Blu profondo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

« Hai ottenuto di dare volontà e raziocinio alla più antica macchina di morte vivente, hai ottenuto di sbatterci sul gradino più basso della catena alimentare. »

(Carter Blake alla d.ssa Susan McAllister)
Blu profondo
Kurzflossen-Mako.jpg
Un esemplare di squalo mako, usato come antagonista della pellicola
Titolo originaleDeep Blue Sea
Paese di produzioneUSA
Anno1999
Durata105 min
Rapporto2.35:1
Genereazione, orrore, thriller, fantascienza
RegiaRenny Harlin
SceneggiaturaDuncan Kennedy, Donna Powers, Wayne Powers
FotografiaStephen F. Windon
MontaggioDerek Brechin, Dallas Puett, Frank J. Urioste
Effetti specialiIndustrial Light & Magic
MusicheTrevor Rabin
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Blu profondo (Deep Blue Sea) è un film americano del 1999 diretto da Renny Harlin. È un thriller fantastico con antagonisti degli squali sia digitali che meccanici. Il cast comprende Thomas Jane, Saffron Burrows, LL Cool J e Samuel L. Jackson.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un gruppo di ricercatori, guidati dalla dottoressa Susan McCallister (Saffron Burrows), sta cercando di trovare una cura alla malattia di Alzheimer usando come risorse, e anche come cavie, i cervelli di alcuni squali mako che tengono in cattività nel loro laboratorio subacqueo. Una sera, mentre stanno eseguendo un'operazione finale, che decreterà se la cura ipotizzata dalla dottoressa Susan possa funzionare, tutto va per il peggio. Lo squalo sul quale stavano operando, si risveglia dall'anestesia e mangia il braccio di Jim (il marito di Janice) co-aiutante della dottoressa. Tutto l'equipaggio decide di contattare il 911 che manderà un elicottero ai laboratori, che si trovano in mezzo al mare. Purtroppo si sta anche scatenando una tempesta che manda a monte ogni cosa. L'elicottero dei soccorsi va a fracassarsi sulla torre di controllo della centrale subacquea. A seguito di questo evento si generano esplosioni enormi, che distruggono tutto il sito e lasciano intrappolati gli scienziati al di sotto della superficie. Inoltre, a causa delle esplosioni e dei crolli avvenuti, gli squali non sono più intrappolati nei loro acquari e possono aggirarsi indisturbati per le parti della struttura allagate.

L'acqua dell'oceano purtroppo sta entrando all'interno del laboratorio subacqueo, allagandolo completamente. Da quel momento, per i ricercatori comincia una vera lotta alla sopravvivenza. Il gruppo decide di recarsi in una sala dove dovrebbe trovarsi un batiscafo, che sarebbe in grado di riportarli in superficie. Purtroppo scoprono che è andato distrutto durante l'esplosione. Intanto Janice, un'altra dottoressa, dà l'intera colpa della faccenda alla dottoressa Susan. Attaccata da tutti, la dottoressa si vede costretta a dire la verità. Lei, assieme al dottor Jim, ha aumentato il valore proteico del siero che è stato iniettato nel cervello degli squali, i quali, a seguito di ciò, hanno acquistato un'intelligenza paragonabile a quella umana. Nel frattempo Sherman, il cuoco della struttura, viene attaccato dal primo squalo, il quale divora il suo pappagallo, ma riesce a farlo saltare in aria, buttandogli un accendino dopo averlo fatto schiantare contro il forno, il quale stava perdendo gas.

Il gruppo purtroppo si vede costretto a dover nuotare in una parte del sottomarino che è allagata, ma la maggior parte del gruppo si rifiuta, tranne la dottoressa Susan, la quale ammette che è l'unica soluzione, accompagnata da un rappresentante della casa farmaceutica che avrebbe dovuto finanziare il progetto. Qui uno squalo divora il rappresentante, costringendo la dottoressa a tornare indietro e facendo rinunciare il gruppo a quella via. Oramai sempre più braccati, i superstiti sconvolti decidono di arrampicarsi per la tromba dell'ascensore, che ancora non è piena del tutto d'acqua. Il gruppo comincia ad arrampicarsi per la scala, ma i pioli che la tengono salda alle pareti si frantumano, facendola crollare. Qui rimane uccisa la povera Janice, divorata in modo orripilante da uno squalo. Mentre anche il resto del gruppo rischia di essere divorato dallo squalo, il cuoco del sottomarino li trova e li salva, conducendoli al sicuro tramite un passaggio nel muro.

