Il culto di Chucky

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il culto di Chucky
Cultofchucky.png
Chucky (Brad Dourif) in una scena del film
Titolo originaleCult of Chucky
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2017
Durata90 min
91 min (Unrated version)
Rapporto1.85 : 1
Genereorrore
RegiaDon Mancini
SoggettoDon Mancini
SceneggiaturaDon Mancini
ProduttoreDavid Kirschner, Odgen Gavanski
Casa di produzioneUniversal 1440 Entertainment
Distribuzione (Italia)Universal Pictures
MusicheJoseph LoDuca
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Il culto di Chucky (Cult of Chucky) è un film statunitense scritto e diretto da Don Mancini. Proiettato in anteprima nella prima giornata del Fright Festival di Londra,[1] il film è uscito direttamente in Blu-ray, DVD e on demand nel 2017; è il settimo capitolo del franchise de La bambola assassina.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Andy Barclay, il primo bambino preso di mira da Chucky, ormai adulto, conserva con se la testa viva e decomposta del Chucky originale. Quest'ultimo subisce delle torture per mano di Andy, come castigo per tutto quello che ha fatto.

Nel frattempo Nica Pierce, viene rinchiusa in un manicomio, accusata di aver ucciso tutti i membri della sua famiglia. Alla fine si convince che lei ha commesso un omicidio e che Chucky fosse stata solo un'allucinazione. Il suo medico, il dottor Foley, la manda in un ospedale psichiatrico.

Insieme a Nica ci sono altri pazienti ovvero: Malcolm, un uomo con molteplici disturbi d'identità; Angela, una vecchia che crede di essere morta; Claire, una donna che ha bruciato la sua casa e Madeleine, una paziente che ha soffocato il suo bambino neonato senza saperlo. Il dottor Foley introduce una nuova tecnica di terapia, con un bambolotto tipo bello. Tutti i pazienti sono turbati dalla presenza di quest' ultimo, tranne Madeleine, che pensa sia suo figlio.

Nica viene visitata da Tiffany Valentine, la custode a cui era stata affidata sua nipote Alice. Tiffany rivela che Alice è morta e lascia da Nica il bambolotto tipo bello che era stato regalato a sua nipote. La mattina seguente Nica scopre che Chucky le ha cucito i polsi lasciando il messaggio: non così in fretta. Sempre Nica scopre che Chucky ha ucciso Angela scrivendo con il suo sangue: Chucky lo ha fatto. Dopo essersi resa conto che Valentine era il cognome della fidanzata di Charles Lee Ray, Nica comincia a credere che Chucky sia reale. Chucky nel frattempo uccide Claire. Andy impara circa gli omicidi in linea e si rende conto che Chucky è riuscito in qualche modo a trasferire la sua anima in più corpi in una volta.

In una sessione privata con Foley, Nica accetta di essere ipnotizzato al fine di recuperare qualsiasi ricordo represso sul suo coinvolgimento negli omicidi. Foley viene poi colpito da dietro da Chucky. Foley crede che Nica lo ha aggredito, ma è disposto a tacere al fine di ricattarla per favori sessuali. Madeleine soffoca la sua bambola tipo bello con un cuscino, costringendola a confrontarsi con le ripercussioni della morte del suo bambino reale. I inservienti seppelliscono la bambola come una forma di catarsi per Madeleine.

Andy escogita un piano per porre fine alla carneficina impegnandosi all'istituzione. Si impegna ad aggredire una delle guardie di sicurezza. Foley riceve un pacco portato da Carlos. È un'altra bambola tipo bello. Madeleine è visitata dalla sua bambola, che gli permette di ucciderla in modo che possa finalmente essere con il suo bambino. Foley tenta di assalire Nica, ma è eliminato da una delle bambole Chucky. La bambola Chucky risveglia la bambola che aveva inviato a Andy. I tre Chucky rivelano che l'originale Chucky aveva trovato un incantesimo voodoo su Internet, che gli ha permesso di separare la sua anima in più corpi. Carlos viene poi ucciso da tutte le bambole di fronte a Nica.

Tiffany torna, uccidendo una guardia di sicurezza. Uno dei Chucky trasferisce la sua anima nel corpo di Nica, così riscendo a farla camminare di nuovo. Uccide Foley e inciampa su Malcolm, che viene ucciso dal Chucky di Madeline. Un Chucky attacca Andy ma Andy gli mira il petto e tira fuori una pistola che ha piantato lì. Spara la bambola prima di calpestare la testa, uccidendolo. Egli tenta di sparare a Nica, ma ha sprecato tutte le sue munizioni. L'istituzione è mandata in isolamento, con il Chucky di Madeline che va nel nascondiglio e Nica che fugge. Nica si riunisce con Tiffany prima di allontanarsi insieme con la bambola Tiffany, che rivela essere viva, mentre ridono in modo maniacale.

Nella scena dopo i titoli di coda si vede il ritorno di Kyle, la sorella maggiore adottiva di Andy, che è venuta per conto di Andy per torturare la testa del Chucky originale.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre del 2013, dopo l'uscita de La maledizione di Chucky, Il creatore della serie Don Mancini ha confermato che stava progettando di sviluppare il settimo episodio della serie. Nel febbraio del 2015 Mancini ha iniziato a scrivere la sceneggiatura per il film. Un anno dopo Mancini, Jennifer Tilly e Fiona Dourif hanno confermato che le riprese sarebbero iniziate presto. Nel dicembre del 2016 l'ufficio di produzione per il film è stato aperto a Winnipeg. Il 5 gennaio 2017 sono stati rivelati tempi, cast, piani di produzione per Il culto di Chucky e le riprese sono iniziate quattro giorni dopo.

Casting[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 gennaio 2017 è stato annunciato il cast dei personaggi principali per il film, con Brad Dourif a interpretare Chucky, Fiona Dourif nel ruolo di Nica Pierce, Alex Vincent per il ruolo di Andy Barclay, ormai adulto, Jennifer Tilly per il ruolo di Tiffany e Summer H. Howell per il ruolo di Alice. Ognuno degli attori è stato presente nei film precedenti.

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese de Il culto di Chucky hanno avuto inizio a Winnipeg il 9 gennaio 2017. Il direttore della fotografia è Michael Marshall, che ha avuto lo stesso ruolo ne La maledizione di Chucky. Le riprese sono finite il 17 febbraio 2017.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato proiettato il 24 agosto 2017 al Fright Festival di Londra.[1] Il film è stato distribuito per il mercato home video il 3 ottobre 2017 in Nord America. In Italia è stato proiettato in antepirma al Fantafestival di Roma il 22 ottobre per poi uscire in dvd il 29 dello stesso mese.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato accolto positivamente dalla critica. Su Rotten Tomatoes ha un indice di gradimento dell'81% con un voto medio di 6,3 su 10, basato su 16 recensioni.[2]

La saga[modifica | modifica wikitesto]

Il culto di Chucky, è il settimo film della saga de La bambola assassina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) FrightFest 2017 to open with 'Cult Of Chucky' starring Jennifer Tilly, in Screen. URL consultato il 27 ottobre 2017.
  2. ^ (EN) Il culto di Chucky, in Rotten Tomatoes, Flixster Inc. URL consultato il 27 ottobre 2017. Modifica su Wikidata

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema