Anne Consigny

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anne Consigny al Festival di Deauville 2009

Anne Consigny (Alençon, 26 maggio 1963) è un'attrice francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlia di Pierre Consigny, capo di gabinetto del primo ministro Maurice Couve de Murville e in seguito presidente della Croce Rossa francese, esordisce a teatro a soli nove anni con Le Soulier de satin di Paul Claudel, messo in scena da Jean-Louis Barrault.[1] A sedici anni interpreta Il giardino dei ciliegi di Anton Čechov, diretto da Peter Brook.[1] A diciott'anni viene accolta nella Comédie-Française, dove rimane per tre anni.[1]

Negli anni ottanta interpreta alcuni film per la televisione e il cinema, tra cui l'adattamento di Le Soulier de satin diretto da Manoel de Oliveira, mentre negli anni novanta si dedica esclusivamente al teatro.

Ritorna al cinema a partire dal 2003, interpretando alcuni ruoli secondari prima di essere protagonista di Je ne suis pas là pour être aimé (2005), una interpretazione che le vale la prima candidatura ai Premi César come miglior attrice. Ne seguiranno poi altre, come migliore attrice non protagonista, nel 2009 per Racconto di Natale (Un conte de Noël) e nel 2010 per Rapt.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Teatro[modifica | modifica sorgente]

  • Premi Molière
    • candidata:
      • 2002: miglior attrice non protagonista - Elvire
      • 2003: miglior attrice non protagonista - La Preuve

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Teatro[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (FR) Anne Consigny, la vie comme elle vient in Le Figaro, 15 marzo 2006. URL consultato il 28-12-2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 155110460 LCCN: nr2006030209