Una volta salvi, arrivano alla cabina di Janice e Jim, dove fanno un po' di provviste e curano una ferita al braccio di Carter, il cacciatore di squali dell'equipaggio. Carter e Scox, il suo migliore amico, decidono di raggiungere il laboratorio per riattivare la corrente che aprirebbe una porta in grado di condurli in superficie. Susan intanto decide di raggiungere la sua cabina, dove nell'armadietto ha riposto dei floppy disk in cui ha segnato la formula del composto chimico che potrà salvare milioni di vite umane dal pericoloso morbo. Intanto per Carter e Scox le cose non vanno bene, il generatore di corrente è ostruito da un macchinario pesante che deve essersi spostato quando l'acqua ha affondato il tutto. Riescono comunque a spostarlo e a riattivare la corrente. Proprio quando tutto sembra andare bene e i due si sorridono contenti della loro riuscita, uno squalo spunta all'improvviso e divora Scox, tranciando il suo corpo in due e distruggendo il generatore. Susan intanto è arrivata alla sua cabina, parzialmente allagata. Una volta presi i floppy-disk dall'armadietto, il secondo squalo tenta di attaccarla, ma lei fortunatamente riesce a salvarsi nascondendosi dietro alcuni mobili. Infine sale sulla scrivania, dove l'acqua non arriva. E, presa dalla rabbia verso lo squalo che non demorde, afferra un tubo elettrico strappato sul muro: non appena lo squalo si precipita su di lei, Susan gli getta addosso il tubo elettrico e lo squalo muore folgorato, trovandosi in acqua. Susan raggiunge quindi Carter e Sherman: sono gli unici tre sopravvissuti.

I tre entrano in una stanza che Carter può far riempire d'acqua, così che una botola di sicurezza presente sul soffitto della stessa si spalanchi, facendoli direttamente ritrovare nell'oceano aperto. I tre si stringono la mano e cominciano a pregare, mentre l'acqua sale sempre di più. Quando la stanza è colma d'acqua, la botola si spalanca e i tre, trattenendo il fiato, prendono a salire. Uno squalo, che era nelle vicinanze, comincia a seguirli. Per fortuna i tre arrivano in superficie sani e salvi, però lo squalo afferra la gamba al cuoco. Carter presume che ormai sia troppo tardi, e decide di mettersi al sicuro con Susan, su un relitto della torre di controllo esplosa. Il cuoco si salva pugnalando un occhio dello squalo con il crocifisso che porta sempre al collo e nuotando anche lui verso il relitto. Raggiunge gli altri due e si fa medicare. I tre, che ora possono riposarsi un po', realizzano di trovarsi ancora fra le recinzioni del laboratorio, in particolare nelle enormi vasche aperte in cui tenevano riposti gli squali. L'ultimo squalo rimasto, quello che li ha attaccati, sta cercando di aprirsi un varco fra le reti e raggiungere così la libertà. Carter non lo vuole permettere, in quanto sarebbe troppo pericoloso lasciare andare uno squalo dal cervello geneticamente modificato. I tre ideano così un piano per eliminarlo. Le cose precipitano però quando lo squalo finisce troppo lontano dalla portata del fucile di Carter e Susan decide di mettere a rischio la sua vita per la riuscita del piano: la donna, che si sente responsabile delle morti dei suoi amici e colleghi, cerca di rimediare alla tragedia che ha causato tagliandosi il palmo della mano e poi tuffandosi in acqua, per attirare la bestia che ha ormai quasi sfondato la recinzione. Carter decide immediatamente di andarla a salvare e si getta in acqua. Susan attende che lo squalo si avvicini abbastanza per permettere a Carter di sparargli, ma quando si accorge che lo squalo è ancora fuori portata e che Carter si è tuffato per venirle incontro capisce di essere in trappola. Nuota quindi verso il relitto di un edificio e cerca invano di arrampicarsi; ormai a Susan non resta altro che affrontare il suo destino e venire anch'essa divorata dallo squalo. Carter intanto si è tuffato in acqua e ora cerca un modo per tornare sui relitti, ma fortunatamente il cuoco si riprende dal trauma causato dalla ferita e ora può aiutarlo: mentre Carter riesce a scansare lo squalo grazie alla sua maestria di cacciatore, Sherman spara finalmente all'animale ormai a tiro, agganciandogli addosso un filo elettrico collegato ad una bomba rudimentale, che provocherà un'esplosione enorme. L'esplosione avviene, facendo scoppiare lo squalo e ponendo fine al terribile incubo. Carter e Sherman sono quindi gli unici superstiti, trovati dall'equipaggio di un battello in arrivo.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese sono state realizzate principalmente in Messico, tra cui a Rosarito, dove sono state anche realizzate le inquadrature interne presso i Fox Baja Studios. Altre scene sono state effettuate a San Diego, in California.

