Althea Gibson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Althea Gibson
Althea Gibson NYWTS.jpg
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Tennis Tennis pictogram.svg
Best ranking
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Miglior ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open F(1957)
Francia Roland Garros V(1956)
Regno Unito Wimbledon V(1957, 1958)
Stati Uniti US Open V(1957, 1958)
Doppio1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Miglior ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open V (1957)
Francia Roland Garros V (1956)
Regno Unito Wimbledon V (1956, 1957, 1958)
Stati Uniti US Open F (1957)
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open
Francia Roland Garros
Regno Unito Wimbledon F (1956, 1957, 1958)
Stati Uniti US Open V (1957)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
 

Althea Gibson (Silver, 25 agosto 1927East Orange, 28 settembre 2003) è stata una tennista statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata nella Contea di Clarendon nella Carolina del Sud da Daniel e Annie Bell Gibson, Althea aveva un fratello, Daniel Junior e una sorella, Mildred.

Per quanto riguarda il ranking fu fra le prime dieci dal 1956 al 1958, ottenendo la prima posizione nel 1957 e nel 1958,[1]

Nel 1956 vinse gli Open di Francia battendo in finale Angela Mortimer con 6-0, 12-10. Nello stesso anno perse in finale agli U.S. Open contro Shirley Fry ma vinse il torneo nei due anni consecutivi, nel 1957 contro Louise Brough per 6-3, 6-2 e nel 1958 battendo Darlene Hard con il punteggio di 3-6, 6-1, 6-2

Nel 1957 perse la finale degli Australian Open nuovamente contro Shirley Fry. Successivamente vinse due edizioni consecutive del Torneo di Wimbledon: nel 1957 battendo Darlene Hard per 6-3, 6-2 e nel 1958 sconfiggendo Angela Mortimer per 8-6, 6-2.

Nel 1959 recitò nel film The Horse Soldiers (Soldati a cavallo) di John Ford.

Alla sua morte il corpo venne sepolto nel Rosedale Cemetery.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Collins, Bud (2008). The Bud Collins History of Tennis: An Authoritative Encyclopedia and Record Book. New York, N.Y.: New Chapter Press. pp. 695, 703. ISBN 0-942257-41-3.
  2. ^ Biografia su International Tennis Hall of Fame

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN57714535 · LCCN: (ENn79114046 · ISNI: (EN0000 0001 1445 1214 · GND: (DE130256692 · BNF: (FRcb114714196 (data)