove ha vinto 651.000 € nel gioco classico e 76.000 € nel torneo dei campioni.[5][6] La seconda vincita più significativa nella storia del programma appartiene invece a Christian Fregoni, bagnino professionista di Brescia, che ha totalizzato in tutto 210.000 € partecipando al quiz per 39 puntate da luglio a settembre 2019.

Regolamento e svolgimento[modifica | modifica wikitesto]

Il meccanismo del gioco prevede delle sfide tra 11 concorrenti (un campione centrale e dieci sfidanti). Il concorrente centrale sceglie di volta in volta, alternando tra un uomo e una donna, un avversario. La sfida avviene con il conduttore che pone domande di cultura generale, formulate come definizioni, in cui sono già visualizzate alcune lettere delle risposte e alle quali bisogna rispondere in 30 secondi, con un numero illimitato di tentativi. Il concorrente centrale ha 3 vite che, laddove non sappia una risposta, gli permettono di passare la domanda all'avversario il quale dovrà necessariamente rispondere. Se lo sfidante indovina, ruba la vita al campione (tuttavia la vita gli servirebbe solo a evitare la caduta in caso non sappia una risposta, in quanto gli sfidanti non possono passare le domande). Se alla fine dei 30 secondi lo sfidante non ha dato la risposta esatta e non ha vite, la botola ai suoi piedi si apre facendolo cadere. Se invece è il concorrente centrale a non dare la risposta e a non avere più vite, sarà quest'ultimo a cadere e lo sfidante prende il suo posto, diventando il nuovo campione.

Una volta eliminato lo sfidante, il concorrente centrale deve scegliere tra il piede bianco e il piede nero del lecca-lecca posto davanti alla botola. In base alla scelta fatta, il concorrente centrale può guadagnare una somma che si va ad aggiungere al montepremi, guadagnare una vita, raddoppiare la somma guadagnata fino a quel momento oppure perderla completamente. Se il concorrente centrale cade nella botola, il montepremi da lui guadagnato viene azzerato e lo sfidante riparte dal premio posto nella sua postazione. Nella prima edizione invece ogni sfidante aveva un valore stabilito che veniva guadagnato dal concorrente centrale se quest'ultimo vinceva la sfida. Il montepremi massimo totale della trasmissione è di 500.000 € a partire dalla quarta edizione (100.000 € nella prima edizione, 300.000 € nella seconda e terza edizione).

Se resta un solo sfidante oppure scade il tempo a disposizione per l'intera gara (fatto che viene annunciato dal suono di una sirena in caso del secondo caso), si va a L'ultima sfida. Se il concorrente centrale vince l'ultima sfida si conferma campione in carica, passando al gioco finale de I 10 passi, mentre se è lo sfidante a vincere, quest'ultimo diventa campione e ruba tutto il montepremi conquistato al precedente.

In questo gioco il concorrente deve rispondere a 10 domande in 3 minuti. Se non sa una risposta può passare la domanda e ritentare in un secondo momento. Se indovina tutte le risposte vince il montepremi, altrimenti non vince nulla e cade nella botola. In ogni caso ha il diritto di tornare nelle puntate successive fino a quando non viene battuto da uno sfidante.

Vi sono alcuni vincoli fisici per poter partecipare come concorrente:

  • età compresa tra i 18 e i 55 anni
  • non pesare più di 100 chili
  • essere alti non più di 2 metri
  • non indossare scarpe col tacco
  • non soffrire o aver sofferto di problemi cardiaci o alla schiena[7]
  • togliere gli occhiali (se portati) passandoli al conduttore prima di cadere nella botola.

Montepremi[modifica | modifica wikitesto]

Prima edizione
Contenuto N°caselle
3000  1
5000  2
7000  1
10000  3
15000  2
20000  1
Totale: 100000 
Seconda e terza edizione
Contenuto N°caselle
500  2
1000  5
5000  4
15000  3
20000  2
50000  1
Raddoppia 1
Dimezza 1
Vita bonus 1
Totale: 300000 
Dalla quarta edizione
Contenuto N°caselle
1000  2
5000  5
10000  4
20000  3
30000  2
100000  1
Perde Tutto 1
Raddoppia 1
Vita bonus 1
Totale: 500000 

Le prove di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Durante la competizione[modifica | modifica wikitesto]

  • Modalità classica: la classica modalità delle domande del programma è quella di rispondere correttamente a domande o definizioni poste in modo enigmistico. Di ogni risposta vengono inoltre visualizzate alcune lettere in aiuto al concorrente. Se lo sfidante centrale sa la risposta, l'altro sfidante cadrà nella botola. Se lo sfidante centrale non sa la risposta per tre volte, la quarta volta che non lo sa cadrà nella botola e l'altro sfidante diventerà il nuovo campione.

Dalla quinta edizione, al regolare svolgimento della competizione sono stati aggiunti alcuni giochi speciali, che di tanto in tanto si sostituiscono alle classiche domande nello svolgimento delle sfide (definiti dal conduttore Lo sparo nel buio per via della sigla sonora di presentazione).

