Challengers (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Challengers
Mike Faist, Zendaya e Josh O'Connor in una scena del film
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2024
Durata131 min
Rapporto1,85:1
Generedrammatico, sportivo, sentimentale
RegiaLuca Guadagnino
SoggettoJustin Kuritzkes
SceneggiaturaJustin Kuritzkes
ProduttoreLuca Guadagnino, Amy Pascal, Rachel O’Connor, Zendaya
Produttore esecutivoBernard Bellew, Lorenzo Mieli, Kevin Ulrich
Casa di produzioneMetro-Goldwyn-Mayer, Pascal Pictures
Distribuzione in italianoWarner Bros.
FotografiaSayombhu Mukdeeprom
MontaggioMarco Costa
Effetti specialiJohn Ruggieri, Brian Drewes
MusicheTrent Reznor, Atticus Ross
ScenografiaMerissa Lombardo
CostumiJ. W. Anderson
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Logo ufficiale del film

Challengers è un film del 2024 diretto da Luca Guadagnino.

2006: i liceali e migliori amici d'infanzia Patrick Zweig e Art Donaldson vincono il titolo di doppio junior per ragazzi all'US Open. In seguito incontrano Tashi Duncan, una giovane promessa del tennis, ed entrambi ne restano irrimediabilmente attratti. I tre si incontrano in una camera d'albergo ma, al di là di qualche bacio condiviso e dopo che lei ha portato i due ragazzi a baciarsi appassionatamente, Tashi blocca bruscamente l'incontro prima di fare sesso. Con i due giovani che giocano l'uno contro l'altro il giorno dopo, Tashi dice che darà il suo numero di telefono a chi vince. Patrick vince la partita, e in seguito confessa ad Art che è stato a letto con la ragazza facendogli un segnale ben preciso con palla e racchetta.

Mentre Tashi e Art continuano a giocare a tennis al college, alla Stanford University, Patrick diventa un professionista e inizia una relazione a distanza con la ragazza. Spinto dalla gelosia, Art le confessa che forse Patrick non nutre vero amore per lei, mentre all'amico lascia intendere che magari la sua nuova fidanzata non considera la loro relazione abbastanza seria, manipolando così la percezione di entrambi e cercando di generare delle incertezze nella coppia. Patrick e Tashi poi litigano quando lei gli dà consigli non richiesti sul tennis, e lui dice che la vede come una pari, non come la sua allenatrice. Nella partita successiva, in cui Patrick è assente, Tashi subisce un grave infortunio al ginocchio. Il suo ragazzo arriva in ospedale per confortarla, ma lei insiste che lui se ne vada, e dalla parte della ragazza si schiera, ovviamente, anche Art. Questi la aiuta poi nel suo recupero, ma Tashi non riesce a riprendere la sua carriera da tennista.

Qualche anno dopo Tashi si ricongiunge con Art e ne diventa l'allenatrice, con i due che iniziano anche una relazione romantica. Il ragazzo le comunica che lui e Patrick non hanno parlato dai tempi del suo infortunio.

2011: Tashi e Art sono ora sentimentalmente e professionalmente impegnati e la carriera di lui sta spiccando il volo. La ragazza e Patrick si incontrano all'Atlanta Open e hanno un'avventura di una notte, che Art nota segretamente.

2019: ora sposati, Tashi e Art sono una ricca coppia con una giovane figlia. Lui, grazie anche alle direttive della moglie, è diventato un tennista professionista di grande livello; gli manca un titolo degli US Open per avere un Career Grand Slam, anche se ha lottato dopo essersi ripreso da un infortunio. Tashi iscrive Art come wild card in un Challenger da disputare a New Rochelle dello stato di New York, nella speranza di poter aumentare la sua fiducia e tornare in forma battendo avversari di livello inferiore. Patrick invece ora è un giocatore sconosciuto che vive nella sua macchina, raschiando le vincite dei circuiti inferiori, e gli capita fortuitamente di entrare nell'evento di New Rochelle. Partendo dalle estremità opposte del tabellone, Art e Patrick avanzano nei turni fino a quando non si trovano l'uno di fronte all'altro in finale.

Il giorno prima della partita, Patrick tenta di riconnettersi con Art che però lo rifiuta brutalmente rinfacciandogli di avere una carriera ormai finita e che lui invece sarà ricordato nella storia del tennis.

Patrick chiede segretamente a Tashi di essere il suo allenatore e di condurlo a un'ultima stagione vincente, avvertendo che lei non è soddisfatta di Art e che lui è stanco di giocare, ma lei lo rifiuta. Poco dopo, Art informa effettivamente la moglie che ha intenzione di ritirarsi alla fine della stagione, che vinca o meno l'Open, nonostante sappia che Tashi sta vivendo indirettamente la sua carriera di tennis attraverso di lui. La donna dice al marito che, se perde contro Patrick, lei conseguentemente lo lascerà; in seguito, incontra di nuovo Patrick per chiedergli di lasciar vincere la partita ad Art. Il suo ex amico accetta con riluttanza, i due poi fanno sesso dentro la macchina di lui. Il giorno della finale, Tashi guarda dalla folla mentre Art e Patrick cominciano la partita. Patrick vince il primo set e Art il secondo. Mentre questi prende il comando alla fine della partita finale, Patrick inizia a perdere terreno commettendo doppi falli. Tuttavia, sul match-point per Art, si ferma prima di lasciarlo vincere e gli segnala di aver fatto sesso con Tashi usando quel segnale che aveva già usato nel 2006.

