Conflict: Global Storm

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Conflict: Global Storm
Sviluppo Pivotal Games
Pubblicazione SCi, 2K Games, Eidos Interactive
Data di pubblicazione 30 settembre 2005
Genere Sparatutto in terza persona
Modalità di gioco giocatore singolo, multiplayer
Piattaforma Microsoft Windows, PlayStation 2, Xbox
Supporto 1 DVD-ROM
Fascia di età 16+
Preceduto da Conflict: Desert Storm II
Seguito da Conflict: Denied Ops

Conflict: Global Storm (Conflict: Global Terror in America) è un videogioco sparatutto in terza persona. È stato sviluppato dalla Pivotal Games e poi rilasciato in Italia dalla SCi Games il 30 settembre 2005.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di un'unità anti-crimine di pronto intervento, incaricata di localizzare e sconfiggere una nuova cellula del terrorismo mondiale. È composta da quattro veterani della guerra del Golfo: Bradley, Jones, Connors e Foley. Gli eroi protagonisti dell'originale Conflict: Desert Storm sono tornati. Per l'occasione sono stati sottoposti a un addestramento intensivo nelle tecniche anti-terrorismo e anti-insurrezione, che vanno ad aggiungersi al loro immenso bagaglio d'esperienza sul campo di battaglia e nelle forze speciali. La squadra combatte contro i criminali in vari paesi, tra cui Colombia, Filippine, Corea del Sud, Egitto e Pakistan. Foley viene dato per disperso e creduto morto nel momento in cui tenta in qualche modo di proteggere la squadra, trovatasi in difficoltà durante un agguato in Colombia, e il suo posto è stato preso dal cecchino Carrie Sherman. Mano a mano che le missioni diventano sempre più pericolose e trapelano maggiori dettagli sui piani di March 33, i componenti della squadra si rendono conto di avere di fronte la più grande sfida della loro carriera.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Grafica spettacolare per l'anno d'uscita, con personaggi e ambienti incredibilmente dettagliati.
  • Tra le cose da notare vi è un controllo di squadra intuitivo, con la possibilità di comandare direttamente i 4 protagonisti.
  • Disponeva di un nuovo motore fisico con effetti rag-doll ultra realistici.
  • L'esperienza di Conflict diventa più varia, ambientata in teatri di guerra reali sparsi per il mondo.
  • Per la prima volta Conflict doventa giocabile via Internet anche su console, con la possibilità di eseguire missioni multiplayer. I servizi per il gioco online su PC sono stati interrotti agli inizi dell'anno 2013.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • John Bradley - Capo-Squadra/Fuciliere
  • Paul Foley - Tiratore Scelto/Medico
  • Mick Connors - Addetto alle armi pesanti
  • David Jones - Addetto alle demolizioni
  • Carrie Sherman - Tiratore Scelto/Medico (sostituisce Foley)

Armi[modifica | modifica wikitesto]

Ogni personaggio, oltre al coltello e alle granate, può portare al massimo due armi lunghe e una pistola, tra cui:

Missioni[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore deve affrontare quattordici missioni dopo aver svolto, preferibilmente, la sezione di addestramento da solo o in squadra. Le missioni sono:

  • Tradimento
  • Evasione
  • Vendetta
  • Servizio di scorta
  • Supporto operativo
  • Morsa
  • Insurrezione
  • Fusione
  • Fuoco del deserto
  • Riunione
  • Fuggi ed evadi
  • La resa dei conti
  • Calo di pressione
  • Sfida nucleare

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Conflict: Global Storm ha un sequel: Conflict: Denied Ops, il quale è stato rilasciato nel febbraio 2008. Sostanzialmente la storyline di Global Storm non continua, ma nel gioco emerge il fatto che Foley è sopravvissuto all'agguato in Colombia ed è prigioniero: viene tenuto in ostaggio in Suriname e sarà opportuno salvarlo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi