Aeroporto di Tiksi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aeroporto di Tiksi
aeroporto
Аэропорт Тикси - panoramio.jpg
Codice IATAIKS-ТСИ
Codice ICAOUEST-УЕСТ
Descrizione
TipoCivile, Militare
GestorePolar Airlines
Voenno-vozdušnye sily Rossijskoj Federacii
StatoRussia Russia
Circondario federaleSacha-Jacuzia Sacha-Jacuzia
Posizione7 km a nord di Tiksi
Altitudine233 m s.l.m.
Coordinate71°41′51″N 128°54′10″E / 71.6975°N 128.902778°E71.6975; 128.902778Coordinate: 71°41′51″N 128°54′10″E / 71.6975°N 128.902778°E71.6975; 128.902778
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Federazione Russa
UEST-УЕСТ
UEST-УЕСТ
Sito web
Piste
Orientamento (QFU)LunghezzaSuperficie
03L/21R3,000
Cemento, PAPI

L'aeroporto di Tiksi in russo: Аэропорт Тикси? è un aeroporto civile e una base aerea militare russa.

Posizione geografica[modifica | modifica wikitesto]

La torre di controllo
La posizione di Tiksi rispetto a Noril'sk
La posizione di Tiksi rispetto alle città russe del Circolo Polare Arctico

L'aeroporto di Tiksi si trova a 7 km a nord dalla città di Tiksi, nel Distretto Federale dell'Estremo Oriente, nella Repubblica Autonoma della Sacha-Jakuzia. L'Aeroporto di Tiksi è situato a 1500 km a nord-est dall'aeroporto di Noril'sk-Alykel' ed a 1070 km a nord dall'aeroporto di Jakutsk.

Aerei di base nell'aeroporto[modifica | modifica wikitesto]

Nell'aeroporto sono di base l'aviazione del Federal'naja služba bezopasnosti della Russia, delle Voenno-vozdušnye sily Rossijskoj Federacii[1] e la compagnia aerea russa Polar Airlines.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima base aerea a Tiksi è stata creata negli anni trenta del XX secolo con l'organizzazione del porto sulla Via polare navale. Nel settore orientale di tale via è stato creato un punto di controllo delle navi a Tiksi. Negli anni sessanta-settanta del XX secolo l'aeroporto di Tiksi è stato utilizzato come una base aerea militare per l'Aviazione strategica dell'URSS per raggiungere la costa del Canada. A Tiksi si basavano gli aerei Tupolev Tu-95 del Gruppo Operativo Polare della 37ma Vozdushnaja Armia dell'URSS. Inoltre, durante l'inverno all'aeroporto di Tiksi potevano atterrare i bombardieri strategici Myasishchev M-4. Con la fine della guerra fredda la base aerea strategica è stata chiusa ed il Distaccamento Aereo di Tiksi è entrato nel 1997 a far parte della nuova compagnia aerea russa Polar Airlines con la creazione della divisione a Tiksi. La compagnia aerea Polar Airlines ha costruito la base tecnica per la manutenzione nelle condizioni del Circolo polare artico degli elicotteri Mil Mi-8 e degli aerei Antonov An-24, Tupolev Tu-154.

Dati tecnici[modifica | modifica wikitesto]

L'aeroporto di Tiksi è un aeroporto di prima classe dotato di una pista attiva cementata di 3,000 m x 60 m portante un peso massimo al decollo di 260 T che permette l'atterraggio e il decollo di quasi tutti tipi degli aerei esistenti e di tutti i tipi degli elicotteri.

Scalo d'emergenza ETOPS[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: ETOPS.

L'aeroporto di Tiksi è uno scalo d'emergenza (in inglese: Diversion airport), per gli aerei con due motori (in inglese: Twinjet) (Airbus A300, Airbus A310, Airbus A330, Boeing 737, Boeing 757, Boeing 767, Boeing 777, Gulfstream V G500/G550, Gulfstream IV G350/G450) che compiono le rotte transcontinentali transpolari № 3 e № 4 dall'Asia (Hong Kong, Delhi) per America del Nord (New York, Vancouver).[2] Secondo la regola ETOPS in ogni momento del volo di un aereo bimotore devono esserci aeroporti d'emergenza nel raggio di 180-207 minuti. Gli aeroporti russi di Čul'man, Salechard, Noril'sk, Pevek, Poljarnyj, Jakutsk, Mirnyj, Bratsk, Blagoveščensk, Irkutsk, Chatanga, Tiksi fanno parte degli aeroporti d'emergenza per soddisfare i requisiti ETOPS.[3]

Collegamenti con Tiksi[modifica | modifica wikitesto]

Il Terminal aeroportuale si trova a 7 km a nord dal centro di Tiski. L'aeroporto è aggiungibile con la linea del trasporto pubblico che collega l'aeroporto con la città ogni 3 ore nei giorni feriali ed ogni 4 ore nei giorni festivi.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]