Associazione Calcio Femminile Aurora Bergamo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
A.C.F. Aurora Bergamo
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Giallo e Rosso Strisce-Flag.svg Giallo, rosso (fino 1992)
600px bisection HEX-FF00FF Black.svg Fucsia, nero (fino 2003)
600px Giallo e Blu.svg Giallo, blu (fino al 2007)
Dati societari
Città Settala (MI)
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Fondazione 1972
Scioglimento2007
Presidente Italia Pietro Ponzo
Stadio Stadio comunale, via Melozzo da Forlì a Mombretto di Mediglia (MI)
( posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

L'Associazione Calcio Femminile Aurora Bergamo è stata una società calcistica femminile milanese con sede nella città di Settala (MI). Ha disputato quattro campionati di Serie A femminile nelle stagioni 1981, 1988-1989, 1989-1990 e 1991-1992.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il club venne fondato nel 1972 da Pietro Ponzo come Unione Sportiva Aurora Mombretto 1972 con sede a Mombretto di Mediglia. Dopo aver partecipato ai campionati regionali di Serie C, nel 1977 venne promosso in Serie B, per poi esser promosso nel 1980 in Serie A, massima serie del campionato italiano di calcio femminile. Partecipò al campionato di Serie A per due stagioni, venendo retrocesso al termine della Serie A 1982. L'anno dopo vinse il proprio raggruppamento di Serie B, conquistando la promozione in Serie A, a cui poi rinunciò, iscrivendosi in Serie D. Al termine della stagione 1986-1987 conquistò la promozione in Serie B e cambiò denominazione in Unione Sportiva Aurora Mombretto. Due anni dopo concluse il girone A di Serie B a pari punti con il Pordenone Friulvini, vinse per 2-1 lo spareggio e guadagnò il ritorno in Serie A. La permanenza in massima serie durò una sola stagione, al termine della quale tornò in Serie B, venendo subito promossa in Serie A. Concluse la stagione di Serie A 1991-1992 al dodicesimo posto.

Ceduto il titolo sportivo alla Fiammamonza nel 1992, la società ripartì con le ragazze più giovani dal livello regionale più basso (la Serie Provinciale Lombarda che dal 1998 ritornò a chiamarsi Serie D). Nel 1994 si fuse con il Milan Salvarani, diventando Associazione Calcio Femminile Paros Milano, partecipando a due campionati Serie B e uno di Serie C. Negli anni successivi la società cambiò denominazione altre volte: nel 1997 in Unione Sportiva Aurora Serenissima, nel 1998 in Unione Sportiva Aurora Glass Point e infine nel 1999 in Associazione Calcio Femminile Aurora 72. Inoltre, cambiò più volte la propria sede non avendo più disponibilità del campo di gioco di Mombretto di Mediglia, tanto da dover cambiare denominazione per avvicinarsi alla provincia di Bergamo. Tornata in Serie B per la stagione 2000-2001, partecipò al termine della stagione regolare ai play-off promozione: nel primo turno eliminò il Gordige dopo due pareggi, avendo concluso la stagione regolare in una posizione migliore; nel secondo turno venne poi eliminato dal Como 2000 con una doppia sconfitta. Nel 2003 cambiò nuovamente denominazione in Associazione Calcio Femminile Aurora Bergamo[1]. Al termine della stagione 2005-2006 vinse il girone B di Serie B e venne promossa in Serie A2. La prima stagione di Serie A2 si concluse con un decimo posto.

Con l'avvenuta dipartita di Pietro Ponzo, fondatore della società nel 1972, al termine della stagione 2006-2007 la squadra fu sciolta e il titolo sportivo di Serie A2 venne ceduto alla F.C.F. Mozzanica[2].