  • Parole al buio (dalla quinta edizione): i due concorrenti devono individuare da zero una parola di sei lettere aggiungendo su una griglia una lettera alla volta in 10 secondi. Dopo ogni tentativo, sulla griglia restano solo le lettere corrette della parola proposta dal concorrente. Se vince il campione, lo sfidante viene eliminato e cade nella botola. Se invece vince lo sfidante, esso ruba una vita al campione; se si tratta della sua ultima vita, quest'ultimo viene eliminato e lo sfidante prende il suo posto.
  • Parole mimetizzate (dalla quinta edizione): i due sfidanti devono individuare una parola di senso compiuto nascosta all'interno di una sequenza di diciotto lettere, con un indizio iniziale da parte del conduttore. Nel duello, ogni concorrente ha 10 secondi per rispondere, dopodiché ad ogni errore viene eliminata una lettera. Vince la sfida chi per primo individua la parola nascosta.
  • Parole arcane (dalla quinta edizione): gli sfidanti devono individuare tra otto parole (tra cui almeno una, dall'ottava edizione, è "uccello", e dalla nona edizione anche "uccellino" oppure "volatile") la combinazione delle due che corrispondono a una definizione che viene letta dal conduttore in 10 secondi.
  • 6 col resto di 2 (dalla settima edizione): gli sfidanti devono indovinare tra una lista di 8 elementi quali sono i due intrusi secondo un criterio dato dal conduttore. Non ci sono limiti di tempo. Accanto alla grafica compare un semaforo che diventa rosso se le risposte sono entrambe sbagliate, giallo se una delle due è esatta, verde se sono entrambe esatte.
  • Che coppia! (dall'ottava edizione): gli sfidanti devono abbinare 14 elementi formando 7 coppie secondo un criterio dato dal conduttore.
  • Bersaglio libero (dalla parte autunnale dell'ottava edizione): gli sfidanti devono rispondere a 7 domande su una determinata categoria con tre opzioni di risposta.
  • Chissà chi sarà? (dalla seconda settimana della nona edizione): i concorrenti devono riuscire a indovinare in 10 secondi un personaggio famoso, partendo da una lettera che il suo nome e cognome hanno in comune, proprio come in un cruciverba; ad ogni volta che il concorrente non riesce ad indovinare il nome e cognome di un personaggio, viene aggiunta una lettera nel cruciverba stesso.[8][9] Questo gioco è realizzato in collaborazione con Enigmistica IN.

Designazione del campione[modifica | modifica wikitesto]

  • L'ultima sfida (dalla prima edizione): se il concorrente centrale non è riuscito a buttare giù tutti i dieci sfidanti entro il tempo massimo della trasmissione, suona la sirena del "ladro" e si passa all'ultima sfida. Il concorrente centrale sceglie uno sfidante tra quelli rimasti e deve fare in modo che quest'ultimo non gli rubi il montepremi accumulato durante la puntata. In caso di vittoria può affrontare le domande finali, altrimenti cade nella botola e al gioco finale accede lo sfidante, al cui montepremi si somma quello del concorrente centrale eliminato.
  • L'ultima sfida ad armi pari (quarta edizione): lo sfidante gioca contro il concorrente centrale con lo stesso numero di "vite" di quest'ultimo. Il tempo di risposta è di 15 secondi, invece di 30.

Gioco finale[modifica | modifica wikitesto]

  • Le magnifiche 7 (prima edizione): il concorrente finalista, per vincere il bottino accumulato, doveva rispondere in due minuti a sette domande. Il concorrente aveva la possibilità di passare le domande a cui non sapeva rispondere per ritentare in un secondo momento. Se rispondeva correttamente a tutte le domande vinceva il montepremi, altrimenti perdeva tutto, cadeva nella botola e veniva eliminato dal gioco.
  • I 10 Passi (dalla seconda edizione): il concorrente finalista deve rispondere a dieci domande in tre minuti. Il montepremi minimo che si può vincere è di 10.000 euro nel caso in cui il concorrente centrale abbia totalizzato una cifra inferiore a quest'ultima. Il concorrente ha la possibilità di passare le domande a cui non sa rispondere, per ritentare in un secondo momento. Se risponde correttamente a tutte le domande vince il montepremi, altrimenti perde tutto e cade nella botola. In ogni caso acquisisce il diritto a ritornare nella puntata successiva fino a quando non viene battuto da uno sfidante.

Caduta libera nel fine settimana[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima edizione, le puntate domenicali si chiamavano Caduta libera! In festa.

Nella seconda e nella terza edizione, Il sabato di Caduta libera era il titolo delle puntate del sabato; la stessa cosa accadeva con La domenica di Caduta libera (titolo per le puntate domenicali), dove il logo era dorato.

Nella quarta edizione, le puntate del sabato e della domenica assumono il titolo Caduta libera Smile (titolo in precedenza appartenente alle edizioni estive).

Dalla quinta all'ottava edizione le puntate del fine settimana si intitolano Il week-end di Caduta libera.

Nella nona edizione le repliche trasmesse nel fine settimana si chiamano Caduta libera Weekend.

