Claudio Ottoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Claudio Ottoni
Claudio Ottoni.JPG
Ottoni con la maglia del Padova nel 1988
Nazionalità Italia Italia
Altezza 183 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Padova (Under 15)
Ritirato 1994 - giocatore
Carriera
Giovanili
600px Red HEX-EE3123 Blue HEX-0096D6.svg Albano
Cynthia
Squadre di club1
1979-1980 Sansepolcro 33 (1)
1980-1981 Perugia 2 (0)
1980-1981 Foggia 29 (0)
1981-1984 Perugia 82 (2)
1984-1985 Como 24 (0)
1985-1988 Bologna 87 (3)
1988-1994 Padova 182 (1)
Carriera da allenatore
1995-1998 Padova Giovanili
1998 Padova Vice
1998 Padova
1999-2000 Cavese
2001 Treviso Vice
2004-2005 Padova Vice
2005-2006 Cologna Veneta
2006-2009 Sambonifacese
2009-2010 Feralpisalò
2010-2011 Montichiari
2012 Montichiari
2012-2013 Legnago Salus
2013-2014 Atletico Montichiari
2014 Atletico Montichiari
2015-2016 Treviso
2016-2017 Fontanafredda
2017- Padova Under 15
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 luglio 2017

Claudio Ottoni (Albano Laziale, 28 maggio 1960) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore centrale, tecnico del Padova Under 15.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a giocare nella squadra del paese per poi passare, sempre a livello giovanile, al Cynthia Genzano e quindi alla Ternana. Disputa il suo primo campionato professionistico nella stagione 1979-80, in Serie C2, nel Sansepolcro.

L'anno successivo passa al Perugia, debuttando in Serie A e totalizzando due presenze complessive nella massima serie prima di essere prestato al Foggia in serie B. Rientra quindi al Perugia dove resta per 3 stagioni, sempre in B.

Ottoni al Perugia nel 1983

Nel 1984 passa al Como dove disputa da titolare il campionato di serie A totalizzando 24 presenze, prima di passare al Bologna in serie B, formazione in cui si ferma per i tre anni successivi, nell'ultimo dei quali la formazione felsinea si aggiudica il campionato e conseguentemente la promozione in Serie A

Nel 1988 viene acquistato dal Padova. In Veneto Ottoni conclude la propria carriera, disputando sei stagioni, accumulando 182 presenze e diventando una bandiera della società biancoscudata, concludendo la carriera nella stagione 1993-94 con la promozione del Padova in Serie A, la sua seconda personale.

In carriera ha totalizzato complessivamente 26 presenze in Serie A e 380 presenze e 5 reti in Serie B.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Appese le scarpette al chiodo inizia ad allenare le formazioni giovanili del Padova e nel 1998 viene chiamato a guidare la prima squadra per alcune partite in sostituzione dell'esonerato Mario Colautti. Nel 1999 diventa allenatore della Cavese ma l'esperienza si conclude con un esonero.

Riparte come allenatore in seconda con esperienze a Treviso e nuovamente a Padova per poi assumere nel 2005 la guida tecnica del Cologna Veneta in Serie D. Dalla stagione 2006-2007 è alla Sambonifacese che nel 2007-2008 ha guidato alla promozione tra i professionisti per la prima volta della storia.

Nella stagione 2009-2010 assume l'incarico di allenatore alla guida del Feralpi Salò, ripescata in Lega Pro Seconda Divisione durante l'estate. Il 5 luglio 2010 viene ufficializzato come nuovo tecnico del Montichiari. Il 14 novembre 2011 viene sollevato dall'incarico e sostituito da Antonio Criniti.[1] Tuttavia nel gennaio 2012 riprende la guida del club.[2]

Il 23 ottobre 2012 è stato chiamato ad allenare il Legnago Salus in Serie D. Nell'ottobre del 2013 diventa il nuovo allenatore dell'Atletico Montichiari in Serie D.[3] Con la squadra bresciana ottiene la salvezza, ma non viene confermato in panchina. Nell'agosto del 2014 tuttavia, viene richiamato al posto dell'esonerato Dario Hübner. Due mesi dopo in ottobre viene esonerato e sostituto da Lamberto Tavelli.[4]

L'8 ottobre 2015 subentra a stagione in corso a Massimo Susic, tecnico del Treviso in Eccellenza perdendo la finale play-off con il Sandonà 1922.[5] Al termine della stagione, non viene riconfermato.[6]

Nel luglio del 2016, diventa il nuovo tecnico del Fontanafredda, formazione della provincia di Pordenone, militante in Eccellenza[7].

Il 7 luglio 2017, torna ad allenare le giovanili del Padova, guidando la formazione Under 15[8].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Bologna: 1987-1988

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]