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'A.C.F. Aurora Bergamo
  • 1972 - Fondazione dell'Unione Sportiva Aurora Mombretto 1972 di Mombretto di Mediglia.
  • 1973 - in Serie C Lombarda.
  • 1974 - in Serie C Lombarda.
  • 1975 - in Serie C Lombarda.
  • 1976 - in Serie C Lombarda.
  • 1977 - in Serie C Lombarda. Promossa in Serie B.
  • 1978 - 6º in Serie B girone B.
  • 1979 - 3º in Serie B girone A.
  • 1980 - 1º in Serie B girone A. Promossa in Serie A.
  • 1981 - 9º in Serie A.
  • 1982 - 13º in Serie A. Retrocessa in Serie B.
  • 1983 - 1º in Serie B girone A Promossa in Serie A, vi rinuncia e si iscrive in Serie D.
  • 1984 - 4º in Serie D Lombarda girone B.
  • 1985 - 1º in Serie D Lombarda girone B. Promossa in Serie C (gironi interregionali).
  • 1985-1986 - 8º in Serie C F.I.G.C.F girone B.
  • 1986-1987 - 2º in Serie C Lombardia FIGC girone unico, avendo perso 2-1 lo spareggio con il Cormano. Promossa in Serie B.
  • 1987 - Cambio di denominazione in Unione Sportiva Aurora Mombretto.
  • 1987-1988 - 6º in Serie B girone B.
  • 1988-1989 - 1º in Serie B girone A, avendo battuto allo spareggio il Pordenone 2-1. Promossa in Serie A.
  • 1989-1990 - 15º in Serie A. Retrocessa in Serie B.
  • 1990-1991 - 1º in Serie B girone A. Promossa in Serie A.
  • 1991-1992 - 11º in Serie A.
  • 1992 - La U.S. Aurora Mombretto si fonde con la FiammaMonza. La società viene rifondata come Unione Sportiva Aurora Mediglia.
  • 1992-1993 - 3º nel girone B della Serie Provinciale Lombarda (poi Serie D).
  • 1993-1994 - 2º nel girone B della Serie Provinciale Lombarda.
  • 1994 - Si fonde con l'A.C.F. Milan Salvarani e diventa Associazione Calcio Femminile Paros Milano.
  • 1994-1995 - 5º in Serie B girone A.
  • 1995-1996 - 10º in Serie B girone A. Retrocessa in Serie C.
  • 1996-1997 - 14º in Serie C Lombarda girone unico. Retrocessa in Serie D.
  • 1997 - Cambio di denominazione in Unione Sportiva Aurora Serenissima con sede a Peschiera Borromeo.
  • 1997-1998 - 2º in Serie D Lombarda girone B.
  • 1998 - Cambio di denominazione in Unione Sportiva Aurora Glass Point.
  • 1998-1999 - 1º in Serie D Lombarda girone B. Promossa in Serie C.
  • 1999 - Cambio di denominazione in Associazione Calcio Femminile Aurora 1972 (matricola 500107).
  • 1999-2000 - 1º in Serie C Lombarda girone unico. Promossa in Serie B.
  • 2000 - Cambio di sede da Peschiera Borromeo a Pantigliate.
  • 2000-2001 - 2º in Serie B girone A. Perde i play-off promozione.
  • 2001-2002 - 10º in Serie B girone A.
  • 2002-2003 - 10º in Serie B girone A.
  • 2003 - Cambio di denominazione in Associazione Calcio Femminile Aurora Bergamo[1].
  • 2003-2004 - 4º in Serie B girone A.
  • 2004-2005 - 6º in Serie B girone C.
  • 2005-2006 - 1º in Serie B girone B. Promossa in Serie A2.
  • 2006 - Cambio di sede da Pantigliate a Settala.
  • 2006-2007 - 8º in Serie A2 girone A.
  • 2007 - Si fonde con la F.C.F. Mozzanica[2].

Calciatrici[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatrici dell'A.C.F. Aurora Bergamo

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Pubblicato dal comunicato ufficiale n. 4 del 14 agosto 2003 della Divisione Calcio Femminile
  2. ^ a b Pubblicato dal comunicato ufficiale n. 14 del 22 agosto 2007 della Divisione Calcio Femminile sul sito www.lnd.it Divisione Calcio Femminile

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Annuario del calcio femminile di Luca Barboni e Gabriele Cecchi - 5 volumi dal 1997-98 al 2002-03 - Stamperia Editoriale Pisana s.r.l., Agnano Pisano (PI).

Fonti ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

  • Archivio Storico del C.R.L. - raccolta di Comunicati Ufficiali presso il Comitato

Regionale Lombardia L.N.D. S.G.S. - Via Riccardo Pitteri 95/2, 20134 Milano.

  • Annuario Società affiliate al C.R.L. F.I.G.C. presso il Comitato

Regionale Lombardia L.N.D. S.G.S. - Via Riccardo Pitteri 95/2, 20134 Milano.

  • Comunicati ufficiali della Divisione Calcio Femminile pubblicati dai siti www.datasport.it e www.divisionecalciofemminile.it non più consultabili.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]