Type 99 (fucile)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Arisaka Type 99
Type99Rifle.JPG
Tipo fucile ad otturatore girevole-scorrevole
Origine Giappone Impero giapponese
Impiego
Utilizzatori Giappone Impero giapponese
Conflitti Seconda guerra sino-giapponese
Seconda guerra mondiale
Produzione
Progettista Nariakira Arisaka
Numero prodotto 2.300.000
Descrizione
Peso 3,7 kg
Lunghezza 1,120 mm
Lunghezza canna 657 mm
Calibro 7,7 × 58 mm Type 99
Azionamento a percussione
Alimentazione caricatore da 5 colpi

note nel corpo del testo

voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

Il Type 99 era un fucile bolt-action (dal giapponese 九九式小銃 o 九九式長小銃 Kyuukyuu-shiki syoujyuu o Kyuukyuu-shiki tyousyoujyuu) della serie Arisaka usato dall'esercito imperiale giapponese e dall'esercito imperiale del Manciukuo durante la seconda guerra mondiale.

Uno degli svantaggi del predecessore, il Type 38, era il calibro 6,5 × 50 mm del proiettile sparato, piccolo e non abbastanza efficace. L'esercito imperiale giapponese sviluppò il Type 99 in base al Type 38 adottando però la nuova cartuccia 7,7 × 58 mm. Il Type 99 fu prodotto in nove diversi arsenali, dei quali sette in Giappone e i restanti a Mukden in Manciuria e Jinsen in Corea. In totale furono fabbricati 2.300.000 fucili, il 30% circa dalla Toyo-Kogyo, e la maggior parte ebbe la canna placcata con il cromo garantendone l'inossidabilità.[1]

Fu pianificato di rimpiazzare tutti i Type 38 con i nuovi Type 99, ma il processo era in pieno svolgimento quando il Giappone decise di aprire il fronte del Pacifico: l'esercito si trovò costretto a utilizzare entrambi i fucili fino alla fine della guerra. A partire dal settembre 1944 le difficoltà economiche in cui si dibatteva l'impero giapponese, dovute al blocco sottomarino statunitense, obbligarono l'industria a ridurre drasticamente i costi per compensare le perdite e risparmiare materiali preziosi; i Type 99 costruiti in quest'ultimo periodo erano di qualità sensibilmente minore e furono chiamati "ultima speranza" o "sostituto standard", per la loro mancanza di rifiniture. In generale essi apparivano come una versione grezza del Mauser Karabiner 98k tedesco.[2]

Del Type 99 fu elaborata una versione di precisione per armare i tiratori scelti. Un primo lotto di 1.000 fucili fu fornito dall'arsenale di Kokura con un'ottica da 2,5 ingrandimenti:[1] i mirini erano dei Tomoika Type 1 ed erano montati sul lato sinistro dell'otturatore, fissati a un apposito sostegno.[2] Altri 9.000 pezzi furono invece consegnati dall'arsenale di Nagoya, dei quali 7.000 circa furono equipaggiati con mirini telescopici da 4 ingrandimenti. Entrambi i tipi furono distribuiti principalmente alle truppe stanziate in Giappone.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Type 99 e varianti su japaneseweapons.net. URL consultato il 17 dicembre 2013.
  2. ^ a b Arisaka Type 99 (Rifle). URL consultato il 10 febbraio 2013.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]