Puntate speciali[modifica | modifica wikitesto]

Puntate VIP[modifica | modifica wikitesto]

La prima e la trentaduesima puntata della prima edizione e le puntate domenicali dalla seconda edizione sono state realizzate con la partecipazione speciale di personaggi del mondo dello spettacolo nelle vesti di concorrenti. Il montepremi vinto in queste puntate è stato interamente devoluto in beneficenza.

Puntate tematiche[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di puntate speciali, con meccanismo di gioco invariato, in cui tutti i concorrenti erano accomunati all'appartenenza a una stessa categoria (sosia di personaggi famosi, culturisti, tifosi di squadre di calcio, campioni storici di Caduta libera o di altri quiz Mediaset eccetera).

Nella prima edizione, le puntate speciali sono state proposte solo il 4 maggio e l'8 giugno 2015. Dalla seconda edizione, invece, è presente almeno una puntata speciale a settimana, solitamente la domenica o nelle festività infrasettimanali.

Caduta libera - Il torneo[modifica | modifica wikitesto]

Nella terza e quinta stagione nella puntata conclusiva si sono affrontati i migliori campioni della stagione con il titolo speciale Caduta libera - Il torneo (14 gennaio 2017 e 19 novembre 2017). Nella settima edizione il torneo è stato esteso alle ultime due puntate domenicali (11 e 18 novembre 2018) mentre nell'ottava è stato esteso alle ultime due puntate domenicali della stagione primaverile (16 e 23 giugno 2019) e alle ultime due puntate della stagione autunnale (16 e 17 novembre 2019), queste ultime intitolate Caduta libera - Campionissimi.

Caduta libera - Grazie Mike[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 settembre 2019, in occasione del decimo anniversario della scomparsa di Mike Bongiorno, è andata in onda una puntata speciale dal titolo Caduta libera - Grazie Mike, nella quale hanno giocato come concorrenti per beneficenza alcune delle vallette che, negli anni, hanno affiancato il conduttore nei suoi successi tv. Inoltre tutte le domande del gioco riguardavano Mike.

Puntate in prima serata[modifica | modifica wikitesto]

Alcune serate speciali sono state trasmesse in prima serata, con la presenza di ospiti VIP. In tali occasioni si sono sfidati i concorrenti migliori del quiz oppure gli stessi VIP. Queste puntate sono andate in onda il 24 giugno 2016 (Caduta libera - Campionissimi 2016), il 10 settembre 2016 (Caduta libera - La rivincita dei campioni), il 17 settembre 2016 (Caduta libera - Molto speciale), il 12 giugno 2017 (Caduta libera - Campionissimi 2017) e il 19 giugno 2017 (Caduta libera - Master).

Merchandising[modifica | modifica wikitesto]

  • Nella puntata del 6 febbraio 2016, Gerry Scotti annunciò l'arrivo del gioco in scatola di Caduta libera mostrato poi in televisione per la prima volta nella puntata del 10 marzo 2016 commercializzato dalla Ravensburger. Come accadeva anche per L'eredità, il gioco viene spesso regalato ai concorrenti che sono eliminati come premio di consolazione. Dal settembre 2017 (ossia dalla quinta edizione), il gioco in scatola che spesso Gerry Scotti regala ai concorrenti che sono stati eliminati non è più la versione classica del gioco stesso, bensì la versione per i più piccoli chiamata Caduta libera Junior, che lo stesso Scotti annunciò nelle puntate di giugno 2017. Tuttavia, fino al 2019, il conduttore del programma aveva continuato a regalare, ad alcuni concorrenti eliminati e caduti nella botola, seppur in maniera molto sporadica, la versione classica del gioco in scatola.
  • Dall'11 marzo 2016 al 2018 è stata disponibile su Google Play e App Store l'applicazione ufficiale di Caduta libera.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (18:45-19:55)
  2. ^ Debutta "Caduta libera" su Canale 5 al posto di "Avanti un altro!": ecco come funziona[collegamento interrotto]
  3. ^ Il nuovo preserale di Canale 5 "Caduta libera!" condotto da Gerry Scotti meccanismo del gioco
  4. ^ sorrisi.com, https://www.sorrisi.com/tv/programmi/gerry-scotti-e-le-nuove-puntate-di-caduta-libera/.
  5. ^ Caduta Libera, Nicolò ha perso dopo 88 puntate. Scotti: "Uno dei più grandi campioni che abbia conosciuto" (Video), su tvblog.it. URL consultato il 7 luglio 2019.
  6. ^ Nicolò Scalfi torna a «Caduta libera» e vince 76mila euro, su giornaledibrescia.it. URL consultato il 16 novembre 2019.
  7. ^ Intervista a Gerry Scotti, su realityshow.blogosfere.it.
  8. ^ Caduta libera torna il 7 settembre: il pubblico ci sarà, ma nel rispetto del distanziamento, su Tv Fanpage. URL consultato il 10 settembre 2020.
  9. ^ Caduta libera, attimi di panico in studio. Gerry Scotti urla: “Allarme, regia!”, su Il Fatto Quotidiano, 10 settembre 2020. URL consultato il 10 settembre 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione