Damiano Cesari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Damiano Cesari
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Albenga
Carriera
Squadre di club1
1991-1992 Piacenza 0 (0)
1992-1993 Vastese 30 (1)
1993-1994 Carpi 21 (2)
1994-1995 Piacenza 12 (0)
1995-1996 Pro Sesto 25 (2)
1996-1997 Montevarchi 30 (2)
1997-2000 Castel di Sangro 64 (3)
2000-2001 Siena 28 (1)
2001-2003 Cesena 65 (9)
2003-2004 Ravenna 18 (1)
2004 Reggiana 7 (0)
2004-2006 Valenzana 52 (1)
2006-2007 Alessandria 32 (2)
2007-2008 Derthona 22 (0)
2008 Bianco e Verde.svg Castellazzo ? (?)
2008-2009 Derthona 20 (0)
2009-2010 Acqui 25 (1)
2010-2011 Cairese ? (3)
2011-2013 non conosciuta Sassello ? (3)
2013 Cairese ? (?)
2013-2014 Varazze ? (5)
2014-2015600px bisection vertical White HEX-78D3F7.svg Pietra Ligure? (1)
2015- Albenga 15 (2)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 agosto 2016

Damiano Cesari (Roma, 20 dicembre 1973) è un calciatore italiano, difensore dell'Albenga.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Crescuito nel Piacenza, a partire dal 1992 viene ceduto in prestito nelle serie minori, alla Vastese e al Carpi, disputando due stagioni da titolare.

Nel 1994 fa ritorno al Piacenza[1], dove disputa 12 partite come riserva di Polonia, Maccoppi e Rossini contribuendo alla vittoria nel campionato di Serie B. A fine stagione, tuttavia, non viene riconfermato, e passa alla Pro Sesto, in Serie C1[2].

Dopo un'altra stagione in terza serie, al Montevarchi, torna a militare in Serie B con il Castel di Sangro. Disputa 26 partite realizzando il suo primo gol tra i cadetti, senza evitare la retrocessione degli abruzzesi. Vi rimane per altre due stagioni in Serie C1, prima di passare al Siena nel 2000. Con i bianconeri disputa il suo terzo ed ultimo campionato di Serie B, andando a segno nella vittoria sul campo del Piacenza che lo aveva cresciuto[3].

Nel 2001 torna definitivamente in Serie C1, con la maglia del Cesena: disputa due stagioni particolarmente prolifiche dal punto di vista realizzativo (9 reti totali), mancando tuttavia la promozione in Serie B. Nella seconda stagione, insieme ad altri cinque compagni di squadra, viene denunciato per un'aggressione alle forze dell'ordine al termine della partita dei playoff persa contro il Pisa[4].

In seguito milita tra i professionisti con le maglie di Ravenna, Reggiana (rimanendovi pochi mesi) e Valenzana. Nel 2006, in scadenza di contratto, scende in Serie D, con la maglia dell'Alessandria[5], di cui indossa anche la fascia di capitano[6], e sempre in Serie D milita nel Derthona, nel campionato 2007-2008[7]. Dopo una breve parentesi al Castellazzo, nel novembre 2008 fa ritorno al Derthona[8], e quindi milita ancora tra i dilettanti con Acqui, Cairese, Sassello[9], ancora Cairese[10], Varazze e Pietra Ligure[11]. Nel dicembre 2015 firma per l'Albenga, in Promozione ligure[12] contribuendo con 15 presenze e 2 gol alla promozione in Eccellenza.

In tutta la carriera ha disputato tre stagioni in Serie B con le maglie di Piacenza, Castel di Sangro e Siena totalizzando 66 presenze e 2 reti nella serie cadetta.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Piacenza: 1994-1995

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]