Bartolomeo d'Avanzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bartolomeo d'Avanzo
cardinale di Santa Romana Chiesa
Fratelli D'Alessandri - d'Avanzo, Bartolomeo (Avella, 3 luglio 1811 - 20 ottobre 1884), vescovo di Calvi e di Teano (1869) 1.jpg
Bartolomeo d'Avanzo nel 1869
Template-Cardinal (Bishop).svg
Usque ad perfectam diem
Incarichi ricoperti
Nato 3 luglio 1811, Avella
Ordinato presbitero 20 settembre 1834
Nominato vescovo 18 marzo 1851 da papa Pio IX (poi beato)
Consacrato vescovo 28 marzo 1851 dal cardinale Costantino Patrizi Naro
Creato cardinale 3 aprile 1876 da papa Pio IX (poi beato)
Deceduto 20 ottobre 1884, Avella

Bartolomeo d'Avanzo (Avella, 3 luglio 1811Avella, 20 ottobre 1884) è stato un vescovo cattolico e cardinale italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Avella il 3 luglio 1811. Compì gli studi al seminario di Nola e divenne sacerdote per la diocesi di quella città il 20 settembre 1834.

Il 18 marzo 1851 fu eletto vescovo di Castellaneta e fu consacrato vescovo il 28 dello stesso mese.

Il 13 luglio 1860 fu trasferito alle diocesi unite di Calvi e Teano, mantenendo tuttavia la conduzione della diocesi precedente come amministratore apostolico.

Dal 1860 al 1866 al vescovo d'Avanzo fu impedito l'ingresso in diocesi, perché sprovvisto del placet governativo. Da Sorrento, dove risiedeva in esilio, condusse una battaglia contro la massoneria e dopo l'ingresso in diocesi dovette insistere per la riapertura dei seminari.

Difese con convinzione il dogma dell'infallibilità pontificia durante il Concilio Vaticano I.

Papa Pio IX lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 3 aprile 1876 e lo stesso giorno ricevette il titolo di cardinale presbitero di Santa Susanna.

Partecipò al conclave del 1878 che elesse papa Leone XIII.

Morì all'età di 73 anni e la sua salma fu inumata nella tomba di famiglia del cimitero di Avella.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Castellaneta Successore BishopCoA PioM.svg
Pietro dei Baroni Lepore 18 marzo 1851 - 13 luglio 1860 Mariano Positano
Predecessore Vescovo di Calvi e Teano Successore BishopCoA PioM.svg
Nicola Sterlini 13 luglio 1860 - 20 ottobre 1884 Alfonso Maria Giordano, C.SS.R.
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Susanna Successore CardinalCoA PioM.svg
Alessandro Barnabò 7 aprile 1876 - 20 ottobre 1884 Francis Patrick Moran
Controllo di autorità VIAF: (EN71381825 · ISNI: (EN0000 0000 7778 1862 · GND: (DE140612556 · BNF: (FRcb10679778p (data)