Chucky

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Charles Lee Ray
Chucky (nel film Il figlio di Chucky)
Chucky (nel film Il figlio di Chucky)
Universo Horror
Saga La bambola assassina
Soprannome

Chucky

Autore Don Mancini
1ª app. in La bambola assassina (1988)
Ultima app. in La vendetta di Chucky (2015)
Interpretato da Brad Dourif (voce)
Voce italiana
Specie umano/bambola
Sesso maschile
Data di nascita ~ 1958
Professione assassino
Abilità
  • resistenza
  • agilità
  • trasmigramento da un corpo all'altro (solo tramite manufatti magici)
Parenti
  • Tiffany (moglie)
  • Glen (figlio)
  • Glenda (figlia)
(ENG)
« Ade due damballa! Give Me The Power, I Beg of You! »
(IT)
« Ade due damballa! Dammi il potere, ti scongiuro! »
(La formula magica del rito voodoo recitata da Chucky)

Chucky è un personaggio creato da Don Mancini per il film La bambola assassina (Child's Play, 1988). Originariamente era un serial killer di nome Charles Lee Ray che assunse le sembianze della bambola e presto ne diede vita continuando a perpetrare i suoi crimini con estrema facilità.

Il personaggio[modifica | modifica sorgente]

Charles Lee Ray è un serial killer braccato dalla polizia, incastrato per aver rapito una donna incinta di cui era innamorato. Stanato muore in un conflitto a fuoco con il detective Mike Norris. Grazie ad un rito voodoo trasferisce la sua anima nel corpo di pezza di un simpatico bambolotto di nome "Tipo Bello". In effetti la sua idea sarebbe quella di cercarsi un corpo umano da possedere, ma non riuscirà mai nel suo intento. Pertanto si limiterà a continuare i suoi delitti fino a quando finalmente (nel quarto episodio), la sua ex-fidanzata Tiffany (interpretata da Jennifer Tilly), lo recupera e lo porta a vivere con sé nella sua roulotte.

Con un blitz e con la giusta ispirazione al film La moglie di Frankenstein (che infatti scorre sullo schermo di una TV all'interno della roulotte), la uccide e ne trasferisce l'anima nel corpo di pezza di una bambola femmina che lei stessa gli aveva regalato per farsi beffa di lui. Tra i due è amore vero e nascerà persino un figlio, su cui non riusciranno a mettersi d'accordo sul sesso (poiché in quanto bambola non è dotato di organi genitali). Gli danno il nome di Glen, ma ben presto sviluppa anche una personalità femminile malvagia di nome Glenda. Nel quinto film si vedrà una svolta, in cui Tiffany e il figlio nato riescono a diventare umani (le due personalità di Glen si scindono in una coppia di gemelli maschio e femmina), mentre Chucky apparentemente viene fatto a pezzi dal figlio, per poi riapparire alla fine del film: invia alla festa di compleanno di Glen e Glenda il suo braccio ancora animato.

Il bambolotto "Tipo Bello" (nel quale il protagonista manda la sua anima) è un bambolotto di pezza dall'altezza di più o meno mezzo metro, indossa una maglietta a strisce colorate di cotone dentro una salopette a bretelle per bambini fatta di jeans. La faccia è paffuta con occhi azzurri e capelli rossi. È capace di dire tre frasi amichevoli: "ciao, sono Chucky, saremo amici fino alla fine!", "Ti va di giocare?","Mi piace essere abbracciato".

Nella versione originale dei film Chucky è da sempre doppiato dall'attore Brad Dourif.

Saga di film de "La bambola assassina"[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]