Turismo in Albania

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Scorcio di Berat.
Argirocastro, vista aerea.
Croia, cittadella del museo di Skanderbeg.
Butrinto, Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO.

Il turismo in Albania è in forte crescita dopo una fase di stallo nel decennio scorso, in quanto l'ex regime comunista non ha sviluppato il settore. Negli anni '80 con la caduta del regime e la transizione alla democrazia, il turismo ha evidenziato segnali di ripresa con i primi flussi di turisti nel paese. L'Albania, paese dalle grandi potenzialità, per bellezza naturale, ha registrato un incremento del turismo, promosso dall'ex ministro del turismo Ylli Pango, con un 2.089.538 turisti in visita al paese nei primi mesi del 2008, registrando un incremento del 23% rispetto all'anno precedente. Nel 2009 sono attesi oltre 8 milioni di turisti[1]

Attrazioni[modifica | modifica wikitesto]

Le radici dell'Albania si fondono con l'Illiria, Grecia antica e Storia romana e molte delle rovine del paese rispecchiano queste civiltà.

Le città da vedere sono:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 400,000 More Tourists Visited Albania in 2008

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Albania Portale Albania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Albania