Stordito, Art permette a Patrick di fare i successivi punti, fino a quando non sono di nuovo in pareggio sul 6-6. Durante il tie-break, Art e Patrick si scambiano furiosamente i turni. La finale s'intensifica fino a quando entrambi saltano per un tiro al volo in rete. Prima che possano entrambi colpire la palla, Art si scontra con Patrick, e i due si abbracciano: tra di loro è finalmente riemerso quel vecchio sentimento di cameratismo che li aveva portati avanti in gioventù. Tashi, sugli spalti, si abbandona a un urlo liberatorio, gioiosa di aver finalmente goduto di una partita di tennis memorabile dopo tanto tempo.

Le riprese del film, iniziate il 3 maggio 2022 a Boston,[1] sono terminate il 26 giugno dello stesso anno,[2] mentre la post-produzione si è conclusa nell'aprile 2023.[3]

Per prepararsi al suo ruolo, Zendaya ha passato tre mesi ad allenarsi con l'allenatore ed ex tennista Brad Gilbert.[4]

Il Ministero della cultura riporta un budget di 7659020,37 , in quanto il film ha beneficiato di un tax credit alla produzione di 2927846,67 €.[5]

Il primo trailer del film è stato diffuso il 20 giugno 2023.[6]

Distribuzione

[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola era stata scelta come film d'apertura fuori concorso all'80ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia,[7] ma a causa dello sciopero dei sindacati degli attori, la proiezione a Venezia è stata annullata. Il film è stato presentato in anteprima assoluta a Sydney il 26 marzo 2024[8] ed è stato distribuito nelle sale italiane il 24 aprile seguente[9], mentre in quelle statunitensi a partire dal 26 aprile.

Negli Stati Uniti la pellicola è stata vietata ai minori di 17 anni non accompagnati per la presenza di "linguaggio scurrile, contenuti sessuali e nudità".

Il film ha incassato 50119408 $ in Nordamerica e 44100000 $ nel resto del mondo, per un totale di 94219408 $,[10] di cui 4168300 € in Italia, con 556811 presenze.[11]

Sull'aggregatore Rotten Tomatoes il film riceve l'88% delle recensioni professionali positive con un voto medio di 8,0 su 10 basato su 352 critiche,[12] mentre su Metacritic ottiene un punteggio di 82 su 100 basato su 64 critiche.[13]

  1. ^ (EN) Kevin Slane, Casting agency seeks extras, Zendaya lookalike for movie filming in Boston, su boston.com, 19 aprile 2022. URL consultato il 20 giugno 2023.
  2. ^ (EN) Luca Guadagnino’s ‘CHALLENGERS’ starring Zendaya, Josh O’Connor and Mike Faist has officially wrapped filming., su Twitter, 27 giugno 2022. URL consultato il 20 giugno 2023.
  3. ^ (EN) Nick Vivarelli, Drew Starkey to Star With Daniel Craig in Luca Guadagnino’s ‘Queer’ With Filming Starting This Month in Italy (EXCLUSIVE), su Variety, 21 aprile 2023. URL consultato il 20 giugno 2023.
  4. ^ (EN) Stephanie Livaudais, Zendaya’s tennis skills impress on the set of upcoming film ‘Challengers’, su tennis.com, 19 ottobre 2022. URL consultato il 20 giugno 2023.
  5. ^ Database opere, su Direzione generale Cinema e audiovisivo. URL consultato il 3 luglio 2023.
  6. ^ Filmato audio Warner Bros., CHALLENGERS - Trailer Ufficiale, su YouTube, 20 giugno 2023. URL consultato il 20 giugno 2023.
  7. ^ Davide Stanzione, Challengers di Luca Guadagnino sarà il film d’apertura della Mostra del cinema di Venezia 2023, su Best Movie, 6 luglio 2023. URL consultato il 6 luglio 2023.
  8. ^ (EN) Zendaya Glitters in Green at Australian Premiere of 'Challengers': See Her Head-Turning Look, su Peoplemag. URL consultato l'8 aprile 2024.
  9. ^ Luca Guadagnino, da Challengers a Camere Separate: i film in uscita, su tg24.sky.it, 5 aprile 2024-04-05. URL consultato l'8 aprile 2024.
  10. ^ (EN) Challengers, su Box Office Mojo, IMDb.com. Modifica su Wikidata
  11. ^ Box Office, su cinetel.it. URL consultato il 6 giugno 2024.
  12. ^ (EN) Challengers, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. Modifica su Wikidata
  13. ^ (EN) Challengers, su Metacritic, Fandom, Inc. Modifica su Wikidata

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]