Le riprese del film si sono svolte dal 3 agosto al 5 novembre 1998.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi il 28 luglio 1999, mentre in Italia il film è uscito il 19 novembre 1999.

Budget[modifica | modifica wikitesto]

Blu Profondo è costato 78 milioni di dollari.

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Blu Profondo ha incassato 73.6 milioni di dollari in patria più altri 91 milioni nel resto del mondo. L'incasso complessivo è stato di 164.6 milioni di dollari.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il film si discosta intenzionalmente da Lo squalo di Steven Spielberg, che è l'archetipo dei film che hanno come protagonisti degli squali assassini. Uno degli squali che compare nella pellicola, inoltre, è di dimensioni enormi come se non ne esistono in natura: praticamente il doppio dello squalo bianco più grande che sia mai stato avvistato. Anche se Blu Profondo si distingue rispetto a Lo squalo, lo omaggia: i tre squali del film vengono infatti uccisi nei modi in cui vengono eliminati anche nei primi tre film de Lo squalo: il primo fatto esplodere, il secondo elettrificato e il terzo esploso (come il primo).
  • L'attore Samuel L. Jackson inizialmente avrebbe dovuto recitare nel ruolo del cuoco, ma il regista Renny Harlin trovò che non gli si addiceva, così fu scritto un nuovo ruolo appositamente per lui, quello di Russell Franklin. Jackson, in ogni caso, disse che fare questo film gli era piaciuto molto.
  • In una scena Thomas Jane (l'interprete di Carter) ha dovuto nuotare davvero vicino ad uno squalo; questa parte, però, gliel'hanno fatta girare solo dopo aver ultimato tutto il resto del film.
  • Prima di uccidere il secondo squalo, Susan McCallister (interpreta da Saffron Burrows) si spoglia della muta subacquea. Buona parte del pubblico credeva si trattasse di una trovata erotica e ignorava che l'acqua è conduttrice di elettricità; per il personaggio era infatti troppo pericoloso indossare la muta bagnata (che avrebbe attirato a sé la corrente emessa dal cavo elettrico) e quindi ha dovuto denudarsi per evitare meglio di rimanere folgorata insieme allo squalo. Alcune scintille che appaiono mentre lo squalo muore erano vere.
  • Nel finale originale Susan sopravvive, uccide l'ultimo squalo e si innamora di Carter. Il pubblico di prova trovò Susan antipatica e in seguito, per soddisfarlo, venne girato il finale alternativo, dove lei si tuffa in acqua (con il palmo sanguinante) per avvicinare lo squalo ed infine viene divorata, lasciando quindi come unici sopravvissuti Carter e Sherman.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Deep Blue Sea
ArtistaAA.VV.
Tipo albumColonna sonora
Pubblicazione27 luglio 1999
Durata30:57
Dischi1
Tracce10
GenereColonna sonora
EtichettaWarner Bros Records
ProduttoreChina Black, Ralph Roundtree, Paul Allen, Graham Finn, Robert Kirkland, Joe Smith, Vinnie Biggs, The Characters, LL Cool J, DJ Quik

Deep Blue Sea è la colonna sonora del film Blu profondo (Deep Blue Sea), composta da Artisti Vari.

Tracce
  1. "Deepest Bluest"- 4:22 (LL Cool J)
  2. "Smokeman"- 2:39 (Smokeman)
  3. "I Found Another Man"- 4:11 (Natice)
  4. "Remote Control Soul"- 4:22 (Bass Odyssey)
  5. "Mega's on His Own"- 5:16 (Cormega)
  6. "Come Home with Me"- 3:50 (Amyth)
  7. "Say What"- 3:43 (LL Cool J)
  8. "Burn Baby Burn"- 3:35 (Simone Starks)
  9. "Just Because"- 4:10 (F.A.T.E.)
  10. "Get tha Money"- 4:27 (Hi-C & DJ Quik)
  11. "I Can See Clearly Now"- 5:15 (Chantel Jones)
  12. "El Paraiso Rico"- 3:27 (Deetah)
  13. "Good and Plenty"- 3:49 (Divine)
  14. "Deep Blue Sea Montage"- 6:12 (Trevor Rabin)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema