Fred Perry

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fred Perry
Fred Perry 01.jpg
Nome Frederick John Perry
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Miglior ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open V (1934)
Francia Roland Garros V (1935)
Regno Unito Wimbledon V (1934, 1935, 1936)
Stati Uniti US Open V (1933, 1934, 1936)
Doppio1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Miglior ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open V (1934)
Francia Roland Garros V (1933)
Regno Unito Wimbledon F (1932)
Stati Uniti US Open -
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open V (1935)
Francia Roland Garros V (1932)
Regno Unito Wimbledon V (1935, 1936)
Stati Uniti US Open V (1932)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Tennis tavolo Table tennis pictogram.svg
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Argento Stoccolma 1928 Doppio
Bronzo Stoccolma 1928 Doppio misto
Oro Budapest 1929 Singolo
Bronzo Budapest 1929 Doppio
Statistiche aggiornate al definitivo

Frederick John Perry (Stockport, 18 maggio 1909Melbourne, 2 febbraio 1995) è stato un tennista, tennistavolista e imprenditore britannico, vincitore per tre volte del torneo di Wimbledon e una volta campione del mondo di tennis tavolo.

Oltre che alle sue imprese sportive, il suo nome è legato al marchio di abbigliamento che porta il suo nome e che ha come simbolo una coroncina di alloro cucita sugli abiti.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera tennistica[modifica | modifica wikitesto]

Prima di divenire tennista, Fred Perry fu uno dei grandi pionieri del tennistavolo, in cui a soli 18 anni divenne campione del mondo a Budapest nel 1929; alla sua prima partecipazione, l'anno prima a Stoccolma, si era classificato terzo.

Nel tennis, vince il suo primo torneo del Grande Slam a soli 24 anni, negli US Championship a Forest Hills contro l'australiano Jack Crawford in cinque set (6-3, 11-13, 4-6, 6-0, 6-1). Il 1934 fu per Perry un anno eccezionale, con altri tre titoli del grande slam: a Sydney (Australian Championships) sempre contro Jack Crawford (6-3, 7-5, 6-1), Wimbledon (ancora battendo Jack Crawford  : 6-3, 6-0, 7-5) e infine Forest Hills, superando lo statunitense Wilmer Allison (6-4, 6-3, 1-6, 8-6). Nel 1935 gli riuscì di vincere il Roland Garros e Wimbledon, entrambe le volte battendo Gottfried von Cramm. Il 1936 fu il suo ultimo anno tra i dilettanti, coronato con altri due titoli del grande slam, a Wimbledon contro Von Cramm con un punteggio impietoso (6-1, 6-1, 6-0) e allo US Championships contro il leggendario Don Budge, in un incontro estremamente lungo e combattuto, terminato 2-6, 6-2, 8-6, 1-6, 10-8. In totale, da dilettante, vinse otto titoli dei tornei maggiori. Nelle sue tre finali vittoriose consecutive di Wimbledon non perse neppure un set. Fu anche il primo giocatore a vincere tutti i quattro titoli del grande slam, anche se non nello stesso anno né consecutivamente.

Nella sua carriera da professionista vinse una ventina di titoli, tra cui due agli US Pro Championships nel 1938 e nel 1941.

La sua vittoria nel singolo del torneo di Wimbledon 1936 è stata, fino al 7 luglio 2013, l'ultima di un tennista britannico nel prestigioso torneo londinese, fino alla vittoria dello scozzese Andy Murray contro il serbo Novak Đoković.

Nella sua autobiografia del 1979, il grande campione Jack Kramer scrisse che Perry era stato uno dei sei migliori giocatori di tutti i tempi, dietro Don Budge e Ellsworth Vines, e allo stesso livello di Bill Tilden, Bobby Riggs e Pancho Gonzales, ma davanti quindi anche a Rod Laver.

Carriera imprenditoriale[modifica | modifica wikitesto]

Seguendo il successo ottenuto da René Lacoste, nel 1952 Perry creò la linea di abbigliamento che porta il suo nome, specializzata soprattutto nella produzione di polo e che ebbe un successo immediato, soprattutto in Gran Bretagna, distaccandosi, negli anni successivi, sempre più dall'immagine di capo d'abbigliamento sportivo per diventare uno dei marchi che distinguevano movimenti giovanili come i mod e gli skinhead. Le polo Fred Perry presentano come segno distintivo una corona d'alloro sulla sinistra del petto; si distinguono da Lacoste per il fatto che il logo è ricamato nel tessuto anziché essere cucito come invece avviene per il piccolo coccodrillo francese.

Maglietta in stile Fred Perry

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN77718639 · LCCN: (ENn84126722 · GND: (DE139978267