Zé Arigó

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Zé Arigó, pseudonimo di José Pedro de Freitas (Congonhas, 18 ottobre 192211 gennaio 1971), era un medium brasiliano. Per vent'anni ha sviluppato la sua attività paranormale nella città di Congonhas nella regione del Minas Gerais. Grazie a interventi chirugici realizzati attraverso l'intermediazione del suo spirito guida, viene conosciuto anche al di fuori del Brasile. Secondo lo stesso Arigò, questo spirito guida era un medico tedesco, chiamato Dottor Fritz, morto nel 1918 durante la Prima guerra mondiale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce nel 1922 nella Fazenda do Fria, a pochi chilometri da Congonhas, nella regione del Minas Geiras, in Brasile. I genitori erano agricoltori nella stessa Azienda agricola, e, con molti sacrifici riuscirono ad assicurare a Josè e ai suoi sette fratelli un'educazione di base.

Secondo i suoi biografi, attorno al 1950 fece un sogno nel quale sentiva una voce che lo tormentava. Secondo lui questa apparteneva ad un personaggio robusto e calvo, vestito di bianco, che si trovava in una sala operatoria insieme ad un gruppo di medici e infermerie di cui era responsabile, al capezzale di un paziente.

Il sogno si ripeté diverse volte, ed il personaggio si presentò come Adolph Fritz, medico tedesco, vissuto durante il periodo storico della Prima guerra mondiale. Sempre nel sogno, il medico disse di non avere completato la sua opera sulla terra, e anche se Zè non capiva molto bene il tedesco, riuscì ad intuire la seguente frase:

« Arigó è stato scelto come medium dal Dr. Fritz per realizzare questa opera »
(Dr Fritz)

Da quel momento, secondo Arigò, un forza aliena, si impossessò delle sue mani per compiere delicati interventi chirurgici, e per assistere gli ammalati e i disperati.

Nel 1956 fu incriminato per abuso della professione medica e condannato a 15 mesi di prigione. Fu poi graziato dal Presidente della Repubblica Juscelino Kubitschek de Oliveira, Medico.

Nel 1962 fu arrestato e condannato a sette mesi di prigione per pratica della professione medica senza abilitazione. Dopo avere sbrigato le formalità burocratiche, la sua fama continuò a crescere, e nel 1963 fu ricevuto dal Presidente João Goulart. Ha anche assistito la figlia del Presidente João Baptista Figueiredo.

I suoi biografi affermano che nel gennaio 1971 Zé Arigó vide in sogno un crocifisso nero, e si convinse sempre di più che la sua fine fosse vicina.

L'11 gennaio 1971 , giorno in cui morì, andò nella sua clinica avvisando tutti i pazienti che si sarebbe assentato per andare in una città vicina a prendere un'automobile usata, appena comperata. Alle 12,23 di quello stesso giorno, Zé Arigó perde il controllo della sua Chevrolet Impala, e, invadendo la corsia opposta si scontra con un altro veicolo, morendo per trauma cerebrale.

La tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Quando Zé Arigó incorporava le entità, utilizzava coltelli e altri strumenti per estrarre rapidamente cisti e tumori.

Le incisioni erano molto piccole, se paragonate agli interventi chirurgici canonici : spesso minori delle masse estranee contenute nei corpi dei pazienti. A volte, durante gli interventi, Arigó dettava le ricette mediche dattilografate da uno dei suoi assistenti, e poi consegnate al paziente in convalescenza.

Il caso del Senatore[modifica | modifica wikitesto]

Fra i casi assistiti nel 1950 si ricorda quello del Senatore Carlos Alberto Lúcio Bittencourt in campagna elettorale per le elezioni del suo Stato e per le presidenziali di Getúlio Vargas.

Al Senatore era stato diagnosticato un cancro ai polmoni, e si sarebbe fatto operare dopo la campagna elettorale a Congonhas. Conobbe Zé Arigó e ne rimase impressionato per il suo carisma. Lo invitò a partecipare ad un comizio elettorale a Belo Horizonte. Zé Arigó accettò l'invito.

Furono ospitati nello stesso hotel. Quella sera, il senatore sentì aprire la porta della sua camera, e gli parve di vedere il volto di Arigó, che si avvicinava a lui con un rasoio in mano. Spaventato, sentì su di sé un torpore fisico che lo fece cadere in un profondo sonno.

La mattina dopo, vide il suo pigiama completamente lacerato a livello della schiena, sporco di sangue già secco. Il tumore era stato rimosso, e come più tardi constatarono i medici, il Senatore era guarito completamente.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1968 i medici Laurence John e P. Aile Breveter, della William Benk Psychic Foundation arrivarono a Congonhas per fare delle ricerche su Zé Arigó. Pur non avendo raggiunto una conclusione certa su questo uomo, affermarono che la sua pratica non era illusionismo o magia, e dichiararono che il 95% delle sue diagnosi erano corrette, e che gli interventi chirurgici da lui effettuati erano dovuti solo alla sua abilità, spiegabili appena con la parapsicologia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • COMENALE, Reinaldo. "Zé Arigó", oitava maravilha. Belo Horizonte: Edizioni Boa Imagem, 1968. 208 pp, con prefazione di Chico Xavier
  • FULLER, John Grant. Arigo: surgeon of the rusty knife. New York: Thomas Y. Crowell, 1974. 274 pp prefazione del Dr. Henry K. Puharich ISBN 0-690-00512-1
  • PIRES, J. Herculano Arigó: vida, mediunidade e martírio (4ª edizione). Capivari (SP): Eme, 1998 193 pp ISBN 85-7353-049-9
  • RENAULT, Frank. Médiuns, Espíritas e Videntes: seus segredos e poderes. Rio de Janeiro: Editrice Tecnoprint S/A, 1984 112 pp

Controllo di autorità VIAF: 48834266

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie