Afonso Lopez de Baian

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Afonso Lopez de Baian, o Afonso Lopes de Baiam (... – ...), è stato un trovatore portoghese, attivo nella corte di Ferdinando III di Castiglia tra il 1245 e il 1253 e in quella di Afonso III del Portogallo tra il 1253 e il 1280.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È autore di 10 testi: due cantigas de amor, quattro cantigas de amigo, due cantigas de escarnio, una parodia letteraria e una satira politica.

Una delle sue cantigas de escarnio ridicolizza Mendo Rodrigues de Briteiros, soprannominato Don Belpelho (vale a dire "Don Volpe") e gli altri infanti di Afonso III. La cantiga si ispira nella forma narrativa al consiglio di accompagnatori di Carlomagno nella Chanson de Roland[1]. Ma la giustapposizione della tradizione del romanzo cavalleresco francese, e in particolare della chanson de geste, non fa che accentuare il sarcasmo e la comicità della descrizione[2], allorché l'autore[3] paragona Mendo Rodrigues de Briteiros e i suoi uomini d'arme a una masnada di pecoroni, più che a nobili cavalieri[1]. Il pretesto della satira sembra possa essere stato un qualche conflitto che vedeva coinvolto il monastero di Longos, di cui i Briteiros erano i difensori.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Alfonso lópez de Baian, nella sua gesta de maldizer satireggia violentemente non solo Mendo Rodrigues de Briteiros ma dell'intera famiglia dei Briteiros, i cui componenti vennero innalzati al rango di ricos hombres da Alfonso III. L'evento scandaloso a cui si fa riferimento nella cantiga è la depozione di Sancho II. - Vedi (ES) José Amor y Vázquez, Actas do segundo congreso de estudios Galegos, Brown University, 10 novembre, p. 148.
  2. ^ Evidentemente Afonso Lopez conosceva bene le chansons de geste francesi, da cui riprende le lasse monorime, l'esclamazione epica e i gallicismi, dando alla sua composizione un effetto tragicomico ed esilarante
  3. ^ Afonso Lopez de Baian rappresenta la vecchia nobiltà ed è un sostenitore di Sancho II, contrariamente a Mendo Rodrigues de Briteiros e alla sua famiglia che appartengono alla "nuova nobiltà".
  4. ^ (PT) Manuel Rodrigues Lapa, Cantigas d'escarnho e de mal dizer dos cancioneiros medievais galego-portugueses, su books.google.it, p. 96.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0000 7892 4167 · LCCN (ENn2009063380 · GND (DE141361441 · CERL cnp01224555
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie