BMI Regional

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
BMI Regional
G-RJXB (7073443301) (2).jpg
Compagnia aerea regionale
Codice IATABM
Codice ICAOBMR
Identificativo di chiamataMIDLAND
Inizio operazioni di voloagosto 1987
Descrizione
Basi
Flotta18
Destinazioni20
Azienda
Tipo aziendaLimited company
Fondazione1987 a Aberdeen
StatoRegno Unito Regno Unito
SedeCastle Donington
GruppoAirline Investments Limited
Persone chiave
  • Stephen Bond (Presidente)
  • Peter Simpson (CEO)
  • SloganStreamlined for business
    Sito webwww.bmiregional.com
    Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

    British Midland Regional Limited, meglio conosciuta come BMI Regional, è una compagnia aerea regionale britannica, con sede e base presso l'Aeroporto delle Midlands Orientali, Leicestershire, Inghilterra. La compagnia ha anche basi presso l'Aeroporto di Aberdeen, l'Aeroporto di Bristol e l'Aeroporto di Newcastle nel Regno Unito, l'Aeroporto di Karlstad in Svezia e l'Aeroporto di Monaco di Baviera in Germania.

    Precedentemente divisione regionale della defunta British Midland International (BMI), opera come compagnia aerea indipendente ed è parte da agosto 2015, insieme a Loganair, dell'Airline Investments Limited.[1] Fu separata da BMI nel 2012, quando quest'ultima fu venduta da Lufthansa a International Airlines Group, mentre BMI Regional fu venduta alla Sector Aviation Holdings. [2]

    Flotta[modifica | modifica wikitesto]

    Al 2 settembre 2016 la flotta BMI Regional era così composta:[3]

    Flotta di BMI Regional
    Aereo In flotta Ordini Passeggeri
    Embraer 135 4 37
    Embraer 145 14 49
    Totale 18

    In precedenza erano in flotta BMI Regional anche i Saab 340 e gli ATR 42-300.

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    1. ^ (EN) New regional airline group created, in BBC News, 3 agosto 2015. URL consultato il 29 marzo 2016.
    2. ^ (EN) New regional airline group created: bmi regional and Loganair now part of AIL Group, su BMI Regional, 3 agosto 2015. URL consultato il 29 marzo 2016.[1]
    3. ^ (EN) G-INFO Search Results Summary, su Civil Aviation Authority, 19 dicembre 2015. URL consultato il 20 dicembre 2015.

    Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